MAATJE BENASSI, LA SOLDATESSA CICLISTA ACCUSATA DI ESSERE “PAZIENTE ZERO” E MINACCIATA DI MORTE

STORIA | 01/05/2020 | 17:00
di Angelo Costa

Alla sua grande passione per il ciclismo, una soldatessa americana deve adesso un ruolo scomodissimo, specialmente di questi tempi: essere una delle principali vittime di fake news legate al coronavirus. Maatje Benassi ha 49 anni, un marito ufficiale in Aeronautica, due figli e un incarico nell’ospedale militare di Fort Belvoir, in Virginia, dove vive. Riservista dell’esercito, ha l’hobby della bicicletta da corsa. Come ciclista, nello scorso dicembre partecipa con la squadra americana ai Giochi mondiali militari in Cina, una sorte di Olimpiade che si svolge proprio a Wuhan, la città dove si ritiene sia esploso il primo focolaio del virus. Non è fortunata, Maatje: cade fratturandosi una costola e riportando una lieve commozione cerebrale. Finisce ugualmente la gara, va all’ospedale per le prime cure poi, ancora acciaccata, rientra negli Stati Uniti. Da lì in avanti, non ha altri problemi fisici, né accusa sintomi di Covid 19 e tantomeno risulta positiva.

Sembra una vicenda conclusa. E invece: a fine marzo spunta un sedicente ‘giornalista investigativo’ di Washington, George Webb, 59 anni. Ha un paio di canali su YouTube e Twitter sui quali diffonde le sue originali spiegazioni sulle trame della politica, nazionale e internazionale: è lo stesso che tre anni fa, insieme ad altri tre complottisti, aveva creato allarme rivelando l’arrivo di materiale contaminato per realizzare una bomba ‘sporca’ nel Sud Carolina, notizia rivelatasi falsa. Stavolta sostiene che il primo untore del Covid 19 sia una soldatessa americana e fa il nome di Maatje Benassi, accusandola di aver infettato la città di Wuhan. Messaggio che non solo arriva alle 100mila persone che condividono i filmati di Webb, ma rimbalza pure sui social cinesi, senza che il governo di Pechino intervenga: che a scatenare la pandemia siano stati i militari Usa è una convinzione del regime comunista orientale.

«Ogni mattina mi sveglio da un brutto sogno solo per entrare in un incubo peggiore», ha raccontato disperata alla Cnn la donna, che pur avendo dichiarato di non esser mai stata positiva, da settimane vive nella paura per le minacce di morte e i messaggi di odio ricevuti da ogni angolo del mondo.

Alla tv americana ha parlato anche il più noto dei deejay italiani, Benny Benassi, lui pure tirato in ballo dalla fantomatica teoria di Webb sulla diffusione del virus: in un collegamento telefonico l’artista, indicato dal sedicente reporter come dj olandese e come primo contagiato dal Covid 19 nei Paesi Bassi, ha confermato di non essersi mai ammalato di coronavirus, ha spiegato di aver dovuto annullare la sua tournée americana per via delle restrizioni sugli spostamenti e i distanziamenti sociali e ha pure smentito l’esistenza di un qualsiasi intreccio (‘Benassi plot’, secondo i complottisti), non conoscendo né la soldatessa americana né i componenti della sua famiglia. ‘Il mio è un cognome molto diffuso in Italia’, ha aggiunto il noto deejay e produttore reggiano.

Nonostante tutte le smentite, i video contro Maatje Benassi non sono stati tolti dalla rete: ogni tentativo per eliminarli è andato a vuoto. «Mi dicono che non si può far niente perché Webb è protetto dalla libertà di espressione. Un’azione legale? Per noi ha costi impossibili, nessuno mi difende», ha aggiunto la donna in lacrime sulla Cnn. Scoprendo di esser vittima di un altro contagio: quello delle fake news. Al punto da commentare quasi rassegnata: «Su Google resterò per sempre, falsamente, la paziente zero».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
E' mancato nella notte Genesio Ballan fondatore (e vicepresidente), con il fratello Giuseppe (Presidente), dell'omonima azienda Ballan Spa. Era ricoverato da circa una settimana presso il nosocommio veneto di Cittadella. Genesio aveva 73 anni ed era conosciuto per essere l'uomo...


Il Consiglio federale del 30 giugno 2020, il settimo dell’anno, si è concentrato soprattutto sulla ripresa delle gare. Per quanto riguarda il supporto economico, ricordiamo che in occasione della scorsa riunione erano stati deliberati contributi per il sostegno delle affiliazioni...


«Il messaggio è troppo negativo nei confronti delle aut, questa pubblicità non pu essere trasmessa. Bocciata». La sentenza emessa dalla Autorité de régulation professionnelle de la publicité (ARPP) - organismo che si occupa di controllare le pubblicità trasmesse sulla tv...


La Giunta del Coni ha approvato una norma transitoria per la procedura elettorale relativa al rinnovo delle cariche del quadriennio 2021/24. Federazioni sportive nazionali e discipline sportive associate avranno la possibilità di procedere a elezioni a partire da settembre 2020...


La prima assemblea generale online dell’associazione mondiale dei corridori è stata caratterizzata da tante “prime volte”. Il 29 giugno scorso i corridori professionisti si sono riuniti virtualmente e, non era mai successo prima, hanno potuto confrontarsi direttamente con il presidente...


Le bici a pedalata assistita sono geniali, lasciatemelo dire. Conosco tantissimi ciclisti che sono ritornati in strada grazie a questi mezzi ed oggi possono riassaporare emozioni che non sarebbero mai più state alla loro portata. KTM Macina Mezzo è una e-Road...


La 42a edizione della Vuelta a Burgos (28 luglio-1 agosto) sarà la prima corsa internazionale per la Deceuninck Quick Step e giungerà al termine del lungo ritiro che il team belga affronterà sulle Dolomiti a partire da lunedì. A guidare...


Il Team Manager della Start Up Israel, Ron Baron, ha dichiarato che il passaggio di Chriss Froome dalla Ineos alla formazione israeliana, non è in programma, almeno in questa stagione e che il britannico rimarrà alla Ineos fino alla fine...


Compiere 30 anni, entrare in una nuova fase della propria esistenza. Senza voler disquisire se si tratti di realtà o cliché, questo concetto sicuramente calza a pennello per l'attuale momento ciclistico di Fabio Aru. Lo scalatore di Villacidro oggi completa...


C’è anche Niccolò Bonifazio tra i corridori preselezionati dalla Total Direct Energie per Tour de France. Una selezione già molto avanzata, visto che sono stati fatti nove nomi per otto posti disponibili. Tra i corridori candidati a disputare la Grande...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155