FCI. IL GIRO D'ONORE DIVENTA VIRTUALE, APPUNTAMENTO DAL 5 ALL'11 GENNAIO

PREMI | 27/12/2020 | 12:10

Raccontare questo 2020 è tutt’altro che semplice. Un anno intenso, incerto, in cui è stato necessario cambiare prospettiva per reinventare idee e azioni, dal quotidiano allo straordinario, per ciascuno di noi. Quello che invece ci riesce facile raccontare sono le 49 medaglie raccolte quest’anno dai nostri atleti in Maglia Azzurra, in appena mezza stagione. Un risultato che ripaga l’intero movimento ciclistico, che ha saputo fermarsi quando era il momento, rappresentando poi il momento della ripartenza: il Mondiale strada di Imola, l’Europeo pista di Fiorenzuola, le prove internazionali di Fuoristrada tra Belgio, Svizzera ed Austria, hanno attraversato e accarezzato un Paese sofferente, dolorante ed impaziente, che lentamente cerca ancora di ripartire dopo i lockdown.


 


Un percorso che vogliamo raccontare anche a voi, attraverso le parole dei protagonisti, capaci di prendere un anno fuori dall’ordinario e renderlo straordinario. L’idea del Giro d’Onore Virtuale nasce proprio da qui: dal non volere rinunciare al tradizionale appuntamento che permette di festeggiare ancora una volta i successi di un’intera stagione e dalla consapevolezza che debba avere una veste tutta nuova.

 

Appuntamento su Instagram (@federciclismo) dal 5 all’11 gennaio 2021 tra contributi, immagini, video e storie che vi accompagneranno durante i 7 giorni dedicati alle premiazioni dei nostri atleti in Maglia Azzurra: sarà l’occasione per festeggiare insieme ancora una volta, per ricordare i nostri successi e per cominciare l’anno nuovo con lo spirito di sempre, nella speranza che le cose nel nostro Paese e nel mondo possano presto tornare alla normalità. Una famiglia allargata che torna a stringersi grazie alle testimonianze dei nostri atleti, a cui la Federazione dedica un Giro d’Onore 2.0 ciascuno.

 

Si partirà il 5 gennaio con la celebrazione dei Mondiali su pista di Berlino, rassegna iridata conclusa con un bottino complessivo di 6 medaglie, 1 titolo mondiale, 1 record del mondo, 6 record italiani e il quinto posto nel medagliere finale. La seconda tappa (6 gennaio) saranno gli Europei strada di Plouay, primo appuntamento internazionale per il gruppo azzurro, che ha portato a casa ben 7 medaglie. Ancora strada (7 gennaio) con la straordinaria kermesse dei Mondiali di Imola, un vero e proprio successo per il nostro Paese ancor prima che per la Federazione, che ha comunque raccolto uno storico oro e un bellissimo bronzo. Spazio poi ancora alla pista, con gli Europei JRS/U23 di Fiorenzuola, con i quali l'Italia del ciclismo si è confermata al centro dell'attività organizzativa internazionale. Il 9 gennaio appuntamento con il Fuoristrada, per la celebrazione dei Mondiali MTB di Leogang, i Mondiali XCE di Leuven e gli Europei MTB di Rivera. Torna in chiusura ancora la pista, per ricordare i successi degli Europei Elite di Plovdiv, durante i quali la nostra Nazionale è salita 14 volte sul podio.

 

Ma le sorprese non finiscono qui. Non perdete questo appuntamento sulla pagina Instagram @federciclismo per festeggiare degnamente una stagione che, nonostante tutto quello che è successo nel mondo, è stata ricca di soddisfazioni per il ciclismo azzurro.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
C'è anche la Francia nel calendario della Vini Zabù che aprirà un mini ciclo di corse in terra francese con il Tour d'Eure et Loir in programma dal 14 al 16 maggio. Tre le frazioni che verranno affrontate dal team...


Joao Almeida non ci sta e questa mattina al villaggio di partenza di Piacenza ha avuto il suo bell'impegno: il portoghese ha incontrato la giuria per spiegare che ieri non ha commesso alcuna infrazione e quindi non meritava l'ammonizione (accompagnata...


Difficile marcare il campo d’azione di una gravel, del resto questa speciale bici intrappola il neofita, lo stradista e il biker in cerca di nuove emozioni. Tutto accade come una esperienza quasi ancestrale e per come la vedo io, vi...


Wout van Aert potrebbe essere costretto a cambiare i suoi programmi di avvicinamento al Tour de France. Il belga della Jumbo Visma, infatti, è stato operato per una appendicectomia. Scrive il quotidiano belga Het Laatste Nieuws che Van Aert era...


La stagione di Thibaut Pinot rischia davvero di trasformarsi in calvario. Lo si capisce chiaramente dalle parole del general manager della Groupama-FDJ Marc Madiot rilasciate ad Eurosport francese: «C'è una possibilità su un milione di vedere Thibaut al via del...


Tramite il canale del tam-tam sempre attivo, seppure assai stagionato, degli specialisti del mezzofondo - gli “stayer” di collaudata esperienza a livello internazionale che guidavano le mastodontiche cilindrate dei tempi che furono sulle piste di tutto il mondo - è...


E’ tappa tutta emiliana questa quarta frazione, la prima al di fuori del Piemonte per il Giro d’Italia n. 104, con un percorso che conduce dal cuore della Pianura Padana, Piacenza, a Sestola, sull’Appennino Modenese. L’altimetria propone una prima parte...


Davide Cimolai la vittoria l’ha cercata e l’arrivo a Canale lo aveva cerchiato sul suo Garibaldi come uno degli obiettivi possibili da raggiungere. Voleva vincere e dedicare il successo alla sua compagna, a casa, che tra pochi giorni darà alla...


Storie di corse e di corridori, di maglie e di mogli, di tappe e di toppe, di scatti e di cotte, e perfino di qualche vittoria. La seconda puntata è dedicata a Sandro Quintarelli: Ciamberle. Accadde al militare: gli fecero...


Geoffrey Bouchard della AG2r Citroen e Callum Scotson della BikeExchange nella seconda tappa, Samuele Zoccarato della Bardiani CSF Faizané e Joao Almeida della Deceuninck Quick Step nella terza tappa. Sono i quattro corridori sanzionati finora dalla giuria per lancio di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155