CIAO FELICE. GHIROTTO: «PERDO UN GRANDE PRESIDENTE, PERDIAMO UN GRANDE UOMO»

STORIA | 19/08/2019 | 08:06
di Danilo Viganò
«Più che il campione ricordo l'uomo che è stato Felice Gimondi. Per intenderci si toglieva il cappello come gesto di saluto di fronte a una signora. Questo era Felice...». Così Massimo Ghirotto, ex professionista vincitore di tappe al Giro, Tour, Vuelta, Giro di Svizzera e di una prova di Coppa del Mondo parla del suo presidente.
Massimo è il team manager della squadra corse di Mountain Bike della Bianchi, che purtroppo a fine anno cesserà l'attività dopo 29 stagioni.
 
Come è nata la sua collaborazione con Gimondi?
«Una sera di fine anno 1999 mi chiamò al telefono e mi disse se volevo prendere in mano la squadra di mountain bike della Bianchi. Mi parve strano, io che arrivavo dalle gare su strada, essere considerato da Gimondi per questo incarico. Ci pensai solo un attimo, infine accettai e ci accordammo per vederci. Da quel giorno abbiamo passato insieme vent'anni».
 
Tra lei e Gimondi ci sono stati contrasti sulle decisioni sportive da prendere per la squadra?
«Noi due non abbiamo mai avuto opinioni diverse, siamo sempre stati sulla stessa linea e sintonia. La sua fiducia era per me una guida, una garanzia di successo. Discutevo tutto con lui, lo informavo su ogni movimento del team, a volte capitava di sentirci anche tre-quattro volte al giorno. Anche adesso mi pare di sentire la sua voce, garbata e gentile. Non era così che doveva andare».
 
L'ultima volta che ha visto Felice?
«Tre settimane fa, eravamo in Val di Sole in Trentino per la Coppa del Mondo di Cross Country. Gimondi è venuto a trovarci, accompagnato dal fratello Alessio. Non amava fare discorsi, non era nelle sue corde, ma in quella occasione si alzò in piedi e con i suoi modi garbati fece un discorso ai ragazzi dicendo loro che a fine stagione la Bianchi avrebbe chiuso la squadra. Ringraziò lo staff tecnico e tutte le persone che avevamo lavorato per i team e il ripensarci oggi mi rattrista... È stata l'ultima volta che l'ho visto».
 
Ha un'ultima parola per Felice?
«Perdo prima di tutto un amico e poi il mio presidente. Mi viene un groppo in gola solo a pronunciare il suo nome. E' stato prima di tutto un grande uomo, purtroppo ce lo hanno portato via. Ciao Felice».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Una cronometro di altissimo livello oggi a Imola, con l’oro conquistato da Filippo Ganna, mentre l’argento è andato ad un deluso Wout van Aert, che sperava di vincere la maglia iridata. «Non potevo andare meglio oggi. Al momento c'è ancora...


Vento forte su Imola, fortissimo, esagerato. E la struttura del traguardo mondiale non regge la violenza degli agenti atmosferici, si abbatte, si accartoccia su se stessa. Per fortuna nessun addetto ai lavori è rimasto ferito nel crollo. Un vero e...


Un oro è per sempre ma quello di Filippo Ganna è un oro speciale, è il primo che l’Italia vince nella cronometro iridata. Lo scorso anno il ragazzo di Verbania aveva conquistato il bronzo nello York Shire e, meglio di...


Dopo la vittoria all’Europeo, lo svizzero Stefan Küng è salito anche sul podio mondiale. Voleva la medaglia più preziosa, ma ha dovuto fare i conti con uno straordinario Filippo Ganna e con un altrettanto forte belga Wout...


Amore Infinito è lo slogan che da alcuni anni accompagna il Giro d'Italia e la Vini Zabù KTM, innamorata della Corsa Rosa, peresenta la selezione per quello che è il suo ritorno a due anni di distanza dall'ultima volta.BEVILACQUA SIMONE...


L'UCI  ha ufficializzato oggi il calendario della stagione su strada 2021. Sulla carta tutte le gare tornano nella loro sede naturale e la speranza è che la pandemia consenta davvero di ritrovare la regolarità della stagione. Una considerazione, mancano alcune...


Sono sei gli appuntamenti internazionali del calendario femminile italiano 2021. Da segnalare che non appare il Giro dell'Emilia mentre c'è il Gran Premio Beghelli, che quest'anno non si è disputato, e la novità della Tre Valli Varesine a fine stagione,...


Filippo Ganna scrive una grande pagina di storia del ciclismo italiano: mai un azzurro era riuscito a conquistare la maglia iridata nella prova a cronometro. Il gigante verbanese c'è riuscito a Imola, sulle strade di casa ha avuto la meglio...


Si dice sempre che i ciclisti siano degli eroi e non sono parole vane. L'ultimo esempio ce l'ha regalato Chloe Dygert che questa mattina ha posato sui social: «Quando sono caduta ho pensato: se recupero la bici posso ancora vincere?...


Una diversità funzionale, qualunque essa sia, non impedisce a nessuno di praticare uno sport meraviglioso come il ciclismo. Da qui nasce Idemticos, il nuovo progetto con cui la Fondazione Contador, grazie alla decisiva collaborazione di Cofidis, vuole promuovere l'attività ciclistica...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155