HAINAN. COLPO DI MASNADA: TAPPA E MAGLIA GIALLA

PROFESSIONISTI | 30/10/2018 | 07:45
di Diego Barbera

Colpaccio di Fausto Masnada (Androni Giocattoli Sidermec) che nell'ottava e decisiva tappa del Tour of Hainan 2018 arriva tutto solo in cima all'erta di Changjiang raggiungendo in un colpo solo tre traguardi come la sua prima vittoria da professionista, il successo di tappa e anche la maglia di leader della classifica generale. Seconda posizione per il talento svizzero Gino Mader (Swiss) con il quale l'italiano ha duellato e terzo l'altro elvetico Matteo Badilatti (Israel) che ha battuto al fotofinish un ottimo Lyu (Hengxiang)

Era l’ottava e più difficile tappa del Tour of Hainan 2018 con partenza da Ledong e arrivo a Changjiang al termine di una salita di 7,5 chilometri con una pendenza media del 7,2% per un totale di ben 189,2 km. Il gruppo, con in maglia gialla sempre Raymond Kreder (Team Ukyo) ha lasciato la sede di partenza alle ore 10.

La prima fuga si è formata quasi subito con Roy Goldstein (Israel Cycling Academy), Joey Van Rhee e Peter Schulting (Monkey Town), Oleksandr Polivoda (Ningxia Sports Lottery Livall) e Kohei Uchima (Nippo-Vini Fantini). Schulting e Polivoda erano quelli messi meglio in classifica con 2’05’’ e 2’09’’ rispettivamente.

Dopo 35 km avevano già 6'30'' di vantaggio. E il gap si è espanso in fretta superando anche i 10 minuti (10’15’’ dopo 50 km). Al primo sprint intermedio al km 60.8, i passaggi: 1. Roy Goldstein (Israel Cycling Academy) 2. Joey Van Rhee (Monkey Town) 3. Peter Schulting (Monkey Town).

Il gruppo pilotato dalla squadra leader del Team Ukyo passava al km 85 con 8’54’’ di ritardo, in rimonta. Ai meno 75 km dal traguardo, il gap si assottigliava a 6’20’’ e ancora a 5’50’’ ai -62 km dietro propulsione di Delko Marseille Provence KTM e Swiss Cycling. Allo sprint al km 136.4: 1. Joey Van Rhee (Monkey Town) 2. Oleksandr Polivoda (Ningxia Livall) 3. Peter Schulting (Monkey Town).

Perdeva contatto Kohei Uchima (Nippo-Vini Fantini) dai fuggitivi e ai -58 km il ritardo era cronometrato in 5’32’’. Le squadre italiane passavano a dettare il ritmo ai -50 km con Bardiani-CSF e Willer Triestina-Selle Italia. Non perdevano molto davanti nel tratto finale con un gap ancora di 5’07’’ ai -25km. Ai -20 km lo svantaggio precipitava a 3’50’’ dietro il passo deciso sempre di Delko e Bardiani.

I fuggitivi prendevano la salita finale con solo due minuti da amministrare, ma la velocità del gruppo era troppo elevata per pensare che ce la potessero fare. Il primo a cedere è stato Polivoda, di certo non a suo agio sulle pendenze. Dal peloton, ci provava anche Mosca mentre davanti rimaneva soltanto Schulting.

A riportarsi sul fuggitivo era Fausto Masnada (Androni Giocattoli Sidermec) con a ruota Gino Mader (Swiss), di sicuro i due più forti in salita, con a sorpresa il cinese Lyu Xiangjing (Henxiang). A poca distanza, Julien El Fares (Delko Marseille) e Matteo Badilatti (Israel Cycling Academy).

Mentre Badilatti rientrava in testa, Mader accelerava una prima volta, ma il ritmo calava e risaliva, con lo svizzero e Masnada a controllarsi. I due si avvantaggiavano definitivamente ai -1500 metri circa. Il capitano dello Swiss perdeva però contatto ai -600 metri e il 24enne azzurro scavava il gap sufficiente per vincere non soltanto la tappa ma anche per prendere la maglia gialla.

in aggiornamento

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Bel colpo di mercato per la WNT-ROTOR Pro Cycling in vista della prossima stagione: è ufficiale, infatti, la firma di Maria Giulia Confalonieri, ventiseienne brianzola di Seregno, bicampionessa europea della corsa a punti. Una atleta che Dirk Baldinger, direttore sportivo...


Dopo l'omologazione, senza provvedimenti, della gara 87° Circuito Molinese del 5 ottobre scorso che è costata la vita a Giovanni Iannelli, la sua squadra ha proposto formale reclamo alla Corte Sportiva di Appello della Federazione Ciclistica Italiana.L'A.S.D. CIPRIANI E GESTRI –...


Dalla continua e proficua sinergia tra il Settore Studi della Federazione Ciclistica Italiana, l'Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani e la Lega Ciclismo Professionistico si è sviluppata l'organizzazione del tradizionale incontro formativo volto alla cultura della formazione in gara e fuori gara...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi e di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino. Una cerimonia ormai tradizionale per ricordare due figure indimenticabili. Il gruppo si è ritrovato presso...


Un piccolo errore, una foto voluta, un caso o un'anticipazione? Potete scatenarvi anche voi e divertirvi con le ipotesi sul futuro di Rohan Dennis. Il campione del mondo della crono ha postato questa mattina una foto scattata mentre gioca con...


C'è la firma del tedesco Thomas Lienert sulla prima tappa del Tour du Senegal, la Kolda-Ziguinchor di 185 chilometri. Lienert ha regolato in volata i quattro compagni di fuga, secondo posto per l'altro tedesco Hermann Keller e terzo per lo...


A trentanove anni da poco compiuti, Samuel Dumoulin cambia strada ma non ha intenzione di fermarsi. Professionista dal 2002 - tre sole le maglie indossate, quella della Jean Delatour nel 2002 e 2003, quella della AG2R in due momenti e...


Dal punto di vista sportivo, il 2019 è stato un grande anno per Davide Cimolai: quattro vittorie con la maglia della Israel Academy Cicli De Rosa, un ruolo importante in chiave azzurra e unrendmento costante ad alto livello. Una stagione...


Nel sangue di Francesca Barale scorrono i geni del ciclismo: papà Florido e nonno Germano, entrambi ex professionisti, hanno aperto la strada alla giovane campionessa del Pedale Ossolano che ha conquistato l'Oscar tuttoBICI Allieve Gran Premio Mapei al termine di...


A Ospitaletto di Marcaria, nel Mantovano, è andata in scena la prima prova del Trofeo Lombardia di Ciclocross che ha visto alla partenza 163 atleti di tutte le categorie. Tra gli elite da registrare la doppietta del Development Cycling Guerciotti...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy