I VOTI DI STAGI. VALVERDE DA RECORD, ROGLIC DA BATTERE, LOPEZ DA CAPIRE

I VOTI DEL DIRETTORE | 30/08/2019 | 18:15
di Pier Augusto Stagi

Alejandro VALVERDE. 10 e lode. Tappa che punta il cielo, con pendenze fino al 22%. Lui che è abituato a puntare i traguardi e si appunta tutto con estrema precisione, si fa trovare al posto giusto al momento giusto, centrando il record di Perureña: nelle ultime nove edizioni, una tappa alla Vuelta l’ha sempre vinta. Intanto questo fenomenale campione porta a 127 le vittorie in carriera, ma chiaramente va molto più veloce di una 127.


Primoz ROGLIC. 9. Secondo di tappa, secondo in classifica generale, ma primo dei favoriti al successo finale di Madrid: è lui l’uomo da battere.


Miguel Angel LOPEZ. 6,5. Torna in rosso, ma rosso è il bilancio di giornata, perché subisce troppo l’azione e fatica, a più riprese, a tenere le ruote di Roglic e Quintana.

Nairo QUINTANA. 7,5. Attivo, spumeggiante e baldanzoso: fin qui poco continuo. Alla fine arriva 4°, ma la sua è una prova più che buona.

Rafal MAJKA. 7. Il polacco si mette lì con il pilota automatico e da lì non si muove. Appena dietro i quattro big, c’è lui.

Tadej POGACAR. 8. Il pupo è tanta roba, anche se arriva con le gambe in croce e gli occhi fuori dalle orbite. Ma è tosto lo sloveno, e non lo scopriamo certamente oggi.

Fabio ARU. 7. Dopo la battuta d’arresto dell’altro ieri, il Cavaliere dei Quattro Mori torna al galoppo. Tiene duro, con forza e ottiene un buonissimo 8° posto finale di tappa. Non sarà ancora al top, ma è importante aver ritrovato in una tappa difficile e esplosiva come quella di oggi, non propriamente ideale per le sue caratteristiche, un po’ di morale.

Esteban CHAVES. 5,5. Bel sorriso non è lì, non riesce ancora a tenere il passo dei migliori. È vero, arriva 13°, ma per uno come lui è ancora un po’ poco.

George BENNETT. 7. Il 29enne corridore neozelandese ha un credo: Primoz aiutare Roglic, poi pensare alla propria di classifica. Fa bene tutto.

Wiko KELDERMAN. 5. È un regolarista, e con regolarità senza sprofondare, si stacca.

Philippe GILBERT. 7. Si getta nella mischia di giornata con Jelle Wallays (Lotto Soudal), Sergio Henao (UAE Team Emirates), Stéphane Rossetto (Cofidis), Quentin Jauregui (AG2R La Mondiale), Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), Michael Storer (Sunweb) and Sebastian Henao (Team Ineos), Cyril Barthe (Euskadi-Murias), Tomasz Marczynski (Lotto Soudal), Willie Smit (Katusha-Alpecin). Prova a far saltare il banco e provare il grande colpo, c’è un muro di troppo, e alla fine va a sbattere.

Tejay VAN GARDEREN. 3. Anche l’americano della EF Education First è costretto ad abbandonare la Vuelta in seguito alla caduta di ieri. Dopo Uran e Carthy, anche il Tejay. Come vuole l’antico adagio, non c’è due senza tre. Ora è la Educational First che deve proseguire in cinque, senza quei tre.

Copyright © TBW
COMMENTI
Rettifica
31 agosto 2019 15:33 seankelly
Alejandro Valverde ha vinto, come Domingo Perurena, 12 tappe in NOVE DIFFERENTI EDIZIONI della Vuelta e non "nelle ultime nove edizioni" come indicato nell'articolo. Aggiungo, il campione del mondo c'è riuscito lungo l'arco di ben 16 anni!! Mentre Perurena in 12 anni (1966-78). Infine, ricordo che l'impresa di Mas de la Costa vale a Valverde un altro STORICO record: è l'unico corridore ad aver vinto tappe alla Vuelta, e più in generale in un GT, a distanza di 16 anni. Dietro di lui nientemeno che Bartali e Coppi , fermi a 15 anni. MONUMENTAL

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tra le donne Annemiek Van Vleuten (Movistar Team), vincitrice delle ultime due edizioni, cerca il tris per la storia: sarebbe la prima donna a riuscire nell'impresa. Tra le altre contendenti per la vittoria anche la campionessa del mondo su strada...


Davide Formolo è cresciuto e il 2020 per lui è stato un anno speciale. Per il corridore della Valpolicella ci sono stati, per esempio, il secondo posto alla Strade Bianche e la nascita della sua prima figlia Chloe, subito dopo...


Wout van Aert è arrivato a Siena e, dopo il giro di ricognizione sul percorso di Strade Bianche, è pronto a sfidare i suoi avversari sulle strade italiane. «Penso di essere pronto, mi sento bene e questa è una corsa...


La Cofidis annuncia il prolungamento del contratto di Guillaume Martin fino alla fine della stagione 2022. Ottimi i suoi risultati nel 2020: 3° nel Critérium du Dauphiné, 2° a Orcières-Merlette sulle strade del Tour de France, miglior francese della Grande Boucle...


Se il valore di una corsa si misura dall’albo d’oro, si capisce perché la Strade Bianche è diventata in fretta una delle classiche che contano: nell’elenco dei vincitori cascano regolarmente i campioni che vanno per la maggiore. Facile che succeda...


“Ho assaporato il piacere unico che si prova quando si è in scia e davanti c’è qualcuno che per un po’ prende il vento al posto tuo” racconta Luca Spada, Presidente e Fondatore di EOLO. Da questa sensazione è nato...


È accaduto a Ravenna ma potrebbe essere qualsiasi città d'Italia; è accaduto sul Ponte di Madonna dell'Albero ma potrebbe essere qualsiasi strada; è accaduto a Sofia ma potrebbe essere chiunque di noi. Lo denuncia Andrea Collinelli ma potrebbe essere qualsiasi...


Shimano Italia è orgogliosa di annunciare il rinnovo dell’accordo per il servizio di assistenza tecnica neutrale, con la qualifica di Official Partner,  in numerose competizioni di prestigio tra cui il Giro d’Italia e le classiche come la Milano-Sanremo e...


Weekend sulle strade toscane per la Vini Zabù che domani sarà impegnata nel primo appuntamento World Tour dell'anno, la Strade Bianche, mentre domenica correrà praticamente in casa nel Gp Industria & Artigianato di Larciano. Per questa due giorni toscana i...


Week end intenso per l’Androni Giocattoli Sidermec che, dopo il debutto italiano di mercoledì a Laigueglia, mette in calendario altri due importanti appuntamenti nazionali. Domani la squadra sarà impegnata alle Strade Bianche (184 i chilometri da Siena a Siena), prova...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155