BERNAL. «I PROBLEMI ALLA SCHIENA? TUTTO NASCE DA UNA SCOLIOSI»

PROFESSIONISTI | 22/11/2020 | 08:59
di Francesca Monzone

Egan Bernal ha spiegato l’origine dei suoi problemi alla schiena, che nascono da una forma di scoliosi di vecchia data: lo ha rivelato durante la trasmissione di ieri a Signal Colombia, alla quale è intervenuto come ospite della Vuelta a Colombia.


«Il dolore alla schiena è presente già da diversi anni – ha spiegato Bernal a Signal Colombia- lo avevo anche nel 2019quando ho vinto il Tour, ma era presente anche prima e perfino quando facevo mountain bike, il dolore è sempre stato lì, sempre presente».


Bernal attualmente è a casa dove sta continuando la sua riabilitazione, che prevede un programma intensivo di fisioterapia, e spera di poter tornare nella prossima stagione al termine di un recupero completo.

Si può quindi dire che la scoliosi, derivante da una differente lunghezza delle due gambe, non è una nuova scoperta per il campione colombiano. Il problema non è recente, ma le difficoltà sono aumentate incidendo notevolmente sul rendimento dell’atleta che quest’anno, è stato costretto ad abbandonare il Tour de France.

«Durante la quarantena ho trascorso molte ore a fare i rulli e poi siamo passati da una attività a zero intensità competitiva al gareggiare in modo intensivo in Francia. Credo che una vertebra sia andata a schiacciare parzialmente un nervo ed è da lì che è nato il dolore intenso alla schiena».

Questa è la spiegazione che Bernal ha dato davanti le telecamere colombiane, alle quali ha raccontato come stia vivendo questo periodo della sua vita. «Mi sento bene, è un infortunio complicato da risolvere ma sto lavorando per tornare allo stesso livello che avevo, sono costantemente monitorato da molti medici e sono fiducioso per il futuro».

Copyright © TBW
COMMENTI
Ho tanta paura
22 novembre 2020 12:56 berto
Che non lo rivredemo più a certi livelli. Mi auguro di sbagliarmi

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Come spesso accade in Formula 1, la prima curva si è rivelata fatale a molte atlete impegnate nella prova femminile della prima tappa di Coppa del Mondo a Tabor. Una frenata, una sbandata e molte ragazze si sono trovate a...


Nuove udienze, al tribunale di Monaco di Baviera, per il caso Aderlass - Seefeld e torna il nome dello sloveno Milan Eržen, che nega nuovamente ogni suo coinvolgimento nel caso di doping scoppiato ai campionati mondiali di sci nordico del...


Scatenata Lucinda Brand! Quarto successo in due settimane per l'esperta olandese, del team Telenet Baloise Lions, che fa sua anche la prima prova della Coppa del Mondo donne elite dettando la sua legge sul circuito di Tabor, nella Repubblica Ceca....


Arriva, prima o poi arriva per tutti il momento di voltare pagina, di scendere di sella e di incominciare una nuova vita. Arriva per ognuno di noi e anche ai corridori ciclisti che hanno fatto della passione la loro professione....


  Eletto presidente l’anno scorso a fine dicembre dopo l’assemblea straordinaria delle società pisane a seguito delle dimissioni del presidente Roberto Spadoni, Nicola Procino è stato riconfermato alla guida del Comitato Provinciale di Pisa che ora lo vedrà presidente per...


Giancarlo Ferretti, intervenuto al podcast di Tuttobiciweb, Bla bla bike, ci regala una serie di racconti inediti come questo relativo al cannibale, un compagnone fuori dalle corse. «Mi ricordo una notte in cui facemmo tardi dopo il Giro di Sardegna,...


Gli hacker si sono impadroniti del database della Federazione Ciclistica Olandese (KNWU) e adesso chiedono un riscatto per non diffondere i dati. Questo è quanto è stato comunicato dal portavoce della Koninklijke Nederlandsche Wielren Unie, che ha fatto sapere che...


Grande prova degli junior azzurri in apertura della prima prova di Coppa del Mondo di ciclocross in svolgmento a Tabor, nella Repubblica Ceca. Lorenzo Masciarelli ha colto uno splendido secondo posto giungendo staccato di soli sette secondi dallatleta di casa...


E' bella Italia anche nella prova di Coppa del Mondo delle donne juniores. Lucia Bramati conquista un bellissimo terzo posto a Tabor, nella Repubblica Ceca, dove è protagonista di una prestazione superlativa che le permette di salire per la prima...


Come in una favola. João Al­­meida è stato la rivelazione del Giro d’Italia 103. A 22 anni, alla prima stagione tra i professionisti, al de­butto in una corsa di tre settimane, veste per 15 giorni la ma­glia rosa e chiude...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155