GIRO D'ITALIA. LA PRIMA VOLTA DEL NIPOTE DI ULLRICH
Si parte dalla Val Gardena, 159 i chilometri da percorrere con 5 Gpm
Copyright © TBW
17:12
TIBERI 3° vincendo la volata degli altri big, su questo bel risultato vi rimandiamo alla cronaca della tappa in uscita a breve sulla home page di Tuttobiciweb: grazie per averci seguito in tempo reale, a domani!
17:11
POGACAR 2° a poco più di un minuto, guadagna ancora sui rivali
17:10
Un dolcissimo doppio Brocon per questo ragazzo che si lascia andare a una gioia incontenibile con lo staff della sua squadra dopo il traguardo
17:09
La strada spiana nei 500 metri conclusivi e GEORG STEINHAUSER (EF) VINCE LA 17^ TAPPA
17:08
ULTIMO CHILOMETRO
17:05
2 km all'arrivo, Tadej Pogacar in tutte queste scaramucce aumenta leggermente i giri del pedale e fa il buco dietro di sé
17:04
Perde le ruote Filippo Zana (Jayco AlUla)
17:03
Attacca Dani Martinez, ecco i fuochi d'artificio tra i big nel finale!
17:02
E si stacca Ben O'Connor, capitano dell'Ag2r Decathlon: vedremo se perderà più di due minuti e verrà scavalcato in classifica da Tiberi e Arensman
17:01
3 km all'arrivo, pelle d'oca per Georg Steinhauser che sente i tifosi urlargli "è tua!"
16:58
Ma ha 3 minuti di vantaggio Steinhauser, che si avvia alla prima vittoria in tre anni da professionista, al suo primo grande giro in carriera
16:57
4 km all'arrivo, ripreso dal gruppo Ghebreigzabhier
16:55
Si staccano Piganzoli e Caruso
16:54
Georg Steinhauser ha 2'19'' su Amanuel Ghebreigzabhier e 2'55'' sul gruppo maglia rosa, dal quale Narvaez suona ora la carica: succederà qualcosa di significativo?
16:53
5 km all'arrivo, sul tratto più duro di salita viene ripreso dal gruppo Frigo
16:47
E il patron del Giro Urbano Cairo fotografa il ragazzo solo al comando dal tettuccio aperto della vettura dell'organizzazione
16:46
La Ineos Grenadiers controlla le operazioni, nessuno affonda, Steinhauser supera il minuto e mezzo di margine sull'eritreo della Lidl Trek, i due minuti su Frigo e i tre sul gruppo maglia rosa
16:45

16:38
Mentre un ottimo Piganzoli ha approfittato della discesa per riaggregarsi al gruppo maglia rosa, 2'54'' di ritardo da Steinhauser
16:36
E comincia l'ascesa finale, il secondo passo del Brocon!
16:33
15 km all'arrivo, Georg Steinhauser (EF) avanza sull'asfalto scivoloso, acclamato dalla gente di Pieve Tesino, con mezzo minuto su Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek), 1'51'' su Marco Frigo (Israel Premier Tech) e 2'17'' sul gruppo maglia rosa
16:24
Per assicurarsi d'indossare la maglia azzurra al posto di Pogacar nella frazione pianeggiante di domani, a Giulio Pellizzari basterà controllare che Quintana non vada a vincere questa tappa (e se il colombiano dovesse provarci, marcarlo stretto)
16:22
La pioggia aumenta d'intensità
16:20
Siamo in discesa a 28 km dall'arrivo
16:18
Scaroni desiste dall'inseguimento, rimane Frigo solitario in terza posizione per ora
16:16
In pratica i distacchi tra battistrada e gruppo principale sono tornati quelli che c'erano sul passo Rolle, prima del forcing DSM che avrebbe poi chiuso momentaneamente la corsa
16:15
Intanto transita Steinhauser con 23 secondi su Ghebreigzabhier e 1'41'' su Scaroni e Frigo, con il gruppo maglia rosa poco dietro
16:13
All'ultimo chilometro del GPM partono dal gruppo Christian Scaroni, in un sussulto d'orgoglio in maglia azzurra, e ancora Marco Frigo
16:09
Il nipote di Jan Ullrich è uno dei migliori interpreti fin qui dello spirito arrembante tipico della EF, domenica sul Mottolino ha cullato sogni di vittoria finendo superato da Quintana e Pogacar: adesso ci riprova da lontano
16:08
A 2500 metri dalla vetta Steinhauser scatta in faccia a Ghebreigzabhier!
16:02
Il gruppo va tuttavia a chiudere sul tedesco della Cofidis
16:00
A 5 km dallo scollinamento (37 dall'arrivo) ci prova Simon Geschke, che ieri ha perso la maglia azzurra in favore di Scaroni mentre oggi la sta vedendo preda di Pellizzari
15:57
Perde contatto dal gruppo maglia rosa Davide Piganzoli, giovane uomo classifica della Polti Kometa
15:54
Marco Frigo viene ripreso e la Soudal QuickStep si mette a scandire il ritmo: gli "altri team di classifica" fanno a turno a tirare oggi
15:49
Procedono spediti però Ghebreigzabhier e Steinhauser, con 1'08'' su Frigo e 1'22'' sul gruppo maglia rosa
15:48
Frigo che si fece particolarmente notare l'anno scorso al Giro proprio nell'ultima settimana, con un podio a Bergamo e un'altra top-10 in val di Zoldo
15:47
Dopo 3 chilometri su 13 di Brocon (42km all'arrivo) un altro ex fuggitivo si getta al nuovo attacco: Marco Frigo, che ricordiamo essere stato il primo a provarci ieri a Lasa nella "partenza posticipata"
15:41
L'accoppiata di testa targata Lidl Trek ed EF, reduce della fuga di giornata e frutto di un rilancio successivo al riassorbimento sulla salita della Gobbera, ha 52 secondi di vantaggio sul plotone principale
15:40
E comincia il primo Brocon!
15:35
Un'azione che non sortisce alcun effetto, la Ineos Grenadiers fa buona guardia
15:33
Al cartello dei 50km all'arrivo (fra 5km inizierà il primo dei due Brocon) Alaphilippe fa il gregario e pilota Jan Hirt qualche metro avanti rispetto al gruppo
15:31
Ricongiungimento in discesa al km 108: Amanuel Ghebreigzabhier e Georg Steinhauser hanno mezzo minuto sul gruppo maglia rosa
15:28
Se il Giro d'Italia spesso si è distinto per le numerose tappe "da due gare in una" (quella tra i fuggitivi e più dietro le scaramucce tra uomini classifica) quest'anno è il contrario
15:26
DSM e Ineos hanno fatto a turno a spingere per riprendere la fuga, ora evade uno scatenato Steinhauser per riportarsi su Ghebreigzabhier
15:25
Al km 103 Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek) ha 23'' sul gruppo, trainato adesso dalla Ineos Grenadiers con Ben Swift e Jhonatan Narvaez
15:22
Pellizzari transita in terza posizione e prende altri due punticini nella classifica scalatori: -58 da Pogacar
15:21
Va Ghebreigzabhier a passare per primo al GPM, poi l'eritreo continua la corsa solitaria
15:18
Che diventano una trentina ora che via via alcuni corridori del gruppo maglia rosa si riaggregano
15:17
C'è una ventina abbondante di corridori al comando adesso
15:16
Al km 98 viene neutralizzata la fuga, ne mancano ancora 61 all'arrivo e un paio allo scollinamento
15:14
Il gruppetto maglia rosa va a prendere uno a uno i fuggitivi che si stavano nel frattempo sfilando
15:13
Pogacar gli va a ruota e pian piano si accodano i principali uomini classifica
15:12
Parte Romain Bardet!
15:09
Solo 23 i secondi di distacco
15:08
E al km 94 inizia la terza di cinque ascese, quella "interlocutoria" della Gobbera
15:05
Conci tira il gruppetto dei battistrada, Leemreize e Vermaerke il gruppo maglia rosa
15:03
Per gli amanti della geografia annessa al ciclismo e al Giro, se prima ci trovavamo in Val di Fassa ora siamo in Val di Primiero
15:01
Sempre in fondo al drappello dei fuggitivi Alaphilippe
14:58
Ricordiamo la composizione della fuga, che si è formata in più parti nella lunghissima discesa dalla vetta del Sella alle pendici del Rolle: Giulio Pellizzari (VF Group Bardiani Csf Faizanè), Nairo Quintana (Movistar), Damiano Caruso (Bahrain Victorious), Nicola Conci (Alpecin Deceuninck), Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek), Julian Alaphilippe (Soudal QuickStep), Davide Ballerini (Astana), Marco Frigo (Israel Premier Tech), Attila Valter (Visma Lease a Bike) e Georg Steinhauser della EF
14:54
Al km 82 la strada è sempre bagnata e in discesa la fila indiana (non si può quasi parlare di gruppo) si porta a 38'' dai dieci di testa
14:49
Che la DSM di Bardet stia giocando il ruolo della Movistar di ieri?
14:48
Nel cuore della picchiata, a San Martino di Castrozza, il ritardo del gruppo maglia rosa si riduce a 48 secondi
14:38
GPM passo Rolle, stavolta è perfetta la scelta di tempo di Giulio Pellizzari che se lo prende di forza e si porta non solo a oltre trenta punti di vantaggio su Quintana, ma a "soli" 60 dal vero detentore della maglia azzurra...
14:35
E il ritardo del gruppo dai fuggitivi torna a 1'08''
14:32
A fare l'andatura in gruppo adesso è la DSM Firmenich, del resto abbiamo visto Bardet particolarmente desideroso oggi di recuperar terreno dopo averne perso un po' ieri
14:30
Riavvicinandoci ai duemila metri d'altitudine, le temperature scendono sensibilmente e i corridori si vestono più pesanti
14:20
Al km 62 di tappa (14 di salita, ancora 6 alla vetta) supera i due minuti il vantaggio della fuga
14:15
Intanto si ritira la "maglia nera" di questo Giro d'Italia: David Dekker dell'Arkea B&B
14:13
Metà della scalata, torna a 1'24'' il vantaggio della fuga su un gruppo portato a spasso da Novak della UAE
14:07
Alcuni scenari odierni
14:04
Come avviene in questi casi, queste accelerate seppur riassorbite portano a un avvicinamento del gruppo: un minuto dai dieci battistrada
14:02
Ma i big non lasciano andare
14:01
Dopo 4 chilometri di salita, una decina di uomini capeggiata da Michael Storer (12° in classifica a tre minuti dalla top-10 generale) prova ad andar via dal plotone
13:56
Un minuto e mezzo il vantaggio sul gruppo maglia rosa
13:55
I dieci fuggitivi di giornata: Damiano Caruso (Bahrain Victorious), Nicola Conci (Alpecin Deceuninck), Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek), Giulio Pellizzari (VF Bardiani Csf Faizanè), Julian Alaphilippe (Soudal QuickStep), Davide Ballerini (Astana), Nairo Quintana (Movistar), Marco Frigo (Israel Premier Tech), Attila Valter (Visma Lease a Bike) e Georg Steinhauser della EF
13:54
Dopo un paio di chilometri di salita (50 esatti di gara fin qui, 109 ancora all'arrivo) i due inseguitori si riaggregano alla fuga
13:50
E ora si ricomincia a salire: il pedalabile ma infinito passo Rolle
13:48
E proprio il "Ballero" va a prendersi lo sprint di Predazzo
13:46
E poi c'è Ballerini, già visto in fuga ieri insieme peraltro allo stesso Alaphilippe ma prima ancora piazzato nelle volate: prova di gran gamba e duttilità per il classe '94 della Brianza comasca
13:45
Tanti dei migliori cacciatori di tappe forti in salita di questo Giro sono entrati nella fuga di giornata, in una giornata che si prospetta particolarmente adatta a un Pogacar più rilassato (forcing di altre squadre in gruppo permettendo)
13:42
A proposito di Alpecin Deceuninck però, appurato che con otto fuggiaschi non ci sono chance per Groves, Nicola Conci prova a rilanciare l'inseguimento aiutato dal campione magiaro della Visma Lease a Bike Attila Valter
13:40
Al km 40 la strada spiana e rientra qualcuno che era rimasto attardato nella discesona: tra questi Kaden Groves, ormai assodato come "velocista resistente" che potrebbe provare fra 7 chilometri a prendersi qualche punticino nella classifica della ciclamino (dove però ha più di 100 punti di ritardo da Milan)
13:38
Finora la gara è stata umida, sul Rolle sarà bagnata...
13:37
Ora il gruppo, formato dagli uomini classifica e massimo uno-due gregari, abbassa i ritmi e approfitta per fare il pieno di borracce e mantelline
13:35
Al km 36 abbiamo una fuga a 8 adesso: Damiano Caruso (Bahrain Victorious), Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek), Giulio Pellizzari (VF Bardiani Csf Faizanè), Julian Alaphilippe (Soudal QuickStep), Davide Ballerini (Astana), Nairo Quintana (Movistar), Marco Frigo (Israel Premier Tech) e Georg Steinhauser della EF
13:34
Caruso si unisce a Ballerini al feroce inseguimento, mentre Conci rimane un po' lì
13:32
Pozzovivo però fa fatica a tenere le ruote degli altri due, mentre schizza via ancora Damiano Caruso
13:30
Dal gruppo partono al contrattacco Davide Ballerini (Astana), Nicola Conci (Alpecin Deceuninck) e Domenico Pozzovivo (VF Bardiani Csf Faizanè)
13:29
Al km 30 si forma in testa un drappello di 6 fuggitivi: Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek), Giulio Pellizzari (VF Bardiani Csf Faizanè), Julian Alaphilippe (Soudal QuickStep), Nairo Quintana (Movistar), Marco Frigo (Israel Premier Tech) e Georg Steinhauser della EF
13:27
Al km 29 Frigo e Steinhauser accelerano e Caruso, Storer e Bardet si fanno riprendere dal gruppo maglia rosa
13:25
Nairo Quintana, Julian Alaphilippe, Giulio Pellizzari e Amanuel Ghebreigzabhier hanno 25'' su Georg Steinhauser (EF), Marco Frigo (Israel Premier Tech), Romain Bardet (DSM Firmenich), Michael Storer (Tudor) e Damiano Caruso (Bahrain Victorious) e 45'' sul gruppo maglia rosa
13:24
Nel mentre davanti si ricompattano le due coppie e si forma un quartetto di fuggitivi
13:23
Il gruppo maglia rosa conta poco più di 20 unità: una situazione che solitamente si registra a 25 km dall'arrivo, non a 25 km dall'inizio
13:20
Il mix tra brevità della tappa (seguito all'ulteriore brevità di ieri) e salita dura subito al via, ha propiziato una situazione difficile da controllare
13:19
Amanuel Ghebreigzabhier (Lidl Trek) e Julian Alaphilippe (Soudal QuickStep) hanno allungato su Quintana e Pellizzari, mentre alle loro spalle si formano diversi gruppetti
13:18
Al km 20 (11 di discesa) mentre scorriamo un paesino della val di Fassa dopo l'altro, la situazione è la seguente:
13:11
Christian Scaroni non è riuscito a rispondere e rimane a quota 86
13:10
Dopo il 2° posto sul GPM del Mortirolo domenica dietro Scaroni, e il 2° posto d'arrivo sul Monte Pana ieri dietro Pogacar, Giulio Pellizzari (VF Bardiani Csf Faizanè) sale a 106 punti nella classifica scalatori, con Nairo Quintana (Movistar) a 95: è il talento marchigiano la virtuale "maglia azzurra al posto di Tadej" adesso
13:08
Intanto in discesa Quintana prosegue da solo, provano ad accodarsi a lui Amanuel Ghebreigzabhier, Julian Alaphilippe e lo stesso Pellizzari
13:06
Photofinish sulla linea del Sella: Nairo Quintana controscatta e transitano appaiati lui e Pellizzari, noi e soprattutto Scaroni attendiamo i risultati ufficiali
13:05
A 700 metri dal GPM scatta Giulio Pellizzari
13:03
Il plotone è già dimezzato!
13:00
Nuovi rimescolamenti in testa, intanto sono stati percorsi 7 chilometri e ne mancano 2 alla vetta
12:57
Gruppone allungatissimo, ci sono Conci, P.Sanchez e De Marchi ora a mettere tutti in fila indiana
12:55
Tra i primi del drappello c'è pure Christian Scaroni, con la sua maglia azzurra che indossa al posto del detentore Pogacar
12:54
Mancano intanto cinque chilometri allo scollinamento della "nuova Cima Coppi"
12:53
Ma dal resto del gruppo continuano a venir via corridori a uno a uno
12:52
E dopo un ulteriore chilometri, una decina abbondante di atleti crea un buco
12:50
Al km 3 Marcellusi e Fiorelli vengono riassorbiti
12:46
Il giorno di gloria degli sprinter sarà domani a Padova, oggi meglio raccogliere le energie ed evitare fatiche inutili
12:45
Dopo 1500 metri il duo di testa ha una decina di secondi di vantaggio: il gruppo alle loro spalle si fa serpentone e in coda si staccano subito Milan e altri velocisti
12:43
La squadra dei Reverberi sta davvero onorando il Giro con fughe, attacchi e piazzamenti sempre mirati
12:42
E vanno via subito sui tornanti del passo Sella due uomini VF Bardiani: Filippo Fiorelli, leader della classifica Intergiro, e Martin Marcellusi che abbiamo visto proprio in uno dei tweet del Giro di qualche minuto fa
12:41
PARTITI!
12:40
Sperando di avervi fatto gesto gradito in attesa del via, aspettiamo solo il tradizionale sbandieramento di Stefano Allocchio dalla rossa Toyota dell'organizzazione...
12:38
E uno sul direttore sportivo del nostro Tiberi
12:37
Un ultimo sguardo alla maglia rosa prima di gettarci ufficialmente nella gara
12:36
... e di corridori che ormai si amano!
12:35
A proposito di corridori amati...
12:34
Un importante messaggio da uno dei corridori più amati in gruppo
12:33
Nelle tappe di montagna, si sa, c'è sempre il famoso "gruppetto" che non si vede mai, viene poco calcolato nelle cronache, ma regala anch'esso storie di ciclismo
12:32
In attesa del "chilometro zero" che giungerà più tardi rispetto alla tabella di marcia, vi proponiamo alcuni contributi dai canali ufficiali del Giro d'Italia
12:30
Anche ieri forse il fenomeno sloveno si sarebbe limitato a giocare in difesa, ma il forcing della Movistar l'ha portato talmente a ridosso dei fuggitivi da consegnarli un'occasione irrinunciabile per fare il cannibale: siamo curiosissimi di assistere agli sviluppi odierni
12:29
Fin qui Pogacar ha vinto tutti gli arrivi in salita, tranne quello della Bocca della Selva che aprì la scorsa settimana: lì rimase tranquillo in gruppo, lasciando andare in fondo una fuga numerosa con la festa di famiglia dei Paret-Peintre
12:28
Quanto ai ritiri, sono stati 30 dalla grande partenza torinese: 146 uomini stanno per cominciare il tratto di trasferimento alle spalle della vettura di Stefano Allocchio
12:27
La maglia ciclamino di Jonathan Milan (Lidl Trek) non è in discussione, mentre sarà una lotta spietata per indossare l'azzurro degli scalatori al posto di Pogacar: ieri un grande Christian Scaroni (Astana) l'ha strappato a Simon Geschke (Cofidis) che lo insegue a 8 punti di distanza; seguono Dani Martinez (20 lunghezze da Scaroni), Nairo Quintana (-21), Giulio Pellizzari (-30), Valentin Paret Peintre (-31), Julian Alaphilippe (-33) e segnaliamo un Romain Bardet (-41) che nella generale ieri si è allontanato da Tiberi e Arensman ed è sempre 7°, ma a soli 25 secondi di vantaggio su Filippo Zana
12:26
Al 5° posto della generale troviamo la maglia bianca di Antonio Tiberi (Bahrain Victorious) che ieri si è difeso alla grande da Thymen Arensman, distante da lui 24 secondi
12:25
Nella lotta per la seconda posizione alle spalle dell'inarrivabil Tadej, Dani Martinez (Bora Hansgrohe) ieri si è ripreso il "primato" e conduce di 22 secondi su Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) con Ben O'Connor (Ag2r Decathlon) un ulteriore minuto più indietro: questi tre corridori sono gli unici rimasti sotto i dieci minuti di distacco dalla maglia rosa
12:24
La pioggia sarà una fedele compagna di viaggio degli atleti quest'oggi, ma si correrà come da programmi
12:23
Tipica giornata "breve ma intensa" che concentra 5 bei passi montani in 159 chilometri trentini: da Selva di Val Gardena infatti si procede immediatamente sul Sella (9km al 7%) che senza lo Stelvio diventa la vetta più alta di questo fine Giro coi suoi 2244 metri d'altitudine; discesa fino allo sprint di Predazzo, salita sul Rolle (20km al 5%) e contropendenza del Gobbera (6km al 6%); discesa fino all'Intergiro di Canal San Bovo, infine doppia scalata del Brocon (13km al 6%) inframezzata dal traguardo con abbuoni di Pieve Tesino e culminante con l'arrivo in spianata di 500 metri
12:22
Dopo l'accorciamento e l'annullamento della Cima Coppi di ieri, col concretizzarsi della cinquina di Tadej Pogacar (UAE) la tappa numero 17 oggi si potrà svolgere normalmente… con una nuova Cima Coppi!
12:21
Amiche e amici di Tuttobiciweb, ben ritrovati: continuano le giornate di alta montagna del Giro d'Italia
12:20
DIRETTA A CURA DI NICOLO' VALLONE

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


Acuto vincente di Efrem Zamboni nel Trofei città di Asola per allievi svoltosi a Castelnuovo nel Mantovano. Il corridore veronese del team Luc Bovolone, al secondo successo stagionale, ha superato Matteo Serini della Scuola Ciclismo Mincio Chiese, mentre la terza...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi