HAINAN. COLPO DI MASNADA: TAPPA E MAGLIA GIALLA

PROFESSIONISTI | 30/10/2018 | 07:45
di Diego Barbera

Colpaccio di Fausto Masnada (Androni Giocattoli Sidermec) che nell'ottava e decisiva tappa del Tour of Hainan 2018 arriva tutto solo in cima all'erta di Changjiang raggiungendo in un colpo solo tre traguardi come la sua prima vittoria da professionista, il successo di tappa e anche la maglia di leader della classifica generale. Seconda posizione per il talento svizzero Gino Mader (Swiss) con il quale l'italiano ha duellato e terzo l'altro elvetico Matteo Badilatti (Israel) che ha battuto al fotofinish un ottimo Lyu (Hengxiang)

Era l’ottava e più difficile tappa del Tour of Hainan 2018 con partenza da Ledong e arrivo a Changjiang al termine di una salita di 7,5 chilometri con una pendenza media del 7,2% per un totale di ben 189,2 km. Il gruppo, con in maglia gialla sempre Raymond Kreder (Team Ukyo) ha lasciato la sede di partenza alle ore 10.

La prima fuga si è formata quasi subito con Roy Goldstein (Israel Cycling Academy), Joey Van Rhee e Peter Schulting (Monkey Town), Oleksandr Polivoda (Ningxia Sports Lottery Livall) e Kohei Uchima (Nippo-Vini Fantini). Schulting e Polivoda erano quelli messi meglio in classifica con 2’05’’ e 2’09’’ rispettivamente.

Dopo 35 km avevano già 6'30'' di vantaggio. E il gap si è espanso in fretta superando anche i 10 minuti (10’15’’ dopo 50 km). Al primo sprint intermedio al km 60.8, i passaggi: 1. Roy Goldstein (Israel Cycling Academy) 2. Joey Van Rhee (Monkey Town) 3. Peter Schulting (Monkey Town).

Il gruppo pilotato dalla squadra leader del Team Ukyo passava al km 85 con 8’54’’ di ritardo, in rimonta. Ai meno 75 km dal traguardo, il gap si assottigliava a 6’20’’ e ancora a 5’50’’ ai -62 km dietro propulsione di Delko Marseille Provence KTM e Swiss Cycling. Allo sprint al km 136.4: 1. Joey Van Rhee (Monkey Town) 2. Oleksandr Polivoda (Ningxia Livall) 3. Peter Schulting (Monkey Town).

Perdeva contatto Kohei Uchima (Nippo-Vini Fantini) dai fuggitivi e ai -58 km il ritardo era cronometrato in 5’32’’. Le squadre italiane passavano a dettare il ritmo ai -50 km con Bardiani-CSF e Willer Triestina-Selle Italia. Non perdevano molto davanti nel tratto finale con un gap ancora di 5’07’’ ai -25km. Ai -20 km lo svantaggio precipitava a 3’50’’ dietro il passo deciso sempre di Delko e Bardiani.

I fuggitivi prendevano la salita finale con solo due minuti da amministrare, ma la velocità del gruppo era troppo elevata per pensare che ce la potessero fare. Il primo a cedere è stato Polivoda, di certo non a suo agio sulle pendenze. Dal peloton, ci provava anche Mosca mentre davanti rimaneva soltanto Schulting.

A riportarsi sul fuggitivo era Fausto Masnada (Androni Giocattoli Sidermec) con a ruota Gino Mader (Swiss), di sicuro i due più forti in salita, con a sorpresa il cinese Lyu Xiangjing (Henxiang). A poca distanza, Julien El Fares (Delko Marseille) e Matteo Badilatti (Israel Cycling Academy).

Mentre Badilatti rientrava in testa, Mader accelerava una prima volta, ma il ritmo calava e risaliva, con lo svizzero e Masnada a controllarsi. I due si avvantaggiavano definitivamente ai -1500 metri circa. Il capitano dello Swiss perdeva però contatto ai -600 metri e il 24enne azzurro scavava il gap sufficiente per vincere non soltanto la tappa ma anche per prendere la maglia gialla.

in aggiornamento

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Julian Alaphilippe è pronto a difendere il suo titolo alla Strade Bianche, dove la scorsa stagione ha conquistato la vittoria al suo esordio in gara e ha consegnato la prima vittoria di sempre alla Francia, grazie ad un potente affondo...


Due settimane di raduno in altura, dal 1 al 14 luglio a Sestriere, il primo dopo il lockdown, sono state un vero toccasana per la Nazionale U23 guidata dal CT Marino Amadori. Un lavoro intenso e la motivazione...


Il Tour of the Alps riparte da dove si era fermato. Dopo la rinuncia all’edizione 2020 a causa della complessa situazione generata dall’emergenza epidemica, la società organizzatrice dell’evento, il GS Alto Garda, e gli enti territoriali – Tirol Werbung, IDM...


A due settimane dalla Vuelta a Burgos i corridori della CCC stanno rifinendo la preparazione e il direttore sportivo Steve Bauer fa il punto della situazione su allenamenti e programmi: «Abbiamo 16 atleti che si allenano in quota a Livigno...


Chiusi in casa, senza poter uscire in bici, un gruppo di amici ha iniziato a pedalare con la fantasia. Il progetto dei segmenti #CanaveseTour è nato durante il lock down, nella terra in cui sono cresciuti Giovanni Ellena, direttore sportivo della Androni...


Si aprirà domani a Teresin (Polonia), a pochi chilometri da Varsavia, la prima gara a tappe internazionale del dopo Covid-19. Quattro giorni di gara che segneranno il nuovo debutto della stagione 2020 e serviranno a riportare verso la normalità il mondo...


4 giorni, 23 ore, 2 minuti e 52 secondi. Questo il tempo impiegato da Omar Di Felice per raggiungere la frontiera italiana di Ventimiglia, posta al confine con la Francia, da quella di Muggia (al confine con la Slovenia), dopo aver pedalato 1630...


ìLa nuovissima bici da corsa Domane AL Disc di Trek è proprio il mezzo giusto per innamorarsi del ciclismo, ma non solo. Esattamente come ci si aspetta da un telaio in alluminio realizzato secondo una equilibratissima geometria endurance, gli esordienti potranno approfittarne per gustarsi...


"Nel 2002 stavo per passare alla US Postal di Lance Armstrong. Ricevetti una telefonata di Johan Bruynell e pensai ad uno scherzo. Mi dissero che erano interessati a me. In seguito passai una settimana in Engadina St Moritz (con Gotti,...


In vista del rientro agonistico, abbiamo intervistato i team manager delle tre formazioni Professional italiane, parlando con loro di ripresa ma anche della situazione generale del ciclismo, della Riforma, dello stato dell'arte. La seconda puntata ha per protagonista Angelo Citracca...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155