ADRIATICA IONICA RACE. LA QUICK STEP DOMINA LA CRONOSQUADRE
La neonata corsa si apre con una cronosquadre
Copyright © TBW
15:18
Rimanete su TuttoBiciWeb per le interviste, le classifiche e gli approfondimenti su questa affascinante corsa appena nata
15:18
Elia Viviani è il primo leader della Adriatica Ionica Race 2018
15:17
La Quick Step Floors vince con un tempo di 25’28’’ con una media di 54,895km/h. Seconda la UAE Emirates a 14'' e a 16'' la Trek, mentre si è piazzata a 34'' la Dimension Data.
15:14
La squadra olandese della Roompot - Nederlandse Loterij con un tempo di 27'10'' in dodicesima posizione
15:14
Arrivano tutti e sei insieme la Nippo Vini Fantini di Damiano Cunego con un tempo finale di 26’51’’
15:12
Fermano il cronometro sui 28’02’’ ossia in quattordicesima posizione temporanea i ragazzi della Trevigiani Phoenix Hemus 1896
15:08
Arriva ora Matteo Trentin, leggermente staccato dai compagni in azzurro
15:07
26’44’’ per la Nazionale Italiana, che occupa provvisoriamente il settimo posto
15:05
27'55'' per la Biesse Carrera Gavardo
15:03
12'20'' all'intertempo per l'ultima squadra partita, la Roompot. Il migliore passaggio rimane quello della QuickStep con 11'3603 contro i 11'3606 degli Emirates
15:02
Ricordiamo che il primo a transitare sotto al traguardo è stato proprio Elia Viviani. Se nessuno supererà la Quick Step sarà lui a vestire la maglia di leader
15:02
27'20'' per Israel Cycling Academy, in undicesima posizione provvisoria
14:59
Ancora sei team sono attesi sotto il tragurdo di Lido di Jesolo
14:58
La Wilier Triestina Selle Italia termina con un tempo piuttosto alto 27'17''
14:57
12'39'' per la Trevigiani Phonix all'intertempo
14:56
26'36'' per la Bahrain Merida che si installa al sesto posto
14:51
Difficile pensare che qualcuno possa far meglio della Quick Step.
14:50
La Nazionale Italiana passa all'intertempo in 12'07".
14:49
RICORDATE CHE ALLE 17 SU QUESTA STESSA PAGINA POTRETE VEDERE LE IMMAGINI STREAMING DELLA TAPPA GRAZIE ALLA PROGRAMMAZIONE PMG SPORT.
14:48
Terzo posto provvisorio per la Trek Segafredo: 24'44" il tempo fatto segnare.
14:46
Tutte le squadre hanno preso il via, tra meno di mezz'ora avremo il verdetto ufficiale di questa prima tappa.
14:45
Nella seconda parte del percorso, Viviani e compagni hanno inflitto 14 secondi alal UAE, confermandosi autentici campioni in questa specialità
14:43
MIGLIOR TEMPO. Balza al comando la Quick Step Floors che chiude in 25'28".
14:43
Alto l'intermedio della Wilier Selle Italia che passa in 12'26".
14:42
La Gazprom Rusvelo chiude in 26'06", terzo tempo finora.
14:40
MIGLIOR TEMPO. La UAE balza in testa con 25'42" alla media di 54,397 kmh.
14:37
11'53" l'intertempo della Bahrain Merida, ritardo importante per Visconti e compagni.
14:36
La Bardiani CSF conclude in 26'50", per ora è il tempo più alto.
14:35
La Trek Segafredo paga 15 secondi alle migliori all'intertempo.
14:34
Dopo l'Italia, partiranno Trevigiani, Nippo e Roompot a chiudere la fila.
14:33
Partita la Biesse Carrera, si prepara la Nazionale Italiana.
14:33
Quick Step con lo stesso tempo della UAE all'intertempo.
14:32
MIGLIOR TEMPO. Con 26'02" la Dimension Data passa in testa alla classifica.
14:30
MIGLIOR TEMPO. La Sangemini balza in testa con il tempo di 26'45", un secondo meglio della Androni.
14:28
L'Androni Sidermec chiude in 26'46" alla media di 52,229 kmh.
14:27
Miglior intertempo per la UAE in 11'36".
14:25
Si stanno preparando i corridori della Wilier Selle Italia, li seguiranno poi gli uomini della Israel Academy.
14:23
Alto il tempo della Bardiani CSF: 12'22" dopo 10,6 km.
14:20
Miglior intertempo per la Dimension Data in 11'44".
14:19
Si stanno preparando alla partenza la Trek Segafredo e la Bahrain Merida.
14:18
11'59" il passaggio all'intermedio per la Androni Sidermec, 12'12" il tempo della Sangemini.
14:17
UAE e Gazprom partite, ora scatta la Quick Step favoritissima per la vittoria finale.
14:16
Siamo in attesa dei primi tempi ufficiali da parte di radiocorsa.
14:15
Si stanno susseguendo le partenze in una splendida giornata di sole caldo.
14:09
Dopo la Androni, già in corsa anche Sangemini, Dimension Data e Bardiani Csf.
14:01
RICORDATE CHE ALLE 17 SU QUESTA STESSA PAGINA POTRETE VEDERE LE IMMAGINI STREAMING DELLA TAPPA GRAZIE ALLA PROGRAMMAZIONE PMG SPORT.
14:00
SCATTA UFFICIALMENTE LA ADRIATICA IONICA RACE.
13:57
La rampa della partenza della cronosquadre
13:55
I team sono parcheggiati nelle vie e nelle piazzette del grazioso paese di Musile sul Piave
13:53
La Bahrain Merida è a trazione "orientale", visto che tre su sei partenti arrivano dall'Asia: il giapponese Arashiro, il taiwanese Feng e il cinese Wang. Ci sono anche gli italiani Agnoli e Boaro e l'ucraino Padun
13:50
È previsto vento contrario al senso di marcia dato che si approccerà dall'interno fino al mare
13:45
Le partenze: Androni Giocattoli-Sidermec h 14.00, Sangemini MG.K vis Olmo Vega, 14.03, Team Dimension Data for Qhubeka, 14.06 Bardiani - CSF Pro Team, 14.09 UAE Team Emirates, 14.12 Gazprom-RusVelo, 14.15 Quick-Step Floors Cycling Team, 14.18 Trek-Segafredo, 14.21 Team Bahrain Merida, 14.24 Wilier Triestina - Selle Italia, 14.27 Israel Cycling Academy, 14.30 Biesse Carrera Team Continental, 14.33 Italia Team, 14.36 Trevigiani Phonix Hemus 1896, 14.39 NIPPO Vini Fantini Europa Ovini 14.42 e Team Roompot - Nederlandse Loterij 14.45
13:39
Prima del via, non perdete "Il Pasto in corsa" con l'incontro tra il nostro Marco Pastonesi e Simone Cadamuro.
13:38
In classifica, tra le formazioni Professional, la Androni Sidermec guida con 266 punti seguita dalla Bardiani Csf con 226, la Nippo Fantini con 213 e la Wilier Selle Italia con 191.
13:37
Con l'Adriatica Ionica Race torna la Ciclismo Cup che, lo ricordiamo, mette in palio una wildcard per il Giro 2019.
13:36
RICORDATE CHE ALLE 17 SU QUESTA STESSA PAGINA POTRETE VEDERE LE IMMAGINI STREAMING DELLA TAPPA GRAZIE ALLA PROGRAMMAZIONE PMG SPORT.
13:35
Come da tradizione per le grandi corse, anche in questa occasione vi invitiamo a leggere la ricca presentazione firmata dal nostro prezioso Giuseppe Figini.
13:33
Si comincia con una cronometro a squadre di 23 chilometri che ci porterà a Lido di Jesolo.
13:32
Una nuova corsa a tappe, una nuova avventura, una nuova prova - la sesta - per il calendario della Ciclismo Cup.
13:31
Buongiorno amici e bentrovati. Torna ad essere protagonista il ciclismo professionistico sulle strade d'Italia con la Adriatica Ionica Race.
13:30
DIRETTA A CURA DI DIEGO BARBERA

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Non aveva ancora sulle spalle la maglia gialla quando Tadej Pogacar ha inviato al Comitato Organizzatore dei Campionati del mondo UCI 2020 di Imola - Emilia Romagna questo video, ma già aveva nel mirino la rassegna iridata che andrà in...


Archiviata anche la passerella finale degli Champs Elysées, è il momento di fare i conti: il Tour de France 2020 ha raggiunto quota 30 ritiri. Di 176 corridori partiti il 29 agosto, 146 hanno preso parte alla decisiva crono di ieri....


Tom Pidcock, vincitore quest'anno del Giro d'Italia Under 23, è il primo acquisto del Team Ineos Grenadiers per la prossima stagione. Lo anticipa il Telegraph spiegando che il giovane britannico è solo il primo tassello della rifondazione che Sir Dave...


  In 170 alla bella festa presso la sede della Misericordia di Carmignano per festeggiare gli 80 anni di Franco Bitossi, un grande campione del ciclismo nato in questo comune nella piccola borgata di Camaioni sulle rive del fiume Arno,...


Non è stato un sabato qualunque, ma un sabato alla grande, quello trascorso il 19 settembre da un gruppo d’amici, legati al ciclismo da eccellenti meriti personali con contorno di medaglie d’oro conquistate alle Olimpiadi, ai mondiali e ai campionati...


Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis...


L'ex campione del mondo di ciclismo su strada Joop Zoetemelk, 73 anni, che conquistò la maglia iridata nel 1985 mentre cinque anni prima aveva vinto il Tour, è stato investito da un'auto mentre andava in bicicletta nella regione metropolitana di...


La borsa sottosella è davvero utile e questo non lo dico solo nella veste di appassionato di gravel, infatti, mi è capitato diverse volte di montarla sulla bici da corsa per le uscite particolarmente lunghe. Nelle ultime settimane non ho...


Pogacar ha stupito tutti ma non se stesso. Dopo l’incredulità iniziale, il giovane sloveno, che domani compirà 22 anni, è rimasto con i piedi per terra e con calma sta metabolizzando la sua impresa."E’ tutto incredibile. Anche se fossi arrivato...


Nella sua Slovenia Primoz Roglic viene chiamato l’Aquila di Zasavje mentre Pogacar è soprannominato il Lupo della Gorenjska. L’Aquila il prossimo anno tornerà, questa è una certezza. E tornerà per sfidare il suo avversario e lo farà a partire dal...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155