VENETO CLASSIC. HIRSCHI CERTIFICA IL DOMINIO UAE
Partenza da Treviso, traguardo a Bassano del Grappa dopo 190 km
Copyright © TBW
16:26
E Nicola Conci (Alpecin) terzo! Seguiteci sulla home del nostro sito per il resto dell'ordine d'arrivo e la cronaca di questa Veneto Classic 2022
16:25
Traguardo in riva al Brenta, in piazza Garibaldi: MARC HIRSCHI VINCE e la UAE fa doppietta con Davide Formolo secondo!
16:24
Mentre Conci è a oltre mezzo minuto
16:23
Formolo è negli "specchietti retrovisori" del compagno svizzero, ma il suo inseguimento si ferma ai 9'' di distanza
16:22
La fine di ogni pendenza, con l'ingresso nei 2km finali di sola pianura, è la salvezza di Hirschi
16:21
Sorpresa Formolo! Lascia sul posto Conci e si lancia verso il compagno Hirschi
16:20
3 km all'arrivo, ultimo strappetto a Contrà Soarda
16:18
E allo scollinamento Marc Hirschi saluta gli altri due e se ne va! Conci si ritrova a inseguire insieme a un Formolo che ovviamente non lo supporta
16:17
I tre fanno il vuoto dietro a loro
16:16
Il trentino si porta dietro, manco a dirlo, due corridori della UAE: Davide Formolo e Marc Hirschi
16:15
Sfiammata poderosa di Nicola Conci (Alpecin)
16:14
A 6 km all'arrivo, ecco lo sterrato che dà il via alla Diesel Farm
16:13
La corsa procede a ritmi forsennati, mancano poche centinaia di metri all'imbocco della salita decisiva
16:10
Mancano 9 chilometri all'arrivo, saranno circa 20 uomini a giocarsi la vittoria della Veneto Classic 2022
16:08
Oltre al sestetto di prima, si vedono Meurisse, Zana, Conci, Kron, Busatto, Garosio, Vacek, Bais, una maglia Uno X...
16:07
Si sta correndo velocissimi verso il muro finale della Diesel Farm, ascesa che prende il nome dalla nota azienda d'abbigliamento di Renzo Rosso: sarà un chilometro all'11% con tratto iniziale sterrato
16:05
Scatto televisivo di questo gruppo al comando
16:04
E in discesa il gruppo principale di ricompatta in testa alla corsa: sono una ventina abbondante di unità
16:03
Ultimo scollinamento della Tisa, mancano 15 km all'arrivo
16:02
Forza il ritmo Trentin in gruppo, per rientrare sui fuggitivi e diventare in tre uomini UAE in testa, ma il resto del gruppo lo segue!
16:01
Ed ecco l'inferno dell'ultima Tisa: riusciranno i 6 uomini al comando a mantenere il loro vantaggio?
15:56
Al Giro del Veneto la UAE ha attaccato con Trentin (poi vincitore) e Ulissi, oggi con Formolo e Hirschi... il team emiratino vuole lasciare il segno del dominio in Veneto, dopo aver conquistato la Lombardia con Pogacar
15:53
Al km 169 il nuovo sestetto di testa ha 12 secondi su quel che resta del gruppo, trainato da Amanuel Ghebreigzabhier della Trek Segafredo
15:50
In picchiata si forma un nuovo gruppetto di testa: Remy Rochas (Cofidis), Florian Vermeersch (Lotto Soudal), Stefano Oldani (Alpecin), Davide Formolo e Marc Hirschi (UAE) e il già citato Christian Scaroni per l'Astana
15:47
Dopo lo scollinamento continuano gli scatti e controscatti, che bel percorso questa Veneto Classic!
15:46
Il gruppo si riduce così a una trentina di unità, tra cui spicca una maglia gialloverde della General Store
15:45
Trentin e Hirschi partono, ma Stefano Oldani (Alpecin) risponde e si mette in testa
15:44
Ed ecco la seconda Tisa, via allo spettacolo!
15:43
QUATTRO ORE DI GARA, percorsi 162 chilometri
15:38
Tra i corridori Astana che non si sono fermati con, Christian Scaroni che proprio oggi compie 25 anni e chissà che non possa festeggiare con un bel risultato
15:37
Mancano 5 chilometri alla prossima Tisa
15:36
Accelerazione improvvisa delle maglie del team di Basso e Contador, che propizia una caduta in gruppo: a finire a terra è Miguel Angel Lopez, che costringe l'Astana a fermarsi per aiutarlo
15:35
A proposito di Professional italiane... sfiammata della Eolo Kometa!
15:34
Tra i candidati alla vittoria pure Jhonatan Restrepo, colombiano della Drone Hopper Androni che l'anno scorso alla Veneto Classic fu terzo
15:31
Durata 120 chilometri la fuga di giornata
15:30
Ma ad arrivarci sarà il gruppo, perché in questo momento vengono riacciuffati anche i tre fuggitivi superstiti
15:29
Ora una decina di chilometri di pianura fino alla seconda Tisa
15:28
Cosa può fare una dura pendenza: sono bastati 300 metri di pavé per ridurre di quasi un minuto e mezzo il gap
15:27
Allo scollinamento Tisa 1 di 3: Matteo Zurlo, Michael Belleri e Nils Brun hanno soltanto 26 secondi su un gruppo "a serpentone"
15:26
... perché intanto Davide Formolo suona la carica e si trascina il compagno Trentin!
15:25
Abrahamsen stavolta alza bandiera bianca per davvero, sarà presto ripreso dal gruppo...
15:24
Ecco la prima Tisa: Zurlo la prende tutta d'un fiato e lo seguono Belleri e Brun
15:18
Un muretto spaccagambe da prendere in pole position: per questo il gruppo ora tira a tutta, trainato soprattutto dallo stagista UAE Kasper Andersen
15:17
Il terribile strappo della Tisa (300 metri di pavé praticamente in verticale) sarà effettuato ai km 151, 163 e 175
15:16
Benvenuti nel circuito di Colceresa, patria di Enrico Battaglin che sta partecipando alla Veneto Classic con la Bardiani Csf Faizanè
15:13
Al km 142 sono dunque in 4 a fuggire: Michael Belleri (Biesse Carrera), Jonas Abrahamsen (Uno X), Nils Brun (Tudor) e Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Fior)
15:11
Stoico Abrahamsen! Mentre Tosin aspetta il gruppo, il 27enne della Uno X fa un forcing per rientrare in fuga
15:09
E a tirare c'è pure la Bike Exchange, presente con appena cinque corridori di cui tre italiani
15:08
La triplice salita della Rosina ha fatto un po' di selezione in gruppo
15:07
Scollinamento al km 136: adesso otto chilometri in discesa fino all'entrata nel secondo circuito
15:06
Liberatosi di due elementi che non reggevano il passo, il trio Zurlo-Brun-Belleri mantiene 1'46'' sul gruppo
15:05
Definitivamente staccati il norvegese e il bassanese
15:04
E come nel primo passaggio, vanno in difficoltà Abrahamsen e Tosin
15:02
Ed ecco la terza Rosina, che chiuderà il primo dei due circuiti
15:00
Interessante notare la composizione della fuga a livello di squadre: una sola Professional, la Uno X, e 4 Continental
14:55
Altrettanto televisiva questa panoramica del gruppo
14:53
Immagine televisiva che mostra uno Zurlo in formissima
14:50
Mancano undici chilometri alla terza e ultima Rosina
14:49
A ogni Rosina, il plotone rosicchia un minuto
14:48
E il gruppo insegue ora a 2'22''
14:47
Scollinamento 2 di 3, gli altri quattro in discesa riprendono Belleri
14:46
Capita l'antifona, allunga in testa Michael Belleri
14:44
Inizia la seconda salita della Rosina e il gruppo imprime una nuova accelerata
14:43
TRE ORE DI GARA, percorsi 121 chilometri
14:40
RITIRO per Alessandro De Marchi (Israel Premier Tech) caduto al km 35
14:37
Ricordiamo che in questa settimana veneta c'è stata anche la Serenissima Gravel, vinta da Robin Froidevaux (Tudor) in gruppo pure oggi
14:35
Si affaccia in cima al gruppo la Cofidis di Cimolai e Rochas (secondo al Giro del Veneto mercoledì dietro Trentin)
14:33
Al km 115 Zurlo, Brun, Abrahamsen, Tosin e Belleri hanno 3'16'' sul gruppo
14:27
Il gruppo ha ripreso quasi un minuto
14:26
Rosina 1 di 3: Abrahamsen e Tosin sono andati in lieve difficoltà, ma in discesa vanno a riprendere gli altri tre
14:22
Inizia la prima Rosina di oggi
14:20
A guidare l'inseguimento è ora l'Alpecin, agli ultimi giorni da Professional prima di gustarsi la promozione nel World Tour
14:19
Al km 108 ci approcciamo verso la prima delle numerose scalatine che decideranno la Veneto Classic 2022
14:15
Al km 106 la corsa entra ufficialmente nella "parte calda": ingresso nel primo circuito, quello della salita della Rosina (2 km al 7%) da ripetere tre volte
14:11
Il vantaggio dei cinque fuggitivi sale a 4'23''
14:09
CENTO CHILOMETRI PERCORSI in 2 ore e 26 minuti
14:00
Siamo a metà gara, ci dirigiamo verso Marostica dove fra dodici chilometri entreremo nel primo dei due circuiti
13:58
Al km 93 il gap fuga-gruppo sale a 4'10''
13:51
Chissà se, dopo il successo a Vicenza di Matteo Trentin, non arrivi un bis oggi a Bassano del Grappa
13:50
A fare l'andatura in gruppo è la UAE, il top team di questa Veneto Classic
13:46
Ricordiamo la composizione della fuga: Riccardo Tosin (General Store), Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Fior), Michael Belleri (Biesse Carrera), Jonas Abrahamsen (Uno X) e il giovane Nils Brun (Tudor)
13:44
E il distacco aumenta a 3'56''
13:43
DUE ORE DI GARA, percorsi 83 chilometri
13:35
Situazione invariata al km 76 mentre la corsa sta per transitare da Possagno, paese che diede in natali allo scultore Antonio Canova
13:30
Questa prima metà di corsa scorre lineare: una sola altura sostanziale e formazione di una fuga tenuta sotto controllo
13:24
Al km 68 il ritardo del gruppo resta sui 3 minuti e mezzo
13:17
E non sorprende che Tosin abbia fortemente voluto andare in fuga oggi: lui è di Bassano del Grappa, luogo d'arrivo odierno
13:16
Il norvegese Abrahamsen l'avevamo visto all'attacco alla Parigi-Tours invece, ripreso a meno di 2 km dal traguardo
13:15
La Tudor è la struttura di Fabian Cancellara: mercoledì nessuno dei suoi uomini aveva centrato la fuga, ci è riuscito oggi proprio lo svizzero Brun
13:14
Zurlo era stato protagonista del Giro del Veneto con fuga e rilanci, laddove Belleri era rimasto scottato dall'essere evaso un po' troppo tardi e aver condotto un vano tentativo d'inseguimento solitario
13:11
3'33'' il gap fuga-gruppo
13:10
Al km 61 i corridori entrano a Valdobbiadene, località di chiara fama vinicola
12:55
Al km 50 il vantaggio dei cinque battistrada staziona a 3'10''
12:48
Adesso la corsa prosegue su lievi saliscendi
12:43
UN'ORA DI GARA, percorsi 42 chilometri
12:39
Al km 38 Riccardo Tosin (General Store), Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Fior), Michael Belleri (Biesse Carrera), Jonas Abrahamsen (Uno X) e Nils Brun (Tudor) hanno 3 minuti sul gruppo
12:37
In discesa si compattano i cinque uomini di testa, scattati dunque tra Bagnolo e il muro di Ca' del Poggio
12:35
Il gruppo lascia fare e scivola a 2 minuti
12:34
Scollinamento: Belleri solitario con 16'' su Abrahamsen e 20'' sul trio Brun-Tosin-Zurlo
12:30
Mentre Abrahamsen e Brun cercano di raggiungere Belleri, alle pendici di Ca' del Poggio evadono dal gruppo Riccardo Tosin (General Store) e Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Fior)
12:25
Michael Belleri (Biesse Carrera) scatta da solo e viene inseguito da Jonas Abrahamsen (Uno X) e Nils Brun (Tudor)
12:24
Al km 30 ecco l'attacco!
12:17
Nuovi tentativi di fuga, vediamo se qualcuno riesce a evadere prima dell'asperità del Prosecco
12:12
Al km 21 ancora gruppo compatto
12:06
Il "valzer" è iniziato a una ventina di chilometri dal muro di Ca' del Poggio
12:05
Che però vengono ripresi dopo un paio di chilometri
12:03
Al km 15 provano ad avvantaggiarsi nove uomini
12:00
Passata Spresiano, scocca qualche scintilla
11:53
Cielo parzialmente nuvoloso in terra trevigiana, la corsa è iniziata a ritmi tranquilli: 6 chilometri nei primi dieci minuti, nessun attacco
11:43
PARTITI!
11:41
La prima metà è caratterizzata soprattutto dal celeberrimo muro di Ca' del Poggio (km 34) scalata simbolo delle colline del Prosecco, mentre la seconda parte è fatta di circuiti vicentini: si fa per 3 volte la morbida salita della Rosina, poi altrettante volte il muro della Tisa (300 metri di pavé in verticale!); a 6 km dall'arrivo si affronta l'ascesa della Diesel Farm (un chilometro all'11% con tratto iniziale sterrato) infine lo strappetto di Contrà Soarda ci porta alla flamme rouge
11:40
Già, ma il percorso? Sono 190 chilometri, dall'incantevole centro di Treviso fino a Bassano del Grappa
11:39
Dovevano essere 112 ma ha dovuto dare forfait il danese William Levy, il cui team scandinavo nel mentre festeggia la vittoria di Erlend Blikra nella 6^ tappa del Tour de Langkawi in Malesia
11:38
Con qualche rimescolamento negli organici, però: oggi sono 111 i corridori che stanno completando il tratto di trasferimento
11:37
Le squadre sono le stesse 20 del Giro del Veneto: 7 World Tour (Astana, Trek Segafredo, UAE, Lotto Soudal, Cofidis, Israel Premier Tech, Bike Exchange), 7 Professional (Alpecin, Bingoal, Total Energies, Uno X e le tre italiane Bardiani Csf Faizanè, Drone Hopper Androni ed Eolo Kometa) e 6 Continental (la svizzera Tudor, Biesse Carrera, Zalf, Work Service, General Store e l'austriaca Hrinkow Advarics)
11:36
Menzione a parte per Davide Rebellin, che con questa gara, all'età di 51 anni, mette la parola fine alla sua lunghissima carriera
11:35
Tra gli altri italiani: Davide Cimolai, Alessandro De Marchi, Kevin Colleoni, il campione tricolore Filippo Zana, Alessandro Fancellu, il neopapà Simone Velasco, Andrea Garosio, Nicola Conci, Covi e Formolo... e un "italiano d'adozione" come l'eritreo Natnael Tesfatsion
11:34
Tra gli altri nomi di prestigio al via: Miguel Angel Lopez, Diego Ulissi, Remy Rochas secondo dietro Trentin mercoledì, Meurisse e Vine...
11:33
Presente invece Marc Hirschi, che l'anno scorso fu secondo dietro Battistella: lo svizzero della UAE corre, tra gli altri, insieme a Matteo Trentin che indossa il dorsale 1 in seguito al trionfo nel Giro del Veneto di mercoledì
11:32
È la seconda edizione della corsa ideata da Filippo Pozzato e dalla sua PP Sport Events: l'anno scorso vinse un atleta di casa, Samuele Battistella, che oggi però non è qui a difendere il titolo
11:31
Buona domenica amici e bentrovati all'appuntamento con la Veneto Classic: si chiude la settimana Ride the Dreamland, si chiude la stagione su strada del ciclismo europeo
11:30
DIRETTA A CURA DI NICOLO' VALLONE

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
L'UAE Tour ha perso oggi il grande favorito, il corridore più atteso anche sul traguardo di Jebel Jais. Adam Yates, è di lui che stiamo parlando, è rimasto coinvolto in una caduta a 46 chilometri dalla conclusione. Tratto di strada...


Australiani protagonisti in cima a Jebel Jais dove oggi si  è conclusa la terza tappa della UAE Tour. Ben O'Connor, 28enne della Decathlon AG2R La Mondiale Team, già vincitore a Murcia, ha conquistato la seconda vittoria stagionale attaccando ad un chilometro dal traguardo assieme...


Ancora un arrivo allo sprint per un gruppetto di protagonisti, ancora un successo firmato Soudal Quick Step Devo Team: la Karongi - Rubavu di 93 km, quarta tappa del Tour du Rwanda, ha visto la vittoria di William Lecerf che...


Spider è la gravel secondo De Rosa, un prodotto esclusivo che oggi vi presentiamo nella nuova colorazione Ocean. Spider è un modello completo con cui potete competere ad ogni livello e su ogni percorso, quindi se siete impavidi agonisti o viaggiatori...


Patrick Lefevere non le ha mai mandate a dire a Julian Alaphilippe e ancora una volta punta il dito contro il due volte campione del mondo. In una intervista concessa a HUMO, il general manager della Soudal Quick Step è...


E' iniziata ufficialmente da San Vincenzo nei pressi di Cecina, in Toscana, la stagione 2024 della Petrucci Parkpre Team Aries. La formazione piemontese è in collegiale sul territorio livornese per ultimare la fase di preparazione in vista del debutto ufficiale in...


La prima corsa del 2024 per Primoz Roglic sarà in Francia, quando il 3 marzo lo vedremo al via della Parigi-Nizza. La stagione dello sloveno proseguirà poi con i Paesi Baschi e poi il Giro del Delfinato, prima di volare...


Alla presentazione degli eventi primaverili RCS la scorsa settimana c'era pure Moreno Moser, vincitore nel 2013 della Strade Bianche. Dalla corsa senese giovane ma già mitica, e rinnovata quest'anno con doppio circuito finale e distanza complessiva di 215 chilometri, parte...


Il mese di marzo è alle porte e si comincia a sentire profuno di primavera, almeno per quel che riguarda il ciclismo. E la primavera, come preambolo alle grandi classiche, porta con sé l'appuntameto con le prime gare a tappe...


Q36.5 introduce Elemental: la nuova collezione per la primavera e l’estate del 2024. La nuova collezione si compone di due linee capisaldo del marchio bolzanino: Dottore Pro e Gregarius Pro. Nei prodotti Dottore Pro, Q36.5 utilizza un tessuto tridimensionale caratterizzato da un tempo di asciugatura più...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi