PELUCCHI: «IN CERCA DI UN CONTRATTO PER IL 2019». AUDIO

PROFESSIONISTI | 13/10/2018 | 11:30
di Diego Barbera

Matteo Pelucchi è l’unico italiano della Bora Hansgrohe presente al Tour of Turkey e sta lavorando duro per il proprio capitano Sam Bennett. Un impegno che si è dimostrato vincente dato che il team ha già portato a casa due vittorie e un secondo posto. Lo sprinter originario di Giussano è in cerca di contratto per il prossimo anno.

Il 29enne non ha corso molto ma quando ha avuto le proprie opportunità le ha sapute cogliere con una vittoria in Slovacchia e numerosi piazzamenti nelle top 3 e top 10 durante l'anno. Ricordiamo che l’anno scorso aveva avuto un ottimo finale di stagione con un quinto e secondo posto proprio in Turchia e tre top ten (due settimi e un quarto posto) nell’impegnativo parterre del Tour of Guangxi in Cina.

Ecco le sue impressioni alla partenza della quinta tappa da Selcuk a Manisa. A fondo pagina il file audio da ascoltare.

Come sta andando questo Tour of Turkey?
«Sta andando bene, abbiamo già vinto due tappe con Sam Bennett. Io sono a disposizione della squadra e ci stiamo sacrificando per lui, ma abbiamo raccolto due vittorie e un secondo posto quindi siamo contenti».

Rispetto all’anno scorso la tua mansione è diversa, dal lavorare nel finale a prima
«La squadra ha deciso di avere soltanto uno sprinter e puntare su di lui. Forse oggi potrei avere un po’ più di spazio e provarci. Vediamo come va e come sarà la situazione in corsa. Quando c’è la possibilità naturalmente le volate le faccio».

Come valuti la tua condizione?
«Sto bene. Già nell’ultima corsa ho ottenuto una vittoria e un secondo posto (alla Okolo Slovenska, con secondo posto nella classifica a punti ndr). Quindi sono in crescita di condizione. Non ho corso tanto quest’anno ma quando ho avuto l’occasione sono andato bene».

Hai raggiunto diversi buoni piazzamenti.
«Non è mai facile, ero un mese a casa senza gare. Ho dimostrato anche di sapermi allenare bene a casa lontano dalle corse per presentarmi pronto all’appuntamento».

Cosa ci puoi dire del tuo futuro prossimo e sulla tua situazione?
«Il mio futuro per adesso è ancora incerto perché sono senza contratto. Sto cercando, ma la situazione non è per niente facile e a essere sincero sono un po’ preoccupato. So che è così per tanti corridori, ma stiamo a vedere».

Una vittoria potrebbe un po’ aiutare in questo senso
«Sì, anche se a essere sincero tanti mi dicono che non cambierebbero le cose. Di sicuro però farebbe molto bene per il morale».


Copyright © TBW
COMMENTI
Direct Energy
13 ottobre 2018 14:00 fix1963
Grave errore lasciare il gruppo Europcar a fine 2012. L'avrebbero tenuto ma chiedeva troppo, peccato..Sicuramente sarebbe ancora con Bernadeau. Ale

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
I lunghi mesi del lock down per la pandemia di Coronavirus hanno modificato la percezione che abbiamo della strada: l’assenza di traffico ha mostrato l’ampiezza delle carreggiate, vuote e senz’auto in transito, così come l’esiguità degli spazi riservati a chi...


"Filippo Simeoni era convintissimo di vincere a Bergamo il tricolore 2008. Me lo disse già la sera precedente in camera, durante il massaggio. Volle farsi massaggiare per ultimo e mi chiese fare un buon lavoro, meglio ancora di quello che...


Il gergo giornalistico e il bisogno di sensazionalismo possono portare ad abusare di termini ed epiteti. Pensiamo ad aggettivi come “incredibile” o “pazzesco”, a de­finizioni come “magia” e ad attributi come “eroe”, “guerriero” o “lottatore”. Ecco, concentriamoci su quest’ultima area...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la diciannovesima tappa: Cristian Gasperoni ci racconta quella del 2003. “Davanti a noi un...


La cultura è uno dei settori che più sta soffrendo per le conseguenze dell’emergenza scatenata dal coronavirus. Nell’ultima puntata di BlaBlaBike ne abbiamo parlato con Luciana Rota, giornalista e autrice, che scrive di ciclismo, di storia del ciclismo, di vini...


"L’idea di una città in cui prevale la bicicletta non è pura fantasia”. Marc Augé aveva ragione: questo mezzo di trasporto ha due secoli alle spalle eppure non è mai stato tanto vivo. Forse perché la vita, su due ruote,...


Questa sera Federico Buffa torna su Sky nella veste inedita del presentatore con un nuovo format #SkyBuffaPresenta. Smessi solo temporaneamente i panni del narratore, Federico Buffa accompagnerà in apertura e chiusura 10 documentari dedicati a grandi personaggi e squadre leggendarie...


Q36.5® è uno di quei marchi che lavora sodo su ricerca e innovazione e i risultati sono sempre spettacolari. L’anno scorso sono rimasto letteralmente a bocca aperta dopo aver provato l’iconica salopette Dottore  e la maglia Pinstripe e ora il nuovo equipaggiamento...


Domenica 7 giugno 2020 la Granfondo Stelvio Santini, annullata a causa dell’emergenza sanitaria,  si correrà virtualmente su ROUVY. Non proprio tutta la granfondo, ma solo (per il momento) la salita più iconica delle Alpi Centrali: lo Stelvio. La piattaforma digitale...


Filippo Borello è un grande fautore della multidisciplinità: «Mi hanno insegnato che fa bene, forgia il carattere e la forza, insegna a stare in bicicletta, e ti consente di dare il massimo in sella». Borello lo trovi in pista, in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155