CASO FROOME. BARDET ATTACCA, LA DIFESA PUNTA SUI RENI

DOPING | 16/01/2018 | 11:59
Chris Froome, sempre e comunque. Nei discorsi e nelle inchieste, nelle dichiarazioni e nelle domande. Il caso del britannico, positivo al salbutamolo, continua a far discutere.

Così da una parte c’è chi prende una posizione durissima come Romain Bardet e dall’altra i consulenti legali del britannico stanno lavorando al caso.

Andiamo con ordine. Bardet non ha certo peli sulla lingua: «Il ciclismo sta diventando ridicolo. Quanto è accaduto fa male al nostro sport e gli conferisce un’immagine molto negativa. Bisogna essere esemplari sull’equità e sul modo di trattare il problema: serve trasparenza o il ciclismo rischierà di morire».

E ancora: «L’Uci avrà i mezzi per fare luce sulla storia e contrastare il potere di Sky? Non posso pensare che un corridore con una dose così alta di salbutamolo possa essere assolto. Posso credere alla sua buona fede, ma ha superato i limiti che prevedono una squalifica e non possiamo essere permissivi».

Di contro, l’avvocato Mike Morgan ha coinvolto una dozzina di specialisti per  dimostrare scientificamente che Froome non ha barato. Secondo quanto anticipa L’Equipe, la linea è quella di dimostrare il malfunzionamento dei reni e del fegato del corridore, che avrebbe causato una anomala ritenzione di salbutamolo nel corpo di Froome: una volta tornati questi organi a funzionare correttamente la sostanza sarebbe stata eliminata così da portare al risultato regolamentare registrato il giorno seguente. Secondo il quotidiano francese, Froome avrà l’assoluzione o una squalifica di due anni e, in questo caso, potrà appellarsi prima al Tribunale Antidoping dell’UCI e quindi al TAS.
Copyright © TBW
COMMENTI
CONSTATAZIONE!!!!!!
16 gennaio 2018 13:15 soichan41
Certo che sto Froome è combinato davvero male: soffre d'asma, non gli funzionano i reni......!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mah
16 gennaio 2018 13:16 Ruggero
Che vergogna !!!

Dimenticavo
16 gennaio 2018 13:17 Ruggero
Se ha un malfunzionamento dei reni, trovo assurdo che continui a correre.........

scusate se insisto
16 gennaio 2018 14:00 pickett
Il fine ultimo di tutta questa vicenda è quello di tornare ad avere un vincitore francese del Tour.Ovviamente non sto dicendo che Froome sia bianco e puro come la neve;assume senz'altro le stesse sostanze di tutti i suoi avversari,francesi in testa.Dopodichè,chi sta in alto decide chi beccare e chi lasciare in pace.Un po' come fa in Italia la Guardia di Finanza con gli imprenditori.Un risultato i francesi lo hanno già ottenuto,anche se Froome verrà assolto:lo hanno destabilizzato,lo hanno indotto a programmare il Giro,e soprattutto,lo avranno reso mooolto prudente.Ci siamo capiti...

mah
16 gennaio 2018 14:22 predaking
Soffre d\'asma e ha problemi ai reni eppure è il più forte nelle corse a tappe al momento?
Allora o lui é un fenomeno paranormale e gli altri si allenano un giorno si e tre no oppure qui c\'è qualcosa di strano.

16 gennaio 2018 15:11 limatore
possono dimostrare la sua buona fede, ma non possono passare sul fatto ceh lui è il solo responsabile di quello che viene trovato nel suo corpo al test. Squalifica sicura, forse solo 4 mesi, ma la Vuelta deve essere riassegnata.

dichiarazioni vergognose
16 gennaio 2018 16:16 servis68
c'è poco da dire..è ovvio che si sia dopato..a maggior ragione se la linea difensiva verte sul fatto che ci sia stato un malfunzionamento di reni, fegato e contemporaneamente un attacco di asma...e in questa situazione invece di un letto in ospedale per curarsi d'urgenza, addirittura affrontava una dura tappa di montagna alla Vuelta staccando i suoi avversari in classifica generale...è vero che in questo mondo contano solo i soldi e con quelli puoi tutto, però davvero se passa questa tesi è finito uno sport

per limatore
16 gennaio 2018 16:37 servis68
scusa per quale motivo solo 4 mesi? per casi molto molto meno gravi della stessa sostanza sono state comminate squalifiche di 9 mesi..quindi come minimo (e sarebbe cmq uno schifo) 9 mesi

Ridicoli
16 gennaio 2018 17:02 Joeblack78
Ecco tutti gli esperti a sentenziare su prove scientifiche...fate ridere e il ciclismo non ha bisogno di tifosi come voi.. puo non piacere ma è i lcorridore piu forte negli ultimi anni dopo contador...e una spruzzata di ventolin non fa la differenza..provatelo di persona poi vediamo se riuscite a vincere la vuelta ahahahahh

Roba da Matti
16 gennaio 2018 17:34 9colli
C'è ancora chi ha il coraggio di difenderLo. Ma come mai Ulissi e Petacchi, pur avendone preso molto meno, SONO STATI SQUALIFICATI?

froome
16 gennaio 2018 17:37 giorginoc
basta chiacchere, Froome deve essere sanzionato e fermato al più presto per la sopravvivenza dello sport ciclistico.

Joeblack
16 gennaio 2018 18:14 fedaia66
Infatti non si tratta forse di solo due spruzzate di Ventolin.
Questo e' quello che dice lui..
Ma probabilmente il Ventolin e' uno specchietto per le allodole.

Pikett
16 gennaio 2018 18:46 fix1963
Il tuo commento e' perfetto! Ale

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

È un vero e proprio dominio, quello firmato da Andrea Piccolo nella classifica dell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Ulian. Il magentino del Team LVF, infatti, ha letteralmente stracciato gli avversari conquistando punti lungo tutto l'arco della stagione con incredibile regolarità, a...


Mai dire mai... ma sembra molto difficile che le rivali possano insidiare il successo di Marta Bastianelli nell'Oscar tuttoBICI Alé Cycling. La laziale, campionessa italiana in carica, ha infatti un ampio margine di vantaggio sulla pattuglia delle avvesarie, guidate da...


  Era il Coppi di Giuncugnano. E quando il Coppi di Castellania scoprì, scelse e adottò il Coppi di Giuncugnano nella Tricofilina-Coppi, anno 1959, almeno nell’Alta Garfagnana si pensava a una nuova stella. Fu invece una meteora. Silvano Lunardi era...


"Coppi ultimo". E' il 1959 l'ultima stagione tra i professionisti con la maglia della "Tricofilina". Le grandi ali dell'Airone non volano più alte come un tempo, anzi il destino è alla porte, si chiuderanno definitivamente quella maledetta fredda mattina del 2...


Julbo si fa largo nel ciclismo con occhiali sempre più raffinati e performanti a testimonianza di quanto la sportività e la dinamicità faccia parte del DNA di questa azienda. Oggi, arrivano i nuovissimi EVAD-1, gli occhiali iper connessi che vi permettono di leggere...


All'edizione 2019 della cronosquadre denominata 6XAndrea, in programma domenica 22 a Jesolo (Venezia) e valida per il Campionato Italiano della specialità, parteciperanno anche 12 corridori, suddivisi in due formazioni, appartenenti all'Associazione Glorie del Ciclismo Triveneto presieduta da Mario Beccia... per...


Sabato 21 settembre, presso la Pro-Loco Seregno, in via Cavour 25, alle ore 17.30, è in programma un incontro-dibattito con il titolo “RACCONTI DI CICLISMO - tra romanzo e storia” con gli autori delle pubblicazioni – Mauro Colombo e Gianni...


  Tutto pronto per la sessantesima edizione della Coppa Messapica, la classica del ciclismo dilettantistico élite e under-23 che si correrà sabato a Ceglie Messapica. Grazie alla regia dell’A.S.D.C G.S.C. Orazio Lorusso, andrà in scena una gara sicuramente combattuta con...


Si profila una nuova sfida per il Team Mortiloro Lanzarote che questo finale di stagione vede protagonista Stefano Cecini che, dopo aver gareggiato in tandem con Pierre Amighini per tutto l’anno, si cimenta ora in una prova estrema l’Adriatica Marathon 2019. Si tratta di una competizione...


Si preannuncia un finale emozionante, da correre sul filo di lana per eleggere la squadra Campione d’Italia 2019. La Ciclismo Cup è arrivata alla dodicesima prova, dopo Giro di Toscana e Coppa Sabatini, e sta andando in scena un testa...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy