GIRO DI TURCHIA 2018. PERCORSO, TAPPE E ALTIMETRIE DELLA CORSA

PROFESSIONISTI | 08/10/2018 | 07:57
di Diego Barbera

Il Giro di Turchia 2018 - o Presidential Cycling Tour of Turkey 2018 che dir si voglia - è pronto a scattare da Konya per giungere a Instanbul dopo sei tappe costeggiando il Mediterraneo e virando verso nord fino alla capitale. Siamo pronti a riassumere il percorso e a scoprire le frazioni della manifestazione, che l'anno scorso è stata vinta dal nostro Diego Ulissi (UAE Emirates).

Sarà la 54esima edizione della corsa turca, che è parte del calendario World Tour dall’anno scorso e che veste di turchese il proprio leader. Si partirà dalla capitale della regione di Selijukian, si proseguirà nelle note località turistiche di Alanya (dove la corsa era scattata l’anno scorso) fino a Antalya, dunque Fethiye e Marmaris arrivando dunque a Selcuk, Manisa e infine dalla capitale ottomana di Bursa a Bursa per oltre 1000 km di gara.

Lo specchietto delle tappe

9 Ottobre - 1a Tappa - Konya › Konya di 148,4 km
10 Ottobre - 2a Tappa - Alanya › Antalya di 149,6 km
11 Ottobre - 3a Tappa - Fethiye › Marmaris di 137,2 km
12 Ottobre - 4a Tappa - Marmaris › Selçuk di 205,5 km
13 Ottobre - 5a Tappa - Selçuk › Manisa di 137,3 km
14 Ottobre - 6a Tappa - Bursa › Istanbul di 166,7 km

Scendendo più nello specifico:

9 Ottobre - 1a Tappa - Konya › Konya di 148,4 km: dopo 1,6 km di trasferimento si completerà un anello con uno sprint dopo 35,2 km, una salita di seconda categoria fino a 1420 metri su livello del mare con vetta al km 60,4, un tratto in continuo saliscendi per circa 30 km e un'erta di terza categoria che termina al km 108,2. Discesa per perdere 400 metri di altitudine spalmati in circa 40 km, sprint delle bellezze turche al km 137,5 e arrivo in piano. Quanti velocisti terranno duro nella parte centrale impegnativa?



10 Ottobre - 2a Tappa - Alanya › Antalya di 149,6 km: dopo 4,5 km di trasferimento, una tappa adattissima ai velocisti con uno sprint intermedio dopo 102,7 km (quello speciale è al km 59,7) e un piccolo dentello al km 130, ma difficilmente non si arriverà con gruppo compatto.



11 Ottobre - 3a Tappa - Fethiye › Marmaris di 137,2 km: anche per la terza tappa 4,5 km di trasferimento per raggiungere il km 0 di una tappa con numerosi strappi disseminati lungo il tragitto. C’è una salita di seconda categoria che raggiunge i 320 metri dopo 33,3 km di gara, sprint al km 65,2 e sprint speciale al km 101,8. Poco prima del traguardo, una salita non segnalata come gpm potrebbe fare da trampolino per i coraggiosi.



12 Ottobre - 4a Tappa - Marmaris › Selçuk di 205,5 km: la tappa che deciderà la classifica generale, al netto di fughe impronosticabili. È la più lunga e sfora i 200 km, scala una salita di prima categoria in partenza con vetta a 620 metri dopo 36 km e vive un lungo tratto con discesa e alcuni strappi poi posiziona nel finale altre due erte. Al km 190,7 una di terza categoria fino a 250 metri e quella finale fino a 430 metri di seconda categoria. In mezzo, uno sprint al km 114,2 e uno sprint speciale al km 152,6.



13 Ottobre - 5a Tappa - Selçuk › Manisa di 137,3 km: altra tappa per velocisti con sprint dopo 27 km, salita di terza categoria fino a 430 metri con vetta al km 53,4, sprint speciale al km 125,8 e traguardo dieci km dopo.



14 Ottobre - 6a Tappa - Bursa › Istanbul di 164 km: ultima frazione, con 2,7 km di trasferimento prima di un percorso quasi senza un metro di pianura vera e propria. Ci sarà una sola salita segnalata (di terza categoria, dopo 55,1 km), si attraverserà il ponte Osman Gazi (il quarto sospeso più lungo al mondo) e anche il tunnel Ayrasya (Eurasia) fino a 97 metri sotto il livello del mare che collega i due continenti, prima del traguardo in leggera ascesa. Una tappa tutt’altro che scontata.



Dall'anno prossimo si tornerà a correre ad Aprile (16-21). Seguite il Tour of Turkey 2018 su TuttoBiciWeb con la cronaca delle tappe, interviste ai protagonisti e tutti gli approfondimenti dal cuore della corsa.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Bel colpo di mercato in chiave tedesca: Nils Politt correrà per i prossimi tre anni con la BORA - hansgrohe. «È fantastico che alla fine abbiamo trovato l’accordo - spiega Ralph Denk, team manager della formazione tedesca -. Già in...


Come avevamo anticipato Edoardo Affini nel 2021 cambierà casacca, approdando al Team Jumbo-Visma con un contratto di tre stagioni dopo aver trascorso i primi due anni da professionista con la Mitchelton-Scott. Uno step importante per il talentuoso mantovano, classe 1996, che...


Dopo le valide prestazioni mostrate nella settimana di riapertura delle competizioni, con il successo di tappa di Gaviria nella Vuelta a Burgos e il secondo posto di Formolo nelle Strade Bianche, la squadra emiratina affronterà il Tour de Pologne (WT),...


Dopo aver assistito alla ripartenza del grande ciclismo Cristian Salvato è combattuto. Il presidente dell’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) è diviso tra la gioia di aver potuto finalmente rivedere dal vivo i suoi ragazzi e ragazze al via della...


Sarà un'edizione che lascerà un'impronta indelebile nella storia, quella del trittico lombardo 2020, condizionata prepotentemente dall'epidemia da Covid 19 che non ha lasciato scampo allo sport e soprattutto al mondo del ciclismo. È dalla voglia di ripartire e di dare...


  E’ un popolo, o almeno una comunità. Ha la sua grammatica e la sua geografia. Ha anche un repertorio di piccole manie, ossessioni e rituali, solitamente innocui. Ha più spiccato il senso del piacere che quello del dovere. Sa...


L’attesa è finita. Ieri con il Circuito de Getxo, nei Paesi Baschi, anche il Team Novo Nordisk (la prima squadra al mondo composta interamente da atleti diabetici) ha ripreso a correre. Tra i tanti professionisti, che in questi giorni hanno...


La nuova linea AGX di Prologo nasce per soddisfare tutto il bisogno di avventura e libertà che ognuno di noi vive, soprattutto dopo averne compreso l’importanza in seguito all’arrivo del Coronavirus nella nostra realtà. AGX, acronimo di Adventure – Gravel – Ciclocross,  è...


Il 1° agosto non ha segnato solo la ripartenza del grande ciclismo ma anche, come sempre accade, l'apertura ufficiale del mercato ciclistico. E nelle ultime ore sono arrivati i primi colpi. Dylan Teuns ha rinnovato per due anni il contratto...


  Da Milano a Riccione in bicicletta celebrando la Via Emilia. L’idea è di Linus, direttore editoriale del polo radiofonico del gruppo GEDI che comprende Radio Deejay, Radio m2o e Radio Capital. Chiudere per le ferie di agosto gli studi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155