FISCO, COSI' PER SPORT. DISCONOSCIMENTO SPONSORIZZAZIONI E MISURE PREVENTIVE

SOCIETA' | 02/05/2019 | 07:30
di Umberto Ceriani

Spesso nel corso delle verifiche sulle aziende che hanno dedotto spese di pubblicità o sponsorizzazione vi sono contestazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate in merito a inerenza, congruità ed anti economicità.

Cerchiamo quindi di individuare le misure da adottare per confermare l’effettiva natura di spesa pubblicitaria delle sponsorizzazioni in particolare in ambito sportivo.

Premettiamo che l’art 90 della Legge 289/2002 prevede una presunzione assoluta di legittimità per il soggetto che eroga una sponsorizzazione fino a 200.000€ annui, volta alla promozione dell’immagine o dei prodotti del soggetto erogante. La Circolare 18/2018 ha precisato che i corrispettivi pagati devono necessariamente essere destinati alla promozione dell’immagine o dei prodotti dello sponsor e che deve essere riscontrata una specifica attività dell’ASD/SSD beneficiaria della sponsorizzazione.

L’Agenzia delle Entrate però, in virtù del principio di inerenza congruità ed anti economicità eccepisce spesso la deducibilità ignorando la previsione dell’art. 90. I verificatori disconoscono la deducibilità dei costi in tutti i casi in cui le ragioni per l’erogazione della sponsorizzazione appaiono non necessari o non rispondenti a criteri di congruità. Il primo punto che viene verificato è l’utile di esercizio dell’azienda che viene confrontato con il fatturato e rapportato ai costi di sponsorizzazione. Secondariamente confrontano la possibile divergenza di costi sostenuti a parità di prestazioni (ad esempio due ASD che praticano lo stesso sport, nello stesso campionato con costi di sponsorizzazione palesemente differenti a parità di prestazioni pubblicitarie). Inoltre l’entità della sponsorizzazione può apparire sproporzionata anche in base alle dimensioni dell’ASD/SSD.

Cosa può fare l’ente per tutelarsi? Prima di tutto occorre provare il concetto di inerenza predisponendo un contratto di sponsorizzazione nel quale si evinca con chiarezza quali sono le prestazioni promo-pubblicitarie svolte dal sodalizio sportivo facendo attenzione a non creare manifeste differenze a parità di prestazioni (ad esempio uno sponsor eroga un contributo di 10.000€ per un manifesto ed un altro ente eroga un importo di 1.000€ per la stessa prestazione). Inoltre si consiglia o la registrazione del contratto di sponsorizzazione se di importo elevato oppure almeno data certa. Da ultimo è fortemente consigliato raccogliere materiale fotografico per dimostrare l’apposizione di loghi e marchi e poter dimostrare l’incremento commerciale conseguito con la sponsorizzazione.

www.consulenza-associazioni.com

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ve ne avevamo già dato contezza: il Giro dovrebbe effettivamente partire da Palermo. Oggi anche l’ottimo Cosimo Cito su “La Repubblica” ha riportato questa nostra anticipazione arricchendola di qualche particolare molto interessante. Intanto lo scambio di Grandi Partenze o Grand...


Grazie all'impegno e alla disponibilità della famiglia di imprenditori Pedron, grande amica del ciclismo, il Reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale dell'Azienda Ospedaliera dell'Università di Padova potrà disporre di una preziosa apparecchiatura ad ultrasuoni necessaria a monitorare le funzioni...


La diciasettesima tappa della HTV Cup . la Da Lat - Bao Loc di 110 km - ha visto l'ennesima volata sulle strade del Vietnam ed il successo è andato a Le Nguyet Minh (Ho Chi Minh City - MM...


«Dopo tre mesi di stop, comincio ad accusare l'astinenza da corse, ho bisogno dell'adrenalina da competizione...». Gianni Savio scalpita, non vede l'ora di tornare in ammiraglia, anche se ovviamente in questi mesi di pandemia non è mai stato fermo. «È...


Una storia che profuma d’altri tempi sia per il personaggio a cui si ispira che per quella sorta di dilettantismo - nel senso più puro della parola - che le ruota attorno. La storia è quella dell’Università Saint Augustine di...


Pochi giorni fa, per la precisione il 27 maggio, ha tagliato il traguardo dei suoi primi 50 anni e per l'occasione ha fatto uno strappo alla regola, accettando l'invito di BlaBlaBike che lo ha voluto intervistare: è proprio Michele Bartoli...


Parliamo di Gabriele Landoni, corridore professionista dal 1977 al 1983, passato nella massima categoria all’età di 24 anni essendo nato il 26 marzo 1953. E’ di Cislago, paese in provincia di Varese, ai margini con quelle di Milano e Como,...


Viene da Olbia uno fra i giovani più interessanti della Sardegna. Parliamo di Lorenzo Mura, diciotto anni compiuti, con alle spalle una bella lista di successi dei quali quattro conseguiti nella passata stagione, la prima con gli Juniores. Bicampione...


Sei giugno, dolce sei giugno. Giuseppe Saronni oggi sei giugno 2020 ha buoni motivi per brindare: sono trascorsi esattamente 41 anni dal suo primo trionfo in classifica generale al Giro d’Italia. Lo straordinario campione nel 1979 al Giro vinse maglia...


Ora che possiamo finalmente rimetterci in viaggio e superare in auto i confini regionali, ritorna il desiderio di spostarsi per le vacanze, magari portandoci dietro la nuova bici acquistata anche grazie al Bonus Mobilità. Come trasportare la bici se l’auto...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155