SQUINZI: «FROOME ERA DA FERMARE»

PROFESSIONISTI | 20/02/2018 | 07:04
«Non ho dubbi, come non ne ho avuti sedici anni fa: io al posto di Sky Froome l’avrei fermato». Giorgio Squinzi non si fa pregare, soprattutto quando c’è da parlare di ciclismo. Non c’è corsa che non segua e, soprattutto, è sempre al corrente di quanto accade nel nostro sport. «Anche perché sono sempre in collegamento con tuttobiciweb», dice l’ex presidente di Confindustria con grande affetto verso la nostra testata.

Nel 2002 l’addio alle corse. La goccia che fece traboccare il vaso della Mapei, per quasi un decennio punto di riferimento del ciclismo mondiale, è la positività al Giro di Stefano Garzelli: «Era il 17 maggio, un venerdì, il giorno prima del mio compleanno: una mazzata pazzesca – ricorda il presidente a tuttobiciweb -. Positivo al Probenecid, un diuretico. Nonostante il ragazzo sostenesse di non aver mai assunto tale sostanza e si facesse l'ipotesi di un probabile inquinamento alimentare (20 nanogrammi era la quantità riscontrata, ndr), il corridore fu costretto ad abbandonare la corsa rosa. Successivamente il ragazzo è riuscito a dimostrare l’involontarietà dell’assunzione, ma fu squalificato per 11 mesi per responsabilità oggettiva. Noi, a fine stagione, decidemmo di abbandonare l’attività».

Ma il presidente ha le idee piuttosto chiare anche sulla positività al salbutamolo di Froome. «Il regolamento è farraginoso, troppo vulnerabile e poco chiaro. Ricco di zone grigie, che il ciclismo e lo sport in genere non devono avere e non possono più permettersi – spiega il numero uno di Mapei -. Ho letto di Wellens che lo scorso anno si è ritirato dal Tour proprio per non chiedere un’autorizzazione (la Tue, ndr) a utilizzare cortisone per curare problemi di respirazione. Ho apprezzato parecchio le sue parole: le cose devono essere bianche o nere. Il limite è 1.000 nanogrammi millilitro? Froome è stato trovato a 2.000: a noi poco importa. È fuori. Lo ripeto: se fosse stato un nostro corridore, Froome non avrebbe incominciato nemmeno la stagione. Lo avremmo fermato preventivamente già a settembre, quando il team è venuto a conoscenza della positività. Quello che non trovo giusto sono i due pesi e le due misure. Spero che tutto questo non sia dato dal peso della Sky».

a cura della redazione di tuttobiciweb.it


Copyright © TBW
COMMENTI
SQUINZI
20 febbraio 2018 11:31 ERIO
Signor Squinzi, la reputo troppo intelligente per essere perplesso sul peso di Sky....
delle gran facce di folla, come disen a Milan

Signori si nasce
20 febbraio 2018 20:55 Moss
I veri signori parlano e si comportano come il Sig.Squinzi mentre gli arricchiti come la Sky.

Vero ma...
20 febbraio 2018 21:26 FrancoPersico
Lei non dice che probabilmente Sky ha condiviso son dall%u2019inizio la strategia. Quindi scoperto l%u2019inganno deve appoggiare Froome.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Un breve filmato, un'anticipazione, una chicca per far capire, intuire, promettere... DedaElementi ci regala un'anteprima carica di attesa: sono infatti in arrivo nuovi prodotti e nuove collezioni e la casa costruttrice cremonese invita tutti gli appassonati a scoprire le novità....


Puntualissimo, torna questa sera alle 23.00  l'appuntamento con Radiocorsa su Raisport HD. Ospite in studio sarà un Elia Viviani a tutto campo: con il campione olimpico dell'omnium e campione europeo della strada si parlerà della stagione 2019, dei programmi per...


«Il Veneto è da sempre terra di grandi ciclisti e grandi tappe. È proprio la sua storia, costellata di grandi successi e imprese, a renderlo pronto per una nuova, straordinaria avventura: ospitare il Campionato italiano di ciclismo 2020, una sfida...


Il prossimo fine settimana, 6-7-8 dicembre, nelle piazze italiane tornano le “Stelle di Natale”, da acquistare per sostenere Ail, l’Associazione italiana contro le leucemie. I proventi ricavanti dalla vendita delle “Stelle di Natale” andranno a sostenere la ricerca per la cura delle...


In vista della stagione 2020 il #GreenTeam ha scelto di affiancarsi alla professionialità di Fisiocortiana per tutte le visite medico-sportive di inizio stagione. Una struttura all’avanguardia e specializzata in visite mediche, trattamenti fisioterapici e osteopatici, in terapie fisiche strumentali e in training personalizzato per...


Non so voi, ma io con il tempo sono diventato davvero freddoloso e se c’è una cosa su cui non scendo a compromessi, è proprio la qualità dell’intimo! Generalmente utilizzo capi sintetici, in definitiva quelli che secondo le mie esigenze...


Grande successo ha riscosso l'altra sera la seconda edizione del Gran Galà dello Sport di San Martino di Lupari, in provincia di Padova, patrocinato dal Comune e svoltosi nel Ristorante-Hotel da Belie a Campagnalta di San Martino di Lupari. Alla...


Nessun stravolgimento, ma tante iniziative per crescere. Dovrebbe essere così la nuova stagione del Team Galbiati Sport società giovanile di Assago presieduta dall'ex campionessa di ciclismo Rossella Galbiati affiancata in tutto e per tutto dal marito Carlo Barlassina che del...


A poche settimane dalla chiusura dell’anno, è tempo di guardare verso la nuova stagione che, per le aziende che si occupano di ciclismo, significa concentrarsi sulle novità di prodotto. Il catalogo 2020 di RMS è in distribuzione in questi giorni e, sfogliandolo,...


Nicholas Pettinà, biker del CS Carabinieri, due anni fa ha subito un intervento al cervello a  causa di un tumore benigno e dopo solo due mesi è salito sulla sua mtb Olympia con l’obiettivo di fare 100 km. Segno zodiacale...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy