BANI, LUNARDON e l'avventura in Asia. AUDIO

PROFESSIONISTI | 16/09/2017 | 10:01
Eugenio Bani e Paolo Lunardon sono i due corridori italiani in forza alla squadra taiwanese RTS Monton che è impegnata al Tour of China 2017. Dopo aver disputato la scorsa edizione con la maglia della Amore e Vita e aver ottenuto buoni piazzamenti di tappa, li ritroviamo quest'anno in cerca di fortuna con la casacca di un team agli antipodi da casa. Una buona occasione per ascoltare le loro impressioni su questo mondo.

Come sta andando questa stagione con il vostro team a Taiwan?

Bani: «È tutto un altro ciclismo rispetto a Italia e Europa, abbiamo voluto provare questa esperienza. Di sicuro è un'esperienza che ti segna, perché devi stare via non soltanto dall’Italia, ma anche dall'Europa, perché sei in Cina dove tutto diverso. Ci siamo adattati abbastanza bene, l’unico problema è stato il cibo, ma una volta che sei qui o ti adatti o ti adatti».

Lunardon: «Una nuova avventura, l’importante è divertirsi e cercare di portare a casa i migliori risultati».

E con la squadra?

Bani: «In squadra ci troviamo bene, anche se c'è molta differenza rispetto ai team europei. Ma noi continuiamo a guardare avanti, siamo qui e combattiamo per la vittoria tutti i giorni».

Lunardon: «La squadra è di medio livello, non è uno squadrone, ma possiamo contare su uno scalatore forte e quindi ci facciamo sempre vedere e cerchiamo di dare il massimo. In volata ci siamo noi due, se ci arriviamo (ride, NDR)».

Come comunicate all'interno della squadra?

Bani: «Abbiamo la traduttrice in cinese dall'inglese, lingua che ormai abbiamo imparato e c'è anche una interprete spagnola, perché abbiamo tre colombiani nel team. Dunque comunichiamo in inglese tra noi. All’inizio era un po’ difficile ma una volta compreso il meccanismo non c’è problema, è come in Italia».

Come si svolge la stagione tra Italia e Asia?

Lunardon: «Abbiamo iniziato a marzo con il Giro di Taiwan e siamo stati due settimane via, poi una lunga pausa fino a luglio quando inizia la stagione asiatica. Tutto il mese siamo stati in Cina al Tour de Xinghai Lake, ora il Tour of China, poi ritorneremo ad ottobre per il Thailou Lake e Hainan. Dunque una settimana-dieci giorni a casa e qui un mese, così fino a novembre».

Quando tornerete in Italia?

Bani: «Mi piacerebbe di certo tornare in Italia, ma è difficile in questo momento, ora pensiamo a fare risultati poi si vedrà»

Da Anshun, Diego Barbera
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Finalmente a casa! Rigoberto Urán ha postato sui social la notizia del rientro nella sua casa di Montecarlo dopo ben tre settimane di ricovero all’ospedale Universitario Dexeus di Barcellona. Il colombiano della EF Education First era caduto durate la sesta...


Neppure il tempo di rifiatare dopo le corse toscane che per l’Androni Giocattoli Sidermec è già nuovamente il momento di correre. Nel fine settimana arriveranno altri due importanti appuntamenti per il team campione d’Italia. Domani si comincia con il memorial...


Dopo la trasferta canadese, Vincenzo Nibali torna a correre il Italia e domani sarà al via della 16a edizione del Memorial Marco Pantani. Il percorso è lo stesso degli ultimi anni con il circuito di Montevecchio che prevede una salita...


Il Team Sunweb sta valutando con i propri legali la possibilità di adire contro il suo ex corridore Georg Preidler dopo le confessioni dell’austriaco che ha ammesso nei mesi scorsi di aver utilizzato sostanze dopanti. Preidler ha militato nell’allora Giant...


È un vero e proprio dominio, quello firmato da Andrea Piccolo nella classifica dell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Ulian. Il magentino del Team LVF, infatti, ha letteralmente stracciato gli avversari conquistando punti lungo tutto l'arco della stagione con incredibile regolarità, a...


Mai dire mai... ma sembra molto difficile che le rivali possano insidiare il successo di Marta Bastianelli nell'Oscar tuttoBICI Alé Cycling. La laziale, campionessa italiana in carica, ha infatti un ampio margine di vantaggio sulla pattuglia delle avvesarie, guidate da...


  Era il Coppi di Giuncugnano. E quando il Coppi di Castellania scoprì, scelse e adottò il Coppi di Giuncugnano nella Tricofilina-Coppi, anno 1959, almeno nell’Alta Garfagnana si pensava a una nuova stella. Fu invece una meteora. Silvano Lunardi era...


"Coppi ultimo". E' il 1959 l'ultima stagione tra i professionisti con la maglia della "Tricofilina". Le grandi ali dell'Airone non volano più alte come un tempo, anzi il destino è alla porte, si chiuderanno definitivamente quella maledetta fredda mattina del 2...


Julbo si fa largo nel ciclismo con occhiali sempre più raffinati e performanti a testimonianza di quanto la sportività e la dinamicità faccia parte del DNA di questa azienda. Oggi, arrivano i nuovissimi EVAD-1, gli occhiali iper connessi che vi permettono di leggere...


All'edizione 2019 della cronosquadre denominata 6XAndrea, in programma domenica 22 a Jesolo (Venezia) e valida per il Campionato Italiano della specialità, parteciperanno anche 12 corridori, suddivisi in due formazioni, appartenenti all'Associazione Glorie del Ciclismo Triveneto presieduta da Mario Beccia... per...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy