ALAPHILIPPE. «PIÙ SI AVVICINA PARIGI, PIÙ MI EMOZIONO»

TOUR DE FRANCE | 22/07/2019 | 15:03
di Guido La Marca

Ci sono Bahrain Merida, Mitchelton Scott e Trek Segafredo, ma i riflettori - e non potrebbe essere diversamente - al Logis Nimotel sono tutti per Julian Alaphilippe, maglia gialla e capitano della Deceuninck-Quick Step. Oltre cento fra giornalisti e fotografi schierati per lui, al punto che la maglia gialla non resiste, mette mano allo smartphone e si concede un selfie che finirà dritto nell'album dei ricordi.

«Non ho idea se sia un pensiero realistico o meno quello di arrivare a Parigi con la maglia gialla. Ma nemmeno mi sto ponendo la domanda: semplicemente continuerò a fare quello che ho fatto nelle ultime due settimane e metterò ogni energia per difendere la mia posizione di leader».

E ancora: «L'anno scorso il Tour per me è stato eccezionale, con la maglia a pois e due belle vittorie, ma ora la maglia gialla mi dà una spinta in più. Più mi avvicino a Parigi, più cambiano le mie emozioni, ma ci sono ancora tappe durissime e devo essere realista. Sul Tourmalet mi sono sorpreso, ma quella di ieri è stata una tappa molto dura».

Ieri hai perso secondi importanti...
«Avere 1'30" di vantaggio è meglio che avere 1'30" di distacco - risponde in versione “Catalano” - ma la strada è ancora lunga e molto difficlie. Pensate solo che su una terribile salita come Val Thorens un vantaggio del genere non significa quasi nulla».

Chi è l'avversario più pericoloso?
«Non ci penso. Il Team Ineos ha due punte, Kruijswijk è molto forte e ha una bella squadra, Pinot poi è in una forma eccezionale. Non ho una squadra da Tour? Lo sapevamo ancora prima del via: io sono venuto qui per lasciare un segno sul Tour: ho vinto due tappe e indosso da tanti giorni la maglia gialla: il bilancio è già positivo».

Sarà, ma accanto a lui Patrick Lefevere sorride sornione...

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Si tratta sicuramente dell'attacco manubrio più lungo che abbia mai visto e ad utilizzarlo è un atleta australiano, si chiama Leigh Phillips e corre nella formazione Nero Continental.  Il ragazzone, è altro 195 cm, pedala su una Bianchi Oltre XR3,...


Quello che le donne non dicono, lo fanno capire. Era chiaro che Alessia Piccolo avrebbe fatto qualcosa di importante. Chiaro perché la crescita del suo team femminile era lì sotto davanti gli occhi di tutti. Mancava solo il grande salto,...


In questi giorni vi abbiamo descritto uno per uno (clicca qui) i 12 corridori della Kometa-Xstra, team Continental della Fondazione Contador, e abbiamo seguito la presentazione ufficiale per il 2020 (clicca qui). Nel roster, come sappiamo, ci sono anche 4...


Si annuncia una serata finale degna della miglior tradizione alla Sei Giorni di Berlino: al termine della quinta tappa, infatti, sono balzati al comando i danesi Marc Hester e Oliver Wulff Frederiksen ma la situazione è apertissima con quattro vittoria...


E’ il camoscio della Valle d’Aosta anche se ancora deve dimostrarlo. Laurent Rigollet, classe 1999, è di Chatillon, nel cuore della Valtournanche, in provincia di Aosta. Ciclismo e sci soprattutto. Prima lo sci alpino, che ha praticato fino a 17...


  Sono passati circa dodici anni da quando, con la maglia della Società Ciclistica Busto Garolfo, una giovanissima Silvia Magri prendeva parte alle sue prime corse in bicicletta. Ora la ragazza nata il 17 ottobre 2000 è cresciuta e si...


I vincitori de Tour e del Giro 2019, Egan Bernal e Richard Carapaz, sono già al lavoro a Paipa con i loro compagni di squadra del Team Ineos, per preparare il loro esordio stagionale previsto per il Tour Colombia 2.1....


  “Usa la testa, pedala col cuore.” è il titolo del convegno in programma domani (29 gennaio), dalle 21.00, presso la sede di Respace Bike Team in via San Carlo, 39 a Seregno. L’evento, patrocinato da Federciclismo Lombardia ed organizzato...


Sarà una stagione spettacolare, quella che si preannuncia al Velodromo Francone di San Francesco al Campo. Una stagione che sembra ancora lontana dal cominciare, dal momento che siamo appena a fine gennaio, ma che per il Velodromo Francone è in...


L'Argentina si conferma terra di conquista per Fernando Gaviria, che ancora una volta ha iniziato la sua stagione a braccia alzate. «È stata una volata convulsa - racconta al termine della seconda tappa della Vuelta a San Juan. - La...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155