MORENO MOSER HA DECISO: «MI RITIRO»

PROFESSIONISTI | 13/05/2019 | 08:00

Moreno Moser lascia il ciclismo. Definitivamente. A soli 28 anni l'ultimo rampollo della dinastia trentina ha deciso di chiude la sua carriera. «Smetto perché non riesco più ad essere competitivo, sono nato vincente ma i momenti down hanno cominciato ad essere troppo lunghi rispetto ai picchi di forma. Non ho malattie o virus, sono solo così».

Moser era approdato nello scorso inverno alal Nippo Fantini per cercare una ripartenza dopo un paio di stagioni difficili alla Astana ma in realtà non ha mai trovato il colpo di pedale giusto. E al Tour of the Alps, dopo essere giunto ultimo nella prima tappa, nella seconda ha messo piede a terra per l'ultima volta in carriera. E ora appende la sua bici al chiodo, per voltare pagina.

Il primo a commentare sui social la notizia è stato Davide Cassani, ct azzurro: «Dispiace leggere “smetto di correre” perché ho sempre pensato che tu avessi i numeri per vincere grandi corse. Non hai mai amato le mezze misure, o tutto o niente. A 28 anni ti sei reso conto che “non riuscivi più a tenere i picchi di forma per le performance che ti competevano” e dici basta. Personalmente volevo ringraziarti per l’impegno e l’attaccamento alla maglia azzurra. Sia ai mondiali a crono nel 2015 che agli europei 2016 hai corso e onorato l’impegno ottenendo piazzamenti importanti. La foto che ho voluto mettere è la tua vittoria, l’ultima, al Trofeo Laigueglia. Ci vuole coraggio e determinazione nel dire basta a 28 anni e quel coraggio e quella determinazione ti saranno utilissimi anche ora dal momento che dovrai intraprendere un’altra strada, e senza quella bicicletta che ti ha accompagnato fino a oggi. Ho voluto scrivere questo post per ringraziarti per tutto quello che hai fatto per la nostra nazionale. Sei forte, con o senza bici».

Copyright © TBW
COMMENTI
ok
13 maggio 2019 08:59 ConteGazza
auguriamo il meglio per la sua vita a Moreno. Forza, la vita ti sorriderà in altri modi

Moreno, brava persona
13 maggio 2019 09:03 geo
Grazie Moreno per ciò che hai fatto: forse se avessi avuto vicino la persona giusta qualcosa sarebbe cambiato perché ciò che hai vinto non lo si vince per caso.

grande fratello?
13 maggio 2019 13:26 cyclepk
la speranza è quella di non vederti al grande fratello con la sigaretta in bocca come tuo cugino.

Grazie per tutto Moreno!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Dopo migliaia di chilometri all’attacco e in testa al gruppo in favore dei capitani Cesare Benedetti realizza un sogno vincendo una tappa al Giro d’Italia. «Oggi ho avuto carta libera dalla squadra, alla fine è andata bene. In salita non...


È di Kaden Groves la ruota più veloce sul traguardo di Mas-d'Azil dove i è conclusa la prima tappa della Ronde de l'Isard. L'australiano portacolori della SEG Racing Academy ha preceduto la coppia del Team Colpack formata da Alessandro Covi...


Dopo aver conquistato il titolo nazionale della crono, l'austriaco Matthias Brandle si conferma in grande condizione e conquista il successo nel prologo del Tour of Estonia, disputato oggi a Tallinn. Festa grande, quindi per la Israel Cycling Academy De Rosa:...


Non passerà alla storia come la Cuneo-Pinerolo del 1949, ma certamente la tappa odierna resterà nella storia di questo Giro. Per la lunga fuga animata 25 corridori che hanno avuto fino a quasi 16 minuti di vantaggio, per la prima...


Ha debuttato oggi al Giro una versione ultra leggera della E740 in dotazione al #GreenTeam. Questa mattina da Cuneo, sede di partenza della dodicesima tappa del Giro d’Italia, Giovanni Carboni ha preso il via con un pezzo unico di Guerciotti......


Caleb Ewan ha vinto a Novi Ligure e saluta il Giro, Elia Viviani ha incassato l'ennesima sconfitta e lui pure dice "arrivederci" alla corsa rosa. Sono gli effetti inevitabili del cambio di orizzonte che attende il Giro 102 dell'inizio della...


L’Operazione Aderlass continua a scuotere il mondo del ciclismo e lo fa ad altissimo livello: l’Uci sta indagando sul coinvolgimento, nell’affare doping che ruota attorno al dottor Mark Schmidt, del numero uno del Team Bahrain Merida, lo sloveno Milan Erzen.Dalle...


Ieri il Giro d'Italia è passato da San Zenone Po e ha portato una carezza ideale a Gianni Brera, che tante edizioni della corsa rosa ha raccontato con la sua penna. Andrea Maietti, grande amico del giornalista pavese, ci regala...


Un ragazzo del 1993 che vince con la stessa disinvoltura con cui sorride. Un’azienda che dal 1954 scalda il cuore e i muscoli degli sportivi. Anni, storie, esperienze diverse che in circostanze normali non si sarebbero incontrate. Ma queste sono...


Dani Navarro torna a sorridere. Lo spagnolo, ricoverato dal 14 maggio scorso al Policlinico di Tor Vergata, sarà dimesso domani e potrà fare ritorno a casa. Il portacolori della Katusha Alpecin era rimasto coinvolto in una brutta caduta a Frascati...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy