SVIZZERA E RUSSIA FANNO SPLENDERE LA WOMEN'S LAKE GARDA CLASSIC

DONNE | 11/09/2019 | 07:23
Con il successo di Jolanda Neff nel 2018, la Women’s Lake Garda Classic è nata sotto un’ottima stella, inserendosi rapidamente nel novero degli appuntamenti più significativi del finale di stagione. 
A conferma della vocazione sempre più internazionale dell’evento, la presenza delle selezioni nazionali di movimenti al vertice dell’universo ciclistico femminile. A dodici mesi dall’affermazione della Neff, la Svizzeraschiererà ai nastri di partenza di Arco tutte le atlete di punta che stanno rifinendo la preparazione in vista dei Campionati del Mondo dello Yorkshire (Regno Unito).
Oro nella cronometro agli European Games di Minsk (Bielorussia) e Campionessa Nazionale sia in linea che contro il tempo, Marlen Reusser sta attraversando un eccellente momento di forma, come testimonia il terzo posto assoluto ottenuto al BeNe Ladies Tour. La 27enne elvetica potrà contare nel Garda Trentino sulle connazionali Elise Chabbey, seconda al campionato nazionale, e Kathrin Stirnemann, quest’ultima biker di valore internazionale che potrebbe provare a sorprendere sulla scia di quanto fatto nel 2018 da Jolanda Neff.
Nonostante la giovane età delle iscritte, da non sottovalutare le altre due selezioni nazionali presenti alla Lake Garda Classic: Russia e Italia. Aigul Gareeva si è infatti classificata in seconda posizione nella crono JR degli European Games, precedendo proprio due atlete della rappresentativa italiana, Camilla Alessio e Sofia Collinelli, quest’ultima figlia di Andrea Collinelli, Campione Olimpico nell’Inseguimento ad Atlanta ’96.
Fra le altre azzurre ai nastri di partenza, alcune delle papabili a rappresentare l’Italia ai prossimi Campionati del Mondo: la medaglia di bronzo continentale nella cronometro U23, Elena Pirrone, e Silvia Persico(Valcar Cylance), Rachele Barbieri (BePink), Arianna Fidanza e Lisa Morzenti (Eurotarget-Bianchi), oltre alle trentine Simona Bertolotti (Zabri-Fanini), seconda classificata nel 2018, e Letizia Borghesi(Aromitalia), vincitrice quest’anno di una tappa al Giro d’Italia. Da non sottovalutare, inoltre, l’esperta lituana Rasa Leleivyte (Aromitalia).
Confermata la partenza da Arco per l’evento inserito nel calendario Donne Elite Nazionale, organizzato dal GS Alto Garda. Una vera e propria pre-Mondiale per le atlete che si cimenteranno sul tracciato di 87,3 Kmcon arrivo a Dro, ad esattamente due settimane dalla gara in linea dei Campionati del Mondo.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Secondo arrivo in quota dell'UAE TOUR (replica della tappa di due giorni fa, con traguardo ai 1220 metri di Jabel Hafeet) e stavolta arriva la vittroia per Tadej Pogacar. Il giovane sloveno della UAE Emirates prima ha dato vita ad...


Ancora una volata, ancora un successo per Jonathan Restrepo (è il secondo), ancora un sorriso per la Androni Sidermec (è il nono delal stagione). È queso il verdetto della quinta tappa del Tour du Ruanda che si è conclusa a...


La Caja Rural RGA Seguros non dovrà sospendere la propria attività: lo ha stabilito la commissione disciplinare dell'UCI che ha deciso, dopo aver esaminato le osservazioni scritte presentate dalla squadra, di respingere il deferimento presentato dall'UCI a dicembre 2019 perché...


  Al Giro d’Italia 2017 staccò Tom Dumoulin di 5 ore, 48 minuti e 40 secondi, che a una media di 39, 843 all’ora significano più o meno 225 chilometri. Al Giro d’Italia 2018 staccò Chris Froome incredibilmente quasi con...


Giuseppe Fonzi, che non è stato confermato dalla Vini Zabù KTM con la sìquale ha praticamente sempre corso nella massima categoria, appende la sua bicicletta al chiodo e lo fa con un messaggio affidato ai social. «THE END! Ho iniziato...


Sembra una scena tratta da "Le Comiche". Adam Hansen è intento a ripartire dopo un inconveniente che lo ha visto ruzzolare a terra. Mentre armeggia con la sua bici, dando le spalle alla strada, viene spruzzato da un getto d'acqua....


Paolo Bettini non ha certo bisogno di presentazioni. Nel mondo del ciclismo pochi hanno saputo vincere quanto lui nelle gare in linea. Dall’Olimpiade, al doppio mondiale per passare alle Liegi e ai Lombardia. Ci fermiamo qui per non dilungarci troppo,...


Antonio Fusi, classe ’56, comasco di Lurago d’Erba,   torna a lavorare come allenatore-preparatore nel ciclismo. Antonio, che è originario di Guanzate, da gennaio è nello staff tecnico della Palazzago, team bergamasco che svolge attività con under 23. Ezio Tironi...


Volete sapere cosa accadde veramente in quel Fiandre 2012 quando Ballan e Pozzato, in fuga insieme a Tom Boonen, si fecero beffare dal belga? Niente di meglio che guardare il prossimo Radiocorsa, questa sera alle 22.30 su Raisport HD (canale...


  L’amore per il ciclismo, molto frequentemente, viene trasmesso dai genitori ai figli con il corredo genetico. La storia che vogliamo raccontarvi oggi ne è l’ennesima prova. Thomas Rigamonti è un giovane atleta della provincia di Como, nato nel 2006,...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155