HAINAN. MANUEL BELLETTI CONCEDE IL BIS

PROFESSIONISTI | 27/10/2018 | 10:01
di Diego Barbera

Manuel Belletti mette a segno il secondo successo personale sulle strade del Tour of Hainan 2018, coronando il grande lavoro della Androni Giocattoli Sidermec che si è incaricata di conduree l'inseguimento alla fuga di giornata, con gli ultimi cinque attaccanti ripresi all'ultimo chilometro.


Per il romagnolo si tratta del quinto successo stagionale, il diciassettesimo in carriera. E non è tutto: grazie al successo odiermo, Belletti conquista anche la maglia gialla di leader della corsa.


Era davvero una frazione disegnata su di misura per Belletti la quinta tappa, con un'altimetria bugiarda dato che era ben di 2000 metri nonostante sulla mappa sembrava che le tre salite di terza categoria e l'unica di seconda fossero poca roba e troppo lontane dal traguardo. Invece, la bagarre si è scatenata sulla prima erta e ha immediatamente spezzato in due il gruppo, tagliando fuori tutti i velocisti puri come Guardini o Mareczko e decimando molti team.

Il menu proponeva 178,4 chilometri da Wanning a Lingshui con le asperità piazzate nella prima metà della frazione. La prima fuga vedeva protagonisti Gatis Smukulis (Delko Marseille Provence KTM), Clément Carisey (Israel Cycling Academy) e Harrison Sweeney (Mitchelton-BikeExchange), ma è stata ripresa dopo 16 km. La prima salita di 2,1 km al 5,8% vedeva lo scatto di Mauricio Ortega (Ningxia Sports Lottery Locally) per prendersi punti preziosi, seguito da Lyu Xianjing (Hengxiang) che poi avrebbe conquistato la maglia a pois a fine frazione.

La seconda salita (1,6km al 6.6%) frazionava definitivamente il gruppo e scattava la seconda fuga con Alexis Guerin (Delko Marseille Provence KTM), Clément Carisey (Israel Cycling Team), Simon Pellaud (Swiss Cycling) e Davide Orrico (Vorarlberg Santic) guadagnando fino a 2 minuti circa. La Androni Giocattoli controllava la velocità con Frapporti, Masnada e Ballerini per Belletti. Alexis Guerin (Delko Marseille Provence KTM) era il primo a perdere contatto davanti, mentre la fuga si esauriva poco dopo ai -40km.

Interessante tentativo assai colorato d’azzurro nel finale con Alessandro Tonelli (Bardiani CSF) e ancora Davide Orrico (Vorarlberg Santic) insieme al campione uscente Jacopo Mosca (Wilier Triestina Selle Italia), poco dopo raggiunti da Guillaume Boivin (Israel Cycling Academy), Peter Schulting (Monkey Town) e Gino Mader (Swiss). Venivano ripresi ai -3 km.

Si arrivava in volata con Belletti che completava al meglio il lavoro di squadra encomiabile dei compagni portando a casa anche la maglia gialla e il secondo successo personale.

Seguono aggiornamenti.

ORDINE D'ARRIVO

1 Manuel Belletti (Ita) Androni Giocattoli - Sidermec 4:09:07
2 Jannik Steimle (GER) Team Vorarlberg - Santic 0:00:00
3 Raymond Kreder (Ned) Team Ukyo 0:00:00
4 Georgios Bouglas (Gre) Ningxia Sports Lottery - Livall Cycling Team 0:00:00
5 Luca Pacioni (Ita) Wilier Triestina - Selle Italia 0:00:00
6 Fabian Lienhard (SUI) Nazionale Svizzera 0:00:00
7 Imerio Cima (Ita) Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini 0:00:00
8 Mirco Maestri (Ita) Bardiani - CSF 0:00:00
9 Ivar Slik (Ned) Monkey Town Continental Team 0:00:00
10 Alessandro Fedeli (Ita) Delko - Marseille Provence KTM 0:00:00

Copyright © TBW
COMMENTI
Due in fila
27 ottobre 2018 18:27 pagnonce
Un lavoro di squadra perfetto,una volata altrettanto perfetta,non fermarsi,avere obbiettivi con gare che superano i 200 km,auguri.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La giornata di denuncia della violenza sulle donne tocca ogni settore della società e naturalmente anche lo sport e il ciclismo. Il segno rosso sul viso campeggia sul volto di tanti campioni e le panchine rosse sono il simbolo di una lotta...


«Michele Bartoli è stato un campione straordinario, buono come il pane. E con me ha vinto sette classiche, dico sette...». Giancarlo Ferretti, il sergente di ferro, apre il suo cuore nella nuova puntata di BlaBlaBike e racconta i suoi campioni,...


È stata la riunione più veloce della storia di Zoom: non per problemi tecnici, anzi, ma per l'accordo praticamente unanime sulla decisione da prendere: conferma totale delle indicazioni espresse dai lettori di tuttobiciweb, Marco Villa conquista l'Oscar tuttoBICI come miglior...


Il campione kazako Alexey Lutsenko ha rinnovato il suo contratto con l’Astana - Premier Tech per un'altra stagione, mentre il canadese Steve Bauer e il kazako Dmitriy Muravyev entreranno nel team come direttori sportivi. Così l’Astana- Premier Tech ha completato...


Dallo scorso 11 ottobre, dopo la corsa a Montecatini Terme in Toscana, ha attaccato la bici al chiodo e ha già trovato lavoro, ma il suo obiettivo è arruolarsi nell’Esercito. Questa è la storia di Aldo Caiati, nato il 19...


«Mi sentivo come su un Ferrari nel traffico di Milano alle 8 del mattino... magicamente questo test negativo mi ha proiettato direttamente nell’autodromo di Monza ! Finalmente!»: Filippo Ganna esulta e torna finalmente libero. Il quarto tampone ha dato esito...


La data è di quelle da ricordare: il 25 novembre del 1945, a poco più di 13 anni e mezzo, con tanto di documento “aggiustato” per raggiungere l’età consentita, Ernesto Colnago varcava i cancelli della “Gloria” e iniziava ufficialmente il...


I medici in questo periodo fanno, comprensibilmente e giustamente, più notizia degli sportivi. Non è però per questo che Matteo Bellia ha deciso di appendere la bici al chiodo e indossare il camice. Il 23enne di Domodossola, fino a quest’anno...


La loro è una storia d’amore nata sulla bici in Slovenia e oggi vengono considerati la coppia più bella del ciclismo. Stiamo parlando del vincitore del Tour de France Tadej Pogačar e di Urška Žigart, entrambi campioni nazionali, che stanno...


Enrico Battaglin, Bardiani-CSF-Faizanè, Capitolo II. I Reverberi lo avevano lanciato nel mondo dei grandi nel 2012 e ora, cinque anni dopo l’arrivederci, lo riaccolgono, ritrovando un corridore più maturo, consapevole dei propri pregi e difetti, e con ancora tanto da...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155