PAGELLE DI STAGI. NELL'AMSTEL CAMOMILLA IL BRIVIDO TRA VAN AERT E PIDCOCK ARRIVA AL FOTOFINISH

PROFESSIONISTI | 18/04/2021 | 18:58
di Pier Augusto Stagi

Wout Van AERT. 10. Avrebbe tutto il diritto di dire “sono un po’ stanchino”, ma pedala da mesi come un ossesso, portando a casa vittorie e piazzamenti in ogni dove. Poche storie, questo è un fenomeno. Forte a crono, forte in salita, veloce allo sprint, resistente e affidabile nelle corse a tappe: ma che volete di più? Certo, è belga. Ma che corridore! Dimenticavo: con quella di oggi 14° gara stagionale: 4 vittorie, 3 secondi (con quello nella generale alla Tirreno), 3 terzi, 1 quarto, 1 sesto (Fiandre), 1 nono, un 11° e un 13°. Bravo, no?


Thomas PIDCOCK. 10. Che personalità e che talento! Il piccolo Tom ha soli 21 anni, ed è l’ennesimo ragazzo di una nidiata spaventosa che va ad arricchire la già nutrita “generazione di fenomeni” di cui nessuno dei nostri fa parte. Il bimbo della Ineos ha talento da vendere e nonostante i suoi 165 centimetri di classe pura, a me sembra già un gigante.


Maximilian SCHACHMANN. 9. Il tedesco della Bora è anche costretto nel finale a rincorrere, visto che rimane coinvolto in una caduta, poi però si fa inseguire e ottiene un bellissimo terzo posto. Certo, con una condizione così, oggi un po’ di amaro in bocca resta. Per come è andato, un terzo posto è un po’ strettino.

Michael MATTHEWS. 6. L’australiano non è chiaramente in possesso di una condizione super e fa quello che può (Esteban Chaves monumentale, voto 7): vince la volata degli inseguitori. Fa tanto, con il minimo sforzo. Si fa per dire…

Alejandro VALVERDE. 7. Ad un certo punto prende su e, da solo, rientra sul gruppetto di testa. La classe non ha età.

Julian ALAPHILIPPE. 5. Il campione del mondo resta aggrappato alla corsa con i denti e la classe che lo contraddistingue, ma è chiaramente poco brillante. Poco LouLou.

Bauke MOLLEMA. 17. Sul più bello, quando è lì a giocarsela, viene tagliato fuori da una foratura.

Michał KWIATKOWSKI. 8. Il voto è a tutta la Ineos, che nel finale ne piazza lì tre, con Carapaz e Pidcock. Esemplari.

Mauri VANSEVENANT. 9. Altro 21enne, anche lui di casa Lefevere, che in bicicletta ci sa fare. Non bellissimo da vedere, ma faticatore come pochi. Oggi fa di tutto e di più: cade insegue e rientra, fora insegue e rientra, difende e tira. Prezioso.

Primoz ROGLIC. 6,5. Sul Cauberg, ultimo passaggio, fa il suo. Poi lascia fare a Wout.

Kristian SBARAGLI. 7,5. Il 30enne corridore della Alpecin Fenix ottiene un più che lusinghiero 7° posto: primo degli italiani. Non male.

Sonny COLBRELLI. 5,5. Ci prova, nel finale, entrando in una buonissima fuga a sei con Dylan Van Baarle (Ineos Grenadiers), Florian Sènèchal (Deceuninck-Quick Step), Rui Costa (UAE-Team Emirates) e Simon Clarke (Team Quebeka-Assos). Poi però rientra come i suoi soci nei ranghi.

Greg VAN AVERMAET. 4. Gioca a nascondersi e poi si perde.

Matteo TRENTIN. 5. Mai davvero nel vivo della corsa, chiude in 12° posizione: secondo degli italiani.

Jakob FUGLSANG. 5. Penserà alle Ardenne?

Edward THEUNS. 7. Il 29enne belga 8° alla Roubaix 2017, prende e va con il compagno di squadra Julien Bernard (Trek - Segafredo). Con loro, in questa fuga di giornata che ha condizionato gran parte della corsa, Stan Dewulf (AG2R Citroën Team), Sébastien Grignard (Lotto Soudal), Maurits Lammertink e Loïc Vliegen (Intermarché - Wanty - Gobert Matériaux), Chad Haga (Team DSM), Ryan Gibbons (UAE-Team Emirates), Kenny Molly (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Anders Skaarseth (Uno-X Pro Cycling Team).

AMSTEL Gold Race. 6. E meno male che è la corsa della birra: gassosa e schiumosa, effervescente e spumosa, ma oggi la classica olandese ci ha fatto l’effetto della camomilla. La classica dei Paesi Bassi ha davvero pochi momenti alti, se non negli ultimi 30 km. Chiamatela Amstel Ronf Race: sogni d’oro.

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Van Aert
18 aprile 2021 19:21 fulvio54
Che altro dire sul belga semplicemente FANTASTICO!

ronf ronf
18 aprile 2021 19:42 alerossi
il circuito sembra un mondiale, e come un mondiale si aspetta l'ultimo giro.

Mohoric 8 si può dire?
18 aprile 2021 21:42 cyrano
Lo sacrificano all'altare di Cobrelli.
Poi però deve mettersi in proprio e rimedia un piazzamento nei 10.
Grandissimo.

Cross per Dio
18 aprile 2021 22:00 bove
Se Cordiano Dagnoni non farà di tutto per riempire i campi delle gare di ciclocross il prossimo autunno inverno, possiamo metterci l'anima in pace e sperare che arrivi dal cielo il fenomeno ( Pantani docet ) a togliere le castagne da fuoco. Meditate gente mediante

@cyrano
19 aprile 2021 00:04 fransoli
non so perché dici che Mohoric sia stato "sacrificato".... non ha mai vinto una classica in vita sua... anzi, direi che nonostante abbia delle qualità indiscutibili pare ormai destinato ad una carriera da gregario/cacciatore di tappe... sono troppi anni che deve fare il salto definitivo di qualità che però non arriva mai

amstel ronf race
19 aprile 2021 08:15 bernacca
finora i corridori ci hanno abituato troppo bene :) In ogni caso la Sanremo come dovrebbe essere chiamata?? la gara dei sogni ? ( ronf ronf)

Fotofinish
19 aprile 2021 09:45 Maurone
Non esiste un altro fotofinish, magari dall'altra parte della pista?

Fotofinish
19 aprile 2021 23:53 palo
Quel fotofinish non convince per niente neanche me.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Torna il grande ciclismo in provincia di Cremona con il 38° Gran Premio Sportivi Sestesi che si svolgerà quest'oggi a Sesto ed Uniti con l'organizzazione del Velo Club Cremonese B&P Recycling del presidente Cristiano Colleoni e del direttore tecnico Fulvio Feraboli. Come...


È emersa una nuova interessante idea per far rispettare la distanza di sicurezza tra un ciclista e un altro mezzo al passaggio: una barra luminosa in grado di ruotare di 90 gradi così da formare una sorta di piccola barriera di segnalazione...


Continuano le iscrizioni alla BERGHEM#molamia, l’evento cicloamatoriale che è in programma domenica 13 giugno 2021, sempre a Gazzaniga, in Valle Seriana, e che rappresenta un momento imperdibile già per tanti appassionati.  La BERGHEM#molamia vuole far scoprire il benessere offerto dalla...


Malgrado il Covid e l’incertezza legata alle regole per gli ingressi sul territorio italiano, sarà un’edizione record per il Rally di Romagna MTB - Gyproc Saint Gobain. La manifestazione di Riolo Terme - in programma dal 29 maggio al 2...


Si avvicina un’intensa stagione di gare al Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza), che culminerà con la 24^ edizione della 6 Giorni delle Rose Internazionale, gara di classe 1 Uci dal 30 giugno al 5 luglio. A “tirare la...


  Novità per la maglia ufficiale della Toscana, che viene indossata dagli atleti e dalle atlete del ciclismo toscano quando fanno parte della rappresentativa regionale. Il debutto della nuova divisa domani domenica in due gare juniores, il Memorial Michael Antonelli...


Victor LAFAY. 10. Ce la fa, ce la fa, ce la fa. Ce l’ha fatta Victor Lafay che si pronuncia lafé! Il 25enne lionese diretto da Roberto Damiani coglie il suo primo successo da pro al Giro al termine di...


In ammiraglia a guidare Victor Lafay verso il successo c’era Roberto Damiani, il tecnico italiano che a questo Giro d’Italia ha portato ragazzi con l'obiettivo di inseguire le vittorie di tappa. «Siamo tutti felici e abbiamo sempre creduto nelle capacità...


Francesco Gavazzi è l’uomo che non si arrende al tempo, alle sfide e a quella voglia di vincere che ancora lo accompagna. Valtellinese di Morbegno conosce le fatiche e quella passione che solo le due ruote possono trasmetterti ed è...


Giovanni Carboni sfiora il colpo grosso al Giro d’Italia sull’arrivo di Guardia Sanframondi. Dopo aver centrato una fuga complicata, prova una grande azione subito prima della salita conclusiva scattando insieme a Victor Campenaerts, per poi staccarlo in salita restando...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155