VICENZA-BIONDE. SYRITSA, COMPLEANNO CON LA VITTORIA

DILETTANTI | 14/04/2019 | 17:30

La 75^ Vicenza Bionde è il regalo di compleanno più bello per il giovane russo Gleb Syritsa: 19 anni compiuti nel giorno della regina delle classiche in linea per Under 23 e la stazza del granatiere in grado di trionfare al termine di una fuga di oltre 150 chilometri in una giornata dal clima invernale che ha saputo scaldare il cuore degli appassionati delle due ruote a suon di emozioni e colpi di scena. Sul podio con il russo salgono i generosissimi Filippo Baroncini (Beltrami) e Gregorio Ferri (Zalf) protagonisti del finale a tre che ha deciso la classica delle due province messa ottimamente in cantiere dagli uomini della Us Bionde capitanati dal presidentissimo Filippo Scipioni.

LA CRONACA - Emozioni a non finire alla 75^ edizione della Vicenza - Bionde, la classicissima di primavera del calendario nazionale dilettantistico che  quest'oggi ha visto alla partenza 158 corridori. Nonostante il freddo e un pò di pioggia la corsa è stata da subito vivace tanto che in diciannove corridori sono evasi dal gruppo lungo le rampe della Priabona, poco dopo 10 chilometri di gara. Ad andarsene erano: Gabriele Petrelli (CTFriuli), Marco Grendene (Sissio Team), Nicolò Parisini e Filippo Baroncini (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze), Stefano Cerisara (Bike Team Nordest), Christopher Consolaro (Gallina Colosio Eurofeed), Cristian Rocchetta, Tommaso Rigatti e Riccardo Tosin (General Store Essegibi), Andrea Ferrari (Iseo Rime Carnovali), Gleb Syritsa (Lokosphinx), Matteo Polo (Named - Rocket), Omar Marouan ( Team Franco Ballerini), Jacopo Pesenti e Roberto Pasta (Palazzago), Matteo Zurlo, Gregorio Ferri e Edoardo Ferri (Zalf Euromobil Desirée Fior), Davide Baldaccini (Team Colpack).

I diciannove al comando proseguivano di comune accordo raggiungendo un vantaggio massimo sul gruppo di 2'10".  Mentre a causa di una caduta Omar Marouan era costretto ad abbandonare la corsa, intorno al chilometro 123 si riportavano sui battistrada Matteo Baseggio e Pasquale Abenante (Zalf Euromobil Desirée Fior) ed Enrico Spadini (Iseo Rime Carnovali).

Al chilometro 130 rimanevano al comando della corsa: Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Desirée Fior), Filippo Baroncini (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze), Gleb Syritsa (Lokosphinx) e Marco Grendene (Sissio), che però perdeva successivamente contatto.

Mentre il gruppo si frazionava ulteriormente andando a perdere oltre tre minuti sui battistrada, si metteva all'inseguimento del terzetto di testa un altro terzetto composto da tre corridori della Zalf Euromobil Désirée Fior: Matteo Baseggio, Pasquale Abenante e Matteo Zurlo che non riuscivano per un soffio a recuperare il poco gap rimasto fra loro e la testa della corsa.

Finale, quindi, a tre che ha visto trionfare nel giorno del suo compleanno il russo Gleb Syritsa (Lokosphinx), che con uno sprint veramente poderoso batteva il giovanissimo classe 2000 Filippo Baraoncini (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze) mentre terzo giungeva Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Desirée Fior).

LE VOCI DOPO IL TRAGUARDO - Entusiasta e sorridente sul traguardo e sul podio, Gleb Syritsa ha fatto incetta di premi alla Vicenza-Bionde riportando un nome straniero sul gradino più alto di Bionde di Salizzole: "Quando sono andato in fuga non pensavo di poter arrivare al traguardo perchè mancavano ancora tantissimi chilometri ed ero anche caduto nella prima parte di gara" ha spiegato il vincitore. "Sono felicissimo di avercela fatta specie oggi che è il mio compleanno: festeggiare così è bellissimo!"

Soddisfatto il presidente dell'Us Bionde, Filippo Scipioni: "Un podio internazionale di questa caratura e lo spettacolo offerto dagli atleti quest'oggi, ci hanno consentito di chiudere al meglio la settantacinquesima edizione di questa manifestazione. Devo ringraziare ancora una volta tutti gli sponsor a partire da Fendt, Vicentini Carni, Forigo, Auto Vighini e Banca Veronese e tutti i volontari che compongono questa complessa ed efficiente macchina organizzativa. Appuntamento all'anno prossimo per la settantaseiesima Vicenza Bionde".

Ordine d’arrivo
km 174 in 3h 42’25 media/h 46.939

1 SYRITSA Gleb Rus - Lokosphinx

2 BARONCINI Filippo Beltrami TSA Hopplà

3 FERRI Gregorio Zalf Euromobil Désirée Fior

4 ZURLO Matteo Zalf Euromobil Désirée Fior  17”

5 ABENANTE Pasquale Zalf Euromobil Désirée Fior

6 BASEGGIO Matteo Zalf Euromobil Desiree Fior

7 DI FELICE Francesco General Store Essegibi F.lli Curia  2’45”

8 VENCHIARUTTI Nicola Ita - Friuli Cycling Team

9 CERISARA Stefano Team Bike NordEst

10 BERTONE Filippo Iseo Serrature Rime Carnovali

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Ha tagliato per ultimo il traguardo di Toulouse, Giulio Ciccone: sofferente in visto, nella scia di Nizzolo e Langeveld ad oltre 12 minuti da Caleb Ewan. L'abruzzese della Trek Segafredo è rimasto coinvolto nella caduta verificatasi ad una ventina di...


Caleb EWAN. 10. Finalmente il folletto di Sydney. Ci voleva, se lo meritava perché in fin dei conti in più di un occasione era arrivato vicino alla linea del traguardo. Oggi il piccolo velocista australiano corona il sogno e centra...


È mancata ieri notte all'età di 85 anni dopo una lunga malattia la signora Bruna Cassone in Damiani, mamma di Roberto, attuale tecnico della Cofidis, tornato di fretta a casa dalle strade del Tour de France. Domani a Castellanza ore...


Ancora un piazzamento di prestigio per Elia Viviani che oggi, però, non è mai entrato nella sfida per la vittoria di tappa, finendo terzo nella scia di Ewan e Groenewegen. «Qualcosa non ha funzionato nell'impostare l'ultima rotonda, credevamo fosse più...


Decima tappa in linea e decimo vincitore diverso in un Tour de France equilibratissimo per quanto riguarda i velocisti. A Tolosa sorride Caleb Ewan che ha fulminato in un arrivo serratissimo Dylan Groenewegen mentre Elia Viviani ha chiuso al terzo...


Giro della Valle d’Aosta, prima tappa, interamente francese, atto primo. Succede al km 98 di corsa, quando ne mancano 28 all’arrivo, poco prima dell’ingresso in Praz-sur-Arly. A quell’incrocio sono già passati tre fuggitivi (il belga Vansevenant, il francese Chevalier e...


Piccole storie di ordinarie giornate di riposo al Tour. Accade ad Albi, a poche distanza dal Grand Hotel d'Orleans: i corridori chiudono la sgambata con il rituale caffé al bar. Li serve direttamente il proprietario, grande appassionato di ciclismo, che...


Andrea Bagioli, 20 anni, passerà professionista il prossimo anno con la Deceuninck Quick Step. Il valtellinese della Colpack ha dominato quest’anno la Ronde de l'Isard e il Trofeo Città di San Vendemiano.«Sono al settimo cielo, è un sogno che si...


Dopo l'Isola d'Elba, Marco Aurelio Fontana ha conquistato la Val di Pejo. In occasione della tappa della eEnduro, nella quale ha colto un buon 2° posto, il Prorider della Scuderia Fontana è andato alla scoperta di uno dei posti più belli dove girare in...


Un sondaggio da Aigle, un tweet da Copertino, un’inchiesta dalla Gran Bretagna. Sono i tre elementi della svolta tecnologica del ciclismo e del solco sempre più profondo che si va scavando tra le istituzioni e la realtà. Cominciamo dal tweet....


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy