LONGO BORGHINI. «IL TRICOLORE E' EMOZIONE, ONORE, FESTA...»

DONNE | 31/10/2020 | 17:39
di Giorgia Monguzzi

Sono occhi lucidi quelli di Elisa Longo Borghini che sul podio di Breganze va ad indossare la maglia tricolore, è la seconda in carriera e  va ad aggiungersi al titolo italiano a cronometro conquistato qualche mese fa sempre in territorio veneto. L’ossolana non è nuova a queste vittorie, eppure sembra essere  per lei la prima volta, l’emozione c’è e si fa sentire.


«È pazzesco, faccio fatica a trovare le parole per dire quello che è successo oggi - confida un’emozionatissima Elisa a tuttobiciweb -: indossare il tricolore è sempre qualcosa di assolutamente speciale, c’è una specie di magia che avvolge questa maglia. È un onore poterla indossare di nuovo per un’intera stagione, cercherò di darle il risalto che merita e sono sicura che sarà in grado di darmi una carica in più».


Elisa era la favorita della vigilia e ha rispettato tutti i pronostici arrivando sola sotto il traguardo di Breganze: la sua vittoria è stata il coronamento di un lavoro di squadra costruito alla perfezione dal gruppo Fiamme Oro.

«Oggi sapevo che avevo il 99% delle possibilità di perdere questo campionato italiano e l’1% di vincere, ma volevo giocarmi proprio bene questo 1 %. Ieri con la squadra abbiamo pianificato tutto nei minimi dettagli, ogni ragazza sapeva come e quando agire, sono state semplicemente perfette. Mi sento di ringraziarle ad una ad una perché hanno fatto un lavoro incredibile. In questa vittoria c’è molto delle Fiamme Oro che anche oggi mi ha supportato in una maniera impressionante, ma anche del team Trek Segafredo perché alla fine è con loro che indosserò il tricolore. Ho deciso di scattare in salita perché è il terreno più congeniale a me, sapevo che Marta Cavalli non mi avrebbe seguito e ho visto che Katia Ragusa era un po’ in difficoltà, così ho iniziato ad andare su di progressione e pedalata dopo pedalata ho fatto il vuoto».

Il successo ai campionati italiani arriva al termine di una stagione che per Elisa Longo Borghini è stata a dir poco fenomenale: una tappa al Giro Rosa con il terzo posto finale, medaglie ad europei e mondiali, giusto per citarne alcuni. Una stagione segnata dal problema Covid, ma che ha regalato davvero molte soddisfazioni.

«È stata una stagione veramente strana, ma anche molto bella. Dopo il lockdown ero ripartita con l’idea di provare a vincere una corsa, invece sono andata come un treno e mi sono presa tante belle soddisfazioni, sono proprio felice. Se devo essere sincera, non ho ancora realizzato bene tutto quello che è successo, sono state tante emozioni una sopra l’altra, mi manca solo l’ultima gara a Madrid sicuramente dopo quell’ultima fatica potrò tirare il fiato e prendere consapevolezza di quello che ho fatto. La cosa di cui sono sicura è che l’anno prossimo sarà ugualmente impegnativo, anzi ancora di più perché dovrò mettere tutta me stessa per riconfermare tutto quello che ho fatto».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tra le donne Annemiek Van Vleuten (Movistar Team), vincitrice delle ultime due edizioni, cerca il tris per la storia: sarebbe la prima donna a riuscire nell'impresa. Tra le altre contendenti per la vittoria anche la campionessa del mondo su strada...


Davide Formolo è cresciuto e il 2020 per lui è stato un anno speciale. Per il corridore della Valpolicella ci sono stati, per esempio, il secondo posto alla Strade Bianche e la nascita della sua prima figlia Chloe, subito dopo...


Wout van Aert è arrivato a Siena e, dopo il giro di ricognizione sul percorso di Strade Bianche, è pronto a sfidare i suoi avversari sulle strade italiane. «Penso di essere pronto, mi sento bene e questa è una corsa...


La Cofidis annuncia il prolungamento del contratto di Guillaume Martin fino alla fine della stagione 2022. Ottimi i suoi risultati nel 2020: 3° nel Critérium du Dauphiné, 2° a Orcières-Merlette sulle strade del Tour de France, miglior francese della Grande Boucle...


Se il valore di una corsa si misura dall’albo d’oro, si capisce perché la Strade Bianche è diventata in fretta una delle classiche che contano: nell’elenco dei vincitori cascano regolarmente i campioni che vanno per la maggiore. Facile che succeda...


“Ho assaporato il piacere unico che si prova quando si è in scia e davanti c’è qualcuno che per un po’ prende il vento al posto tuo” racconta Luca Spada, Presidente e Fondatore di EOLO. Da questa sensazione è nato...


È accaduto a Ravenna ma potrebbe essere qualsiasi città d'Italia; è accaduto sul Ponte di Madonna dell'Albero ma potrebbe essere qualsiasi strada; è accaduto a Sofia ma potrebbe essere chiunque di noi. Lo denuncia Andrea Collinelli ma potrebbe essere qualsiasi...


Shimano Italia è orgogliosa di annunciare il rinnovo dell’accordo per il servizio di assistenza tecnica neutrale, con la qualifica di Official Partner,  in numerose competizioni di prestigio tra cui il Giro d’Italia e le classiche come la Milano-Sanremo e...


Weekend sulle strade toscane per la Vini Zabù che domani sarà impegnata nel primo appuntamento World Tour dell'anno, la Strade Bianche, mentre domenica correrà praticamente in casa nel Gp Industria & Artigianato di Larciano. Per questa due giorni toscana i...


Week end intenso per l’Androni Giocattoli Sidermec che, dopo il debutto italiano di mercoledì a Laigueglia, mette in calendario altri due importanti appuntamenti nazionali. Domani la squadra sarà impegnata alle Strade Bianche (184 i chilometri da Siena a Siena), prova...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155