ORA BASTA! CICLISTA DELLA DSM PRESO A PUGNI DA UN AUTOMOBILISTA

NEWS | 01/05/2021 | 13:26
di Guido La Marca

Non può essere motivo di consolazione verificare ancora una volta che tutto il mondo è Paese. Non è più tollerabile questo odio che si respira in rete e per le strade del mondo nei confronti dei ciclisti, sia che questi siano dei semplici appassionati o dei riconosciuti professionisti. La storia ci arriva da lontano e la rilancia Cycling Weekly. La storia è presto detta: un ciclista del Team DSM oggi è stato aggredito da un automobilista. Il corridore si stava allenando con un compagno e ad un certo punto i due si sono ritrovati affiancati proprio quando è sopraggiunta un’auto guidata da un uomo che, prima li avrebbe ricoperti di improperi, poi si è fermato per aggredirli. Per la serie: dalle parole ai fatti.


L’uomo, un signore di una certa età ma anche con una certa stazza, ha afferrato il malcapitato corridore tirato già dalla bicicletta e l'ha afferrato per la gola e ha cominciato a stringerlo con violenza inaudita. È a questo punto che il corridore della DSM ha provato con tutte le sue forze a difendersi reagendo con qualche pugno, ma con pochi effetti positivi: l'automobilista, molto più robusto e probabilmente più avvezzo a muovere le mani, l'ha nuovamente aggredito. La contesa è terminata grazie all'intervento della passeggera che finalmente è scesa dall’auto per richiamare l’uomo che non voleva sentire ragioni di mollare la sua preda. Secondo quanto riporta Cycling Weekly, il corridore della DSM ha denunciato il guidatore.


Questo episodio ci riporta alla mente quanto accaduto qui da noi nel 2018 e che vide protagonista il colombiano Daniel Martínez anche lui aggredito da un uomo perché stava rallentando l’incedere della sua auto. Il corridore, in quella circostanza finì all’ospedale, mentre sui social si scatenò una vera e propria gogna mediatica che indusse un genio ad arrivare a scrivere: «Investirne uno per educarne 100». Azione questa, che, come raccontato da tuttobiciweb, qualche settimana fa si è tradotta in un rinvio a giudizio per questo “idiota da tastiera”.

Copyright © TBW
COMMENTI
....
1 maggio 2021 15:00 Tuttinodivengonoalpettine
Se avesse trovato il ciclista giusto il malcapitato sarebbe stato l automobilista...certo che la gente non sta' bene

Siamo sicuri
1 maggio 2021 16:31 trifase
Al di la della reazione dell'automobilista, siamo sicuri che la coppia di ciclisti non stesse guidando appaiata ? Cosa vietata. Poi un insulto tira l'altro e sono venutio alle mani.

seguio questo sport da sempre
1 maggio 2021 18:50 fransoli
ma non l'ho mai pratitcato, l'ho sempre giudicato troppo pericoloso... secondo me bisogna distinguere caso per caso... in questa circostanza probabile che il ciclista della DSM abbia incrociato un idiota, che magari alla prima occasione se la sarebbe presa con chiunque altro, indipentemente dal fatto che fosse stato un ciclista o un un semplice tizio che gli passava accanto sul marciapiede... sinceramente confesso che quando mi trovo ad aver a che fare con gruppi di ciclisti che viaggiano in dupice fila (o a volte occupano anche quasi l'intera carraggiata) mi trovo molto a disagio... a volte sorpassare in totale sicurezza in alcune strade diventa molto complicato almeno di non creare code chilometriche... perché c'è poco da fare le strade non sono pensate per le biciclette... a ciò si aggiunge che molte spesso sono gli stessi ciclisti a non rispettare il codice della strada (chi si ferma sempre al semaforo rosso alzi la mano, credo siano rari come i cani gialli).. e chi pratica il ciclismo in modo agonistico ed usa le strade per allenarsi e non per semplici escursioni credo che purtroppo sia anche più temerario degli altri... direi pertanto che ci sono automobilisti indisciplinati e ciclisti indisciplinati, che però non essendo in un abitacolo sono sempre purtroppo destinati ad avere la peggio in caso di incidenti... in tutta onestà penso che per gli allenementi degli atleti agonisti, professionisti o dilettanti, si debba pensare di creare delle aree apposite o qualche altra soluzione per non mischiarli al traffico ordinario

Meno tecnologia...
1 maggio 2021 19:34 IlSerpe
Haaaa ! Come era utile quella lunga pompa con quel bel beccuccio in fondo.....

Assurdo
1 maggio 2021 19:54 Mircomitch
L'odio contro i ciclisti é figlio di una società frustrata e che va troppo di fretta senza motivo, cosa cambia incontrare un gruppo di ciclisti o un camion lento, un ape o un trattore? Stai dietro finché non sei in grado di superare in sicurezza senza rompere le scatole. Piccolo esempio :Stamattina sono stato insultato (ero in bici da solo e come sempre guido a bordo strada) da uno con una classe A AMG perché non riusciva a superarli, cioè se uno con 300 cv con riesce a superare una bici con chi se la deve prendere?

Mircomitch
1 maggio 2021 21:13 Finisseur
Concordo su tutto, società malata

Da che parte ê la ragione
1 maggio 2021 22:30 Minguz
Sicuramentecl'automobilista a sbagliato a spaccare la faccia al ciclista ma ció non implica che il ciclista avesse ragione.

Codice della strada. Lo conosciamo davvero ?
1 maggio 2021 23:44 bove

1. I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell'altro.

((1-bis. Le disposizioni del comma 1 non si applicano alla circolazione dei velocipedi sulle strade urbane ciclabili)).

2. I ciclisti devono avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; essi devono essere in grado in ogni momento di vedere liberamente davanti a se', ai due lati e compiere con la massima liberta', prontezza e facilita' le manovre necessarie.

3. Ai ciclisti e' vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo.

4. I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni e devono usare la comune diligenza e la comune prudenza.

5. E' vietato trasportare altre persone sul velocipede a meno che lo stesso non sia appositamente costruito e attrezzato. E' consentito tuttavia al conducente maggiorenne il trasporto di un bambino fino a otto anni di eta', opportunamente assicurato con le attrezzature, di cui all'articolo 68, comma 5.

6. I velocipedi appositamente costruiti ed omologati per il trasporto di altre persone oltre al conducente devono essere condotti, se a piu' di due ruote simmetriche, solo da quest'ultimo. PERIODO SOPPRESSO DAL D.LGS. 10 SETTEMBRE 1993, N. 360.

7. Sui veicoli di cui al comma 6 non si possono trasportare piu' di quattro persone adulte compresi i conducenti; e' consentito anche il trasporto contemporaneo di due bambini fino a dieci anni di eta'.

8. Per il trasporto di oggetti e di animali si applica l'art. 170.

((9. I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate ovvero sulle corsie ciclabili o sulle corsie ciclabili per doppio senso ciclabile, quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalita' stabilite nel regolamento. Le norme previste dal regolamento per la circolazione sulle piste ciclabili si applicano anche alla circolazione sulle corsie ciclabili e sulle corsie ciclabili per doppio senso ciclabile)).

9-bis. Il conducente di velocipede che circola fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e il conducente di velocipede che circola nelle gallerie hanno l'obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilita', di cui al comma 4-ter dell'articolo 162. (99)

9-ter. Nelle intersezioni semaforizzate, sulla base di apposita ordinanza adottata ai sensi dell'articolo 7, comma 1, previa valutazione delle condizioni di sicurezza, sulla soglia dell'intersezione puo' essere realizzata la casa avanzata, estesa a tutta la larghezza della carreggiata o della semicarreggiata. La casa avanzata puo' essere realizzata lungo le strade con velocita' consentita inferiore o uguale a 50 km/h, anche se fornite di piu' corsie per senso di marcia, ed e' posta a una distanza pari almeno a 3 metri rispetto alla linea di arresto stabilita per il flusso veicolare. ((L'area delimitata e' accessibile attraverso una corsia o da una pista ciclabile di lunghezza pari almeno a 5 metri, situata sul lato destro in prossimita' dell'intersezione)).

10. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo e' soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 26 a € 102. La sanzione e' da € 42 a € 173 quando si tratta di velocipedi di cui al comma 6. (19) (29) (43) (52) (64) (80) (89) (101) (114) (124) (145)

@micromitch
2 maggio 2021 00:07 fransoli
"cosa cambia incontrare un gruppo di ciclisti o un camion lento".... cambia il fatto che i ciclisti possono mettersi in fila indiana mentre il camion lento non può sparire... cambia il fatto che i ciclisti dell domenica che corrono in gruppo sono li per diletto mentre l'autista del camion lento magari si sta rompendo i cosiddetti per lavoro... per i gruppi ci sono le gare... sulle strade aperte al traffico sarebbe meglio evitare... così come ci sono ciclsiti più o meno abili nell'affrontare le curve in discesa ci sono automibilisti più o meno abili nell'affrontare un sorpasso.... se non capite questo non lamentatevi se poi qualcuno meno capace un giorno fa strike

Imbecile
2 maggio 2021 08:43 LarryT
Perché queste persone che sono arrabbiate per il fatto che i ciclisti si trovino sulla loro strada hanno il tempo di fermarsi e lamentarsene?

a trifase
2 maggio 2021 08:51 kristi
??? sarebbe ora di smetterla con l atteggiamento : ma forse se la sono " cercata" ... ma siamo impazziti ? se uno è passabile di multa non va giustificato uno scalmanato che alza le mani . smettiamola , perche siete gli stessi che giustificano gli stupri dicendo : ma cioè guarda come era vestita , se la è " CERCATA" ....

Per Bove
2 maggio 2021 10:08 Monti1970
Adesso , dopo quelli del ciclista, metta anche gli articoli riguardanti l’automobilista.....

Se qui
2 maggio 2021 11:19 lupin3
Su questo sito i ciclisti se la sono cercata, pensate in qualsiasi altro ambito. Chi aveva detto che con la pandemia la bicicletta sarebbe stata piu rispettata? Purtroppo é evidente che é sempre Piu diffusa l'idea di eliminare le biciclette dalle strade ordinarie e in questo mondo liberticida ci si arriverà presto

Bove+Monti1970
2 maggio 2021 12:32 Fondriestbike
Grazie a Bove per gli articoli del codice... Poi ho paura che reciproci articoli per gli automobilisti semplicemente non esistano.... Dunque il codice è vergognosamente autocentrico....

Maledetti social
2 maggio 2021 13:43 bove
Per Monti1970
Mi creda il mio intervento era ed è totalmente a favore dei ciclisti. Ho citato il codice della strada, perché vorrei far capire che È CONSENTITO PRECEDERE AFFIANCATI. basta leggere attentamente il codice della strada. " non è consentito viaggiare in più di due affiancati", quindi fino 2 è consentito oltre no. Ora mi rivolgo al direttore, faccia un'opera di civiltà e progresso. Torni al passato. Tolga la possibilità di commentare gli articoli. Questi MALEDETTI SOCIAL stanno rovinando ed avvelenado ogni discussione. Non è semplice capirsi ed è facile fraintendere. Per non parlare di chi "frustrato" non vede l'ora di sfogarsi su di una tastiera. Quindi ribadisco faccia un gesto progressista. Che i giornalisti tornino a fare i giornalisti e i lettori i lettori. Altrimenti si continua a soffiare su un fuoco che non ha certamente bisogno di essere alimentato.

Ovviamente il prima a tacere sarà il sottoscritto

E vabė....siamo alla frutta
2 maggio 2021 17:11 lupin3
https://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/pescate-vigili-borghese-1.5143442
https://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/pescate-ciclabile-multe-ciclisti-1.6284979

x kristi
2 maggio 2021 19:09 siluro1946
Analisi lucida e suggerimenti perfetti, non altrettanto la punteggiatura.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gino MADER. 10 lode. Vince per sé, per Landa, per una squadra che in questi giorni - e soprattutto oggi - è stata spaziale. Vince perché forse una giustizia divina c’è e non può sempre girare storta. Non c’è sempre...


Salutiamo con adeguata enfasi il ritorno imprevisto e perentorio del Giro Vip. Mi metto io per primo in cima alla lista, la lista di quelli che diffidavano molto su questa edizione particolare, con alcuni nomi bellissimi però tutti reduci da...


Ancora una volta, e non è certo la prima in questo Giro d'Italia, Giulio Ciccone è andato all'attacco: «Oggi è stato un test importante per la mia condizione. Sensazioni più che buone, direi quasi oltre le aspettative, nonostante una giornata...


Se al Team Bahrain Victorius venisse concessa la possibilità di dimenticare, sicuramente sceglierebbe la giornata di ieri. Una tappa terribile la Modena-Cattolica in cui il team bahreinita si è visto sfilare via il capitano designato rimasto vittima di una terribile...


Volata a ranghi compatti nel tradizionale Circuito di Vallonia, in Belgio, e successo di Christophe Laporte. Netta la vittoria del francese della Cofidis che anticipa il connazionale Marc Sarreau (Ag2r Citroen La Mondiale) e il giovane neozelandese Laurent Pithie della...


Sprint vincente del giovane neoprofessionista Jordi Meeus nella seconda tappa del Giro di Ungheria, che oggi si è disputata sulla distanza di 183 chilometri da Balatonfüred a Nagykanizsa. Il belga della Bora Hansgrohe ha regolato un Alberto Dainese (Team DSM)...


Sentendo il nome Attila il richiamo è più che scontato al grande traghettatore degli Unni, dopo tutto le lunghe lezioni di storia ci hanno insegnato ad alzare le antenne all’udire questo nominativo. Mai avremmo immaginato che un Attilla prendesse anche...


Lo hanno fatto capire sin dal mattino, i corridori della Bahrain Victorious, che oggi avrebbero fatto la corsa. In tutti gli attacchi ci sono stati e alla fine sono entrati in due - Gino Mäder e Matej Mohoric - nella...


Ancora un giorno all’attacco al Giro per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli (160 chilometri) con arrivo in salita a mettersi in evidenza, in un’altra giornata di pioggia, è stato Simone Ravanelli. Il corridore bergamasco al chilometro...


Ha rischiato la beffa come alla Parigi-Nizza (quando Roglic lo superò a 50 metri dal traguardo, ndr), ma stavolta Gino Mader ha potuto alzare le braccia al cielo e conquistare la sesta tappa del Giro d'Italia. Finale fantastico di un'altra...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155