UN CASO AL TOUR. COSA È SUCCESSO A ROHAN DENNIS?

PROFESSIONISTI | 18/07/2019 | 15:35
di Guido La Marca

Scoppia il caso Rohan Dennis al Tour de France. L'australiano della Bahrain Merida, che in avvio di tappa è stato tra i più pimpanti nel cercare di inserirsi nella fuga, si è improvvisamente ritirato. Nessuna spiegazione al riguardo da parte di radiocorsa, ma soprattutto grande sorpresa in seno alla Bahrain Merida. Il team ha twittato alle 15.23: «La nostra priorità è la salute di tutti i nostri corridori, quindi avvieremo un'indagine immediata ma non commenteremo ulteriormente finché non avremo stabilito cosa è successo a Rohan Dennis».

Aggiornamento ore 16. Rohan Dennis ha raggiunto il pullman della squadra al traguardo a bordo di un'ammiraglia guidata dai massaggiatori, si è cambiato e senza parlare con nessuno se n'è andato.

Aggiornamento ore 16.20. Un Dennis dallo sguardo corrucciato si è allontanato con il suo manager Andrew McQuaid rifiutando di rispondere alle domande dei cronisti.

Aggiornamento ore 17.20. L'addetto stampa del team Geoffrey Pizzorni ai microfoni del collega di Raisport Ettore Giovanelli aggiunge: «Si è fermato al primo rifornimento. Per noi è stata una doccia fredda, è stata una sua decisione, è sceso di bici ed è salito in macchina. Non ha dato spiegazioni, in quel momento non era molto comunicativo. Non sembra avesse problemi fisici, ma dobbiamo parlarci per capire le sue motivazioni. Prima o poi tornerà al bus perchè ci sono su le sue cose. Aggiungere altro al momento non avrebbe senso».

Aggiornamento ore 17.40. Poche le parole di Gorazd Stangelj, tecnico dell'ammiraglia numero 1 della Bahrain Merida: «Anche noi siamo confusi e soprattutto delusi da quello che è successo, perché ci aspettavamo una grande prestazione da lui domani nella crono. Per questo gli avevamo chiesto di risparmiare energia ieri e oggi. Quando abbiamo saputo che si era fermato nella zona del rifornimento, noi lo avevamo già superato e non potevamo più tornare indietro. Abbiamo chiamato la vettura del fisioterapista per parlare con Rohan, ma lui non ha voluto rispondere, ha solo detto che voleva ritirarsi. Sappiamo solo che il ritiro non ha nulla a che fare con le sue condizioni fisiche. Insoddisfatto dei materiali? Dennis vuole che tutto sia al 100%, ma non è sempre facile ottenere questo risultato».

Aggiornamento ore 18.02. Il Team Bahrain Merida diffonde un comunicato stampa nel quale ripete parola per parola quanto era stato twittato nel pomeriggio - «La nostra priorità è la salute di tutti i nostri corridori, quindi avvieremo un'indagine immediata ma non commenteremo ulteriormente finché non avremo stabilito cosa è successo a Rohan Dennis - senza aggiungere ulteriori commenti. Intanto il pullman della squadra è partito in direzione dell'hotel di Pau dove il team alloggerà senza avere a bordo il corridore australiano.

Seguono aggiornamenti

Copyright © TBW
COMMENTI
Disastro
18 luglio 2019 17:21 Berna71
Qualcosa di grosso e’ successo certo squadra allo sbando tra mercato , casi doping e altre faccende molto molto nebulose dove non si capisce chi comanda col clan Nibali e resto separati formazioni x le gare da capire se si vuole vincere o partecipare, nel senso che al giro squadra era ridicola in supporto a Nibali, al contrario del tour e in ogni caso un casino anche se il potenziale mi pare grande ma mal sfruttato forse un bene che il siciliano vada alla Trek x chiarire un po’ le cose e gerarchie

australiani
18 luglio 2019 19:15 limatore
l'ultimo mese prima dello svizzera è stato sempre con il suo mental-coach e il suo allenatore per preparare il TdF facendo benissimo allo Svizzera. Il mental-coach ci vuole più bravo, sicuro!

Mannaggia..
18 luglio 2019 20:31 gravel
Io l'avevo in squadra nel fantaciclismo e non vedevo l'ora della crono.. Mannaggia

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L’ex professionista Juan Miguel Mercado, classe 1978, è accusato di far parte di una banda criminale, autrice di molti furti nella zonda di Granada, città natale del corridore.  Mercado, vincitore di due tappe al Tour de France (una nel 2004...


Vincenzo Nibali comincia oggi la sua 16a stagione tra i professionisti e a Ciro Scognamiglio della Gazzetta dello Sport spiega: «Un po’ di routine c’è dopo tanti anni, ma  non riguarda la voglia di correre… e in me c’è una...


Sono state presentate ieri sera a Eataly Monaco le tappe del prossimo Giro d’Italia che interesseranno la Regione Emilia Romagna. La Corsa Rosa, organizzata da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport, andrà in scena dal 9 al 31 maggio.Dopo...


Un piccolo grande Giro. La Volta ao Algarve si propone davvero come uno dei primi grandi appuntamenti della stagione, con un parterre de roi molto interessante. Da oggi a domenica vivremo cinque giorni davvero intensi: tre frazioni destinate agli attaccanti...


  Sabato si alza il sipario sulla stagione ciclistica dilettanti e come avviene da 33 anni sarà la Firenze-Empoli il primo traguardo di prestigio del 2020 in Toscana, seguito 24 ore dopo dal Gp La Torre sulle colline che dominano...


La discesa non perdona, e Walter Belli lo sa. La sua specialità è il Downhill, la Formula 1 della mountain bike. Sono pochi minuti, ma in ogni istante ci si gioca tutto. Perché una caduta può distruggere l’allenamento di mesi,...


Il modello Ghost Pro di Northwave non passa certo inosservato, infatti, si presenta come una scarpa eccellente sotto tutti i punti di vista e sfrutta al meglio la collaborazione del marchio con Michelin. Design aggressivo e prestazioni al top in ogni circostanza,...


Dal 20 al 23 febbraio l'Astana Women's Team sarà in Spagna per fare il proprio debutto stagionale in Europa: la formazione italo-kazaka sarà infatti al via della quarta edizione della Setmana Ciclista Valenciana, una breve gara a tappe che offrirà percorsi misti...


Il Comitato Regionale Lombardo ha incontrato ieri sera le società di Esordienti e Allievi maschili e femminili per il tradizionale appuntamento di inizio stagione. Nel corso della serata è stato presentato ufficialmente il nuovo tecnico della categoria allievi che è...


Voglio tentare, divertendomi ma spero anche divertendo, di mettere i giornalisti di ciclismo o comunque simpatizzanti della bicicletta che ho frequentato al Giro e al Tour (28+15 edizioni, mica bruscolini) in una sorta di padiglione con specchi deformanti: nel senso...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155