IL GIRO DELLA LOTTO. EWAN PER LE VOLATE, DE GENDT PER LE FUGHE

PROFESSIONISTI | 09/05/2019 | 15:13
di Giorgia Monguzzi

Come da tradizione, la Lotto Soudal arriva al Giro numero 102 per andare a caccia di tappe, in particolare con Caleb Ewan, capitano designato per gli arrivi allo sprint.

«Penso che in questo Giro ci siano cinque o sei tappe che facciano al caso mio, non mi sono segnato una frazione in particolare, ma so che darò il 100% per cercare di ottenere un ottimo risultato» dichiara Ewan.

Per il piccolo sprinter australiano è il primo anno nell’organico della Lotto Soudal e ci si aspetta molto da lui. «In verità non è cambiato molto rispetto all’anno scorso - continua-  mi sono integrato al meglio in questa squadra, ho degli ottimi compagni che mi aiutano e mi portano nelle migliori posizioni, sicuramente nelle tappe adatte allo sprint ci metteremo davanti a tirare. Certo, su di me c’è una certa pressione ma è normale anche perché è il mio primo anno in questo team e  ci si aspetta molto. Al via di questa edizione del Giro ci sono molti validi velocisti, sicuramente avranno tutti la medesima pressione che ho io, sarà una bella lotta».

Se Caleb Ewan è l’uomo forte degli sprint, per altri terreni il team Lotto Soudal può trovare una carta vincente in Thomas De Gendt, un uomo versatile ed esperto delle fughe.
«Mi sento molto bene - racconta il corridore belga -: alla Parigi Nizza e alla Volta Ciclista a Catalunya mi sono portato a casa delle belle soddisfazioni vincendo la classifica degli scalatori. Non so ancora se in questo Giro punterò alla maglia azzurra: più volte ci sono andato vicino e penso che possa essere nelle mie corde, ma per il momento però preferisco vedere come andrà la corsa, poi deciderò il da farsi. Certo, non posso negare che il mio primo obiettivo sarà vincere una tappa e cercherò di sfruttare ogni occasione a mia disposizione»

A completare la formazione belga c’è anche Victor Campenaerts che lo scorso 16 aprile ha stabilito il nuovo record dell’ora. «Il mio grande obiettivo della stagione l’ho raggiunto e ne sono estremamente soddisfatto - ci dice sorridente -: per questo Giro non ho fatto una preparazione specifica, ma anche io proverò a dire la mia. Cercherò di essere d’aiuto alla squadra e poi tenterò il colpaccio nella tappa finale: è una tappa a cronometro, è il mio terreno e potrò approfittare del fatto che in molti avranno usato le ultime energie sulle montagne»

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Più che una riflessione, un atto d'amore. Più che un'analisi, un grido disperato. Più che una proposta, una speranza da regalare a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno la passione per la bicicletta e stanno vivendo giornate difficili....


Velocista su strada e pista e ora uomo di clausura. Nella storia recente del ciclismo Mario Traversoni (domenica avrà 48 anni) è il più famoso tra i corridori del Basso Lodigiano. Atleta etichettato “genio e sregolatezza”, abitava a Codogno e...


Mai come in questo periodo l’allenamento tra le quattro mura di casa è stato così centrale nelle chiacchierate via chat o nei post sui social: squat, flessioni, stretching e corse sul tapis roulant. Tuttavia, per ciclisti, biker e triatleti, l’allenamento...


Un progetto che si fa concreto giorno dopo giorno, pur con tutti i punti di domanda che la situazione legata al coronavirus lascia ancora senza risposta: Flanders Classics sta lavorando per organizzare il Giro delle Fiandre sabato 19 settembre. In...


Ci risiamo, fermato da Carabinieri. Tutto filmato. Succede sempre in Trentino dove l'ormai noto Marco Brazzo, in sella alla sua bici, viene invitato ad accostare da una pattuglia. Lui riparte con la solita arringa documentata con smarthphone.  Abbiamo parlato con...


Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155