GIRO. A FUCECCHIO IL PIU' VELOCE E' ACKERMANN
Da Bologna Fucecchio la prima tappa in linea della corsa rosa
Copyright © TBW
17:12
Restate su tuttobiciweb per leggere l'ordine d'arrivo completo e le interviste ai protagonisti di questa tappa.
17:11
Vince il campione tedesco Pascal Ackermann su Elia Viviani, Caleb Ewan, Fernando Gaviria e Arnaud Demare.
17:10
Cade Olivier Le Gac della Groupama FDJ, ma per fortuna non fa strike.
17:09
Siamo al triangolo rosso, la Bora Hansgrohe con a ruota la Lotto Soudal lancia la volata.
17:07
Problemi meccanici tagliano fuori dai giochi anche Manuel Belletti, il velocista della Androni Sidermec.
17:05
Si organizzano i treni dei velocisti, si deciderà tutto allo sprint.
17:02
La fuga viene annullata a 7 km dall'arrivo.
17:00
Nuovi problemi meccanici per Knees.
16:58
Foratura di Giacomo Nizzolo (Dimension Data) quando mancano 10 km al traguardo.
16:54
Andrey Zeits dell'Astana è costretto a effettuare un cambio bici.
16:51
A 15 km dal traguardo i quattro di testa hanno solo 18" sul gruppo maglia rosa.
16:46
Forcing della Bora Hansgrohe che oggi punta su Pascal Ackermann.
16:42
Frapporti si riporta sui primi, ma il loro margine è ormai sotto il minuto.
16:39
Il gruppo scollina a 1'06" dai primi.
16:38
Ciccone passa per primo anche al GPM del San Baronto. Secondo transita Bidard, terzo Owsian. Frapporti passa con 12" di ritardo dalla testa della corsa.
16:35
Brutta caduta di Carretero e Sutterlin, entrambi della Movistar.
16:33
Si stanno incaricando dell'inseguimento UAE Team Emirates e Deceuninck Quick Step: Gaviria e Viviani vogliono giocarsi il successo in volata.
16:27
Scende sotto il minuto il ritardo del gruppo.
16:24
Attraversando Vinci abbiamo scorto a bordo strada Andrea Tafi che non ha perso l'occasione di tifare dal vivo il nipote Umberto Orsini.
16:18
La strada torna a salire per il quartetto di testa, c'è il San Baronto da scalare.
16:15
Ciccone, Frapporti, Bidard e Owsian passano sotto l'arco dei 40 km al traguardo con 1'13" sul gruppo.
16:11
La "vince" la Bahrain Merida di Vincenzo Nibali che da queste parti è cresciuto e sbocciato in maglia Mastromarco.
16:08
Volata in testa al gruppo per i big della generale, che vogliono prendere la discesa nelle prime posizioni.
16:07
Sul drappello di testa rientra Marco Frapporti, che si è ben gestito in salita.
16:06
Giulio Ciccone conquista il GPM di Montalbano davanti a François Bidard e Lucasz Owsian.
15:58
Thomas De Gent cede la sua ruota anteriore al compagno Jasper De Buyst, ultimo uomo di Caleb Ewan.
15:56
Cede anche Bennett, restano in 3 in testa alla corsa.
15:55
Problemi al cambio per Knees, l'uomo esperto della Ineos, che resettata la centralina riesce a ritornare in gruppo.
15:54
Gli resistono solo Owsian, Bibard e Bennett mentre perdono contatto gli altri fuggitivi.
15:53
All'attacco del Castra forza il ritmo Giulio Ciccone.
15:49
Ricomincia a piovere sui fuggitivi, a cui restano 2' di vantaggio a 55 km dal traguardo.
15:46
Vincenzo Nibali conosce bene le insidie delle strade che sta affrontando la corsa rosa così chiede alla sua squadra di prenderle in testa al gruppo.
15:43
Cima passa per primo al TV di Empoli avendo la meglio su Maestri.
15:37
Finisce a terra Guillaume Boivin della Israel Cycling Academy, che un po' "ammaccato" riparte.
15:34
Si alza il vento e avanzano in gruppo le squadre dei big della generale, che non vogliono correre rischi.
15:28
Aumenta l'andatura in gruppo. Siamo a 70 km dall'arrivo.
15:22
Marco Frapporti conquista il traguardo volante di Montespertoli davanti a Damiano Cima e Mirco Maestri.
15:19
A impegnarsi nell'inseguimento infatti troviamo un uomo della Deceuninck Quick Step, uno della UAE Team Emirates, uno della Lotto Soudal e uno della Bora Hansgrohe.
15:17
Ultimata la fase di cambio abiti in gruppo tornano a tirare decisi i compagni di Viviani, Gaviria, Ewan e Ackermann.
15:13
I battistrada conservano 3'25" quando mancano 80 km al traguardo.
15:09
La temperatura è salita a 21°, ma il vento continua a soffiare forte.
15:06
Elia Viviani viene assistito dall'ammiraglia. Dopo la pioggia, serve un po' di olio sulla catena.
15:00
Sosta pipì per tanti in gruppo, compresa la maglia rosa che espleta i suoi bisogni senza fermarsi.
14:54
Il gruppo transita in zona rifornimento fisso 3'12" dopo gli 8 di testa.
14:47
100 km alla conclusione della tappa: 2'45" il margine tra fuga e gruppo.
14:40
Caduta di Dario Cataldo (Astana) che impatta contro uno spartitraffico.
14:36
Finalmente ci si può togliere la mantellina.
14:29
Dopo 2 ore di corsa la media è di 43 km/h.
14:25
Ricordiamo la composizione della fuga: François Bidard (Ag2r La Mondiale), Marco Frapporti (Androni Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani CSF), Lucasz Owsian (CCC), Sean Bennett (EF Education First), Damiano Cima (Nippo Fantini), Giulio Ciccone e William Clarke (Trek Segafredo).
14:17
Il vantaggio dei battistrada scende a 3'.
14:13
Migliora il tempo sulla corsa, ma sul traguardo sono arrivati dei nuvoloni neri che non promettono nulla di buono.
14:08
Lasciamo l'Emilia Romagna per entrare in Toscana.
14:02
Scivolata in coda al gruppo di un corridore della Israel Cycling Academy, che rimonta velocemente in sella senza apparenti conseguenze.
13:56
A menare le danze dietro è Cesare Benedetti, al lavoro per il campione tedesco Ackermann.
13:50
A 150 km dal traguardo gli 8 all'attacco hanno 3'55" di vantaggio sul gruppo.
13:41
Il termometro segna 9°, i girini stanno pedalando nella nebbia e sotto la pioggia.
13:35
A impegnarsi nell'inseguimento sono sempre le squadre dei velocisti e del leader della generale.
13:29
Cambi regolari tra i battistrada, che hanno dalla loro sempre 4' abbondanti.
13:20
Continua a piovere sulla corsa, mentre all'arrivo al momento il cielo è sereno.
13:16
In testa al gruppo a fare il ritmo troviamo un uomo della Jumbo Visma, uno della UAE Team Emirates, uno della Deceuninck Quick Step, uno della Lotto Soudal e uno della Bora Hansgrohe.
13:12
Il gap sembra essersi stabilizzato sui 4'15".
13:08
L'obiettivo dell'abruzzese in maglia blu sarà in primis accumulare altri punti preziosi per la classifica riservata agli scalatori.
13:04
Il meglio piazzato in classifica tra i battistrada è Giulio Ciccone (64° a 1'28" da Roglic), che in questo momento è maglia rosa virtuale.
12:59
Per il momento non c'è reazione del gruppo, il margine degli 8 di testa supera ormai i 4'30".
12:55
Questa mattina Roglic ha dichiarato che, anche in base alle condizioni climatiche, avrebbe deciso in corsa se far lavorare il suo team per difendere la maglia rosa.
12:51
Il gruppo ha dato il via libera ai battistrada, che prendono il largo.
12:48
Questi i nomi degli attaccanti: François Bidard (Ag2r La Mondiale), Marco Frapporti (Androni Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani CSF), Lucasz Owsian (CCC), Sean Bennett (EF Education First), Damiano Cima (Nippo Fantini), Giulio Ciccone e William Clarke (Trek Segafredo).
12:46
Avvio veloce. C'è già un tentativo di fuga in corso, promosso da 8 corridori al km 2.
12:44
Da italiani oltre al capitano della Deceuninck Quick Step possiamo affidarci a Davide Cimolai (Israel Cycling Academy), Sacha Modolo (Education First), Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo), Jakub Mareczko (CCC Team) e al debuttante Matteo Moschetti (Trek Segafredo).
12:40
Occhio al tedesco Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe), all'australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal) e al francese Arnaud Demare (Groupama FDJ).
12:37
Gli avversari sulla carta non mancano, a partire dal colombiano della UAE Emirates Fernando Gaviria.
12:33
«Il Castra è duro, ma se riesco a scollinare a 40"-50" dai migliori si può fare. La volata non è scontata, dovremo guadagnarcela» ha confermato nelle interviste di rito prima della partenza.
12:31
Tra i favoriti di oggi non possiamo che mettere il campione d'Italia Elia Viviani, che vuole ricominciare il Giro da dove ha finito, ovvero dai quattro successi conquistati nella scorsa stagione.
12:25
Completato il tratto di trasferimento di 5,5 km, prende il via ufficialmente la tappa.
12:20
Oggi la "tappa Bartali" ricorderà anche Indro Montanelli a 110 anni dalla nascita proprio a Fucecchio.
12:15
Al via manca il giapponese Hiroki Nishimura della Nippo-Vini Fantini, che ieri è finito fuori tempo massimo.
12:10
Il gruppo lascia Piazza Maggiore e si dirige verso il km 0.
12:08
Schierati in prima fila le maglie dei leader delle classifiche: Primoz Roglic (rosa della generale), Giulio Ciccone (blu dei GPM), Simon Yates (ciclamino, a punti) e Miguel Angel Lopez (bianca dei giovani).
12:04
Corridori ben coperti al foglio firma, si prospetta una lunga e umida giornata. Già piove...
12:00
TUTTOBICIWEB. Se ve li siete persi, vi ricordiamo di leggere gli interventi dei nostri opinionisti Stagi, Gatti e Costa sulla tappa di ieri.
11:57
Sulla carta la sfida odierna riguarda i velocisti: riusciranno a resistere agli attacchi dei rivali per giocarsi il successo in volata?
11:53
La frazione odierna, subito di grande lunghezza, propone due gran premi della montagna: il Castra al km 157 e il San Baronto al km 178.
11:49
In maglia rosa abbiamo Primoz Roglic, che ieri ha letteralmente dominato la crono inaugurale.
11:47
Buongiorno amici e ben trovati alla seconda tappa del Giro d'Italia, la Bologna-Fucecchio di 205 km.
11:45
DIRETTA A CURA DI GIULIA DE MAIO

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ciclismo giovanile comasco fermo fino al 2021. Niente gare e dispersione di corridori che, fermi da marzo e senza la prospettiva di competizioni, non si stanno più ripresentando agli allenamenti. È un quadro a tinte fosche quello che riguarda l’attività...


Le abbiamo viste i piedi di Gilbert in mezzo alla polvere della Roubaix, ma anche osservate bene indossate da Geraint Thomas e Carapaz, vincitori rispettivamente di Tour de France 2018 e Giro d’Italia 2019. Insomma,  le Infinito R1 di Fi'zi:k...


Manca meno di un mese alla tanto attesa quanto desiderata ripartenza, con il WorldTour che scatterà il primo di agosto con la “Classica del Nord più a Sud d’Europa”, vale a dire le Strade Bianche. Ed è proprio da Siena...


Anche in Franci a ieri si è ricominicato a gareggiare ed è stato Thibault Guernalec, portacolori del Team Arkéa-Samsic, a conquistare il successo nella crono SportBreizh di Plouhinec. La prova, aperta a professionisti e dilettanti epoi alle categorie giovanili, si...


E’ il 3 giugno 1990, si corre la Moena-Aprica, sedicesima tappa del Giro d’Italia. Per la prima volta la corsa rosa affronta il Mortirolo, seppur dal versante di Monno, il meno ripido. All’inizio della salita un ragazzino romagnolo classe ’77...


Il cognome Bergamo, nel ciclismo professionistico, si declina con i nomi propri si Marcello, Emanuele – due fratelli – e Marco, professionista trentino della Val di Non, per quattro anni, nella seconda metà del decennio 1980. Per spessore e rilevanza...


L'ispirazione l'ha avuta dal fratello Marco, ma il suo modello è Tom Dumoulin. Nicola Plebani, fino allo scorso anno juniores nel Team F.lli Giorgi, fa parte della nuova generazione di giovani talenti del bergamasco. Classe 2001, diciannove anni a ottobre,...


Quando ripartiremo? Una domanda che anche il mondo del ciclismo, tecnici, atleti e appassionati si sono ripetuti ossessivamente per mesi. Oggi questa domanda ha finalmente una risposta: si ripartirà mercoledì 9 luglio con la prima prova del Master delle Piste che...


  L’intervista. Ilaria Sanguineti, “Sono pronta per il rientro in Spagna”Dopo due anni in maglia Valcar-Travel & Service (e altrettanti quando era ancora una junior) Ilaria Sanguineti si appresta a vivere una stagione spartiacque della sua carriera. Sì, perché il...


Il portoghese della UAE Team Emirates si è imposto nella “Prova de Reabertura” del calendario ciclistico portoghese corsa oggi ad Anadia. Costa ha coperto i 22 chilometri del percorso in 28’10”. Secondo posto per Rafael Reis (Feirense) in 28’13”; terzo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155