SIAMO PIU' NAUSEATI NOI DELL'INCINTO

LETTERA APERTA | 05/08/2019 | 11:25
di Fiorenzo Alessi

Caro Direttore,
se è vero, fuor di dubbio, che il Doping è cosa seria (le anime belle denigratrici del Ciclismo avrebbero sarcasticamente detto... "cosa nostra"), questa positività di un atleta ad un ormone indicativo dello stato di gravidanza prendiamola seriamente.

Si afferma che la scienza medica, in questi ultimi anni, abbia fatto passi da gigante: ebbene, ora abbiamo proprio un gigante, nel fisico sicuramente e per il resto affidiamoci alla Provvidenza, che ne è la prova vivente! A breve, direi all'incirca otto o nove mesi, l’uomo darà alla luce un figlio. Al confronto, il Santo Mistero della Beata Vergine Immacolata impallidisce.

E' clamorosamente smentito, a parte ogni considerazione di ordine etico-sportivo, anche chi si affanna a dire che il doping nuoce alla salute: non so che razza di potente intruglio abbia portato il "nostro" Atleta a concepire un erede, ma di certo può con ragione affermarsi che il doping è sempre un passo avanti all'Antidoping. Oddio, forse più che di potente intruglio dovrebbe parlarsi di "pratica" dopante, ma non attacchiamoci a sottili distintinzioni. Se, come sempre, ciò che conta è il risultato, anche un piccolo e forse doloroso sacrificio giustifica il cestista in stato interessante.

L'augurio, che è di prassi in casi analoghi anche se non proprio simili, è che la gravidanza proceda regolarmente fino al lieto evento. E speriamo che non si abbiano fastidiose nausee. Quelle, mi devi credere Caro il mio mammo, le proviamo abbondantemente noi anche per te.

Cordialmente, ancor più in siffatta lieta circostanza.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

«Di una cosa sono certo: peggio di quest’anno non faremo». A Bruno Reverberi non ha mai fatto difetto l’ironia e la franchezza è la sua cifra distintiva. Quello che ha da dire, lo dice. A maggior ragione adesso, alla soglia...


Un modo diverso, un modo nuovo di raccontare lo sport e i suoi campioni. E un racconto affidato ai social network, nuovo punto di incontro e di confronto, di sviliuppo e di discussione.Segafredo Zanetti crede fortemente nei valori positivi e...


Matteo Cervellin, medico chirurgo specialista in ortopedia e traumatologia, ci spiega come ridurre il rischio di infortunio. L’attività fisica è considerata uno dei maggiori fattori di protezione da patologie cardio-circolatorie e degenerative, per questo viene fortemente sostenuta la pratica come...


"Qui Laigueglia Slow Holydays" vuole tornare a pedalare e si rivolge alle squadre ciclistiche con un progetto tutto nuovo per l'anno 2020: riportare nella città ligure il ritiro collegiale dei gruppi sportivi ciclistici che parteciperanno al Trofeo Laigueglia tradizionale classica di...


Ad un anno dal terribile incidente di cui è stato protagonista in allenamento, Samuele Manfredi continua la sua lunga risalita e, soprattutto, continua a sentirsi un corridore. Lo ha spiegato molto bene in una intervista concessa a Francesco Pancani di...


«L’obiettivo principale per noi è continuare a vincere - spiega il direttore tecnico Matt White -, come sempre avremo i grandi giri nel mirino e abbiamo la squadra giusta per puntare ai massimi risultati». Ben 24 (sui 25 del 2019)...


L'Unione Ciclistica Internazionale ha diramato la lista delle squadre che sono ammesse alla massima categoria ottenendo la licenza World Tour fino al 2023: Alé - BTC Ljubljana sarà l'unico team che avrà l'onore di rappresentare l'Italia nel gotha del ciclismo mondiale....


La Wanty Gobert cambierà nome nel 2020 e diventerà Circus - Wanty Gobert dal 1° gennaio. Circus, consociata del gruppo belga Gaming1, è attiva in casinò, sale da gioco e nel settore delle scommesse sportive: già partner del team dal...


  La Tropicale Amissa Bongo sarà una delle prime gare del 2020: in programma dal 20 al 26 gennaio, la competizione africana impegnerà gli atleti in sette frazioni attraverso cinque provincie del Gabon - con uno sconfinamento anche in Camerun....


Della serie "non fatelo a casa" o meglio in bici. In realtà chi è stato ciclista probabilmente in carriera si è lanciato nella scia di un camion tenendo un'alta velocità per molti chilometri. Un gesto che per i più esperti...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy