MEMORIAL PANTANI, COLBRELLI BATTE TUTTI
Tradizionale percorso con traguardo finale a Cesenatico: non perdere il Live
Copyright © TBW
16:15
Questo l’ordine di arrivo del 18° Memorial Pantani: 1. Sonny Colbrelli (Bahrain Victorius) 2. Vincenzo Albanese (Eolo-Kpmeta Cycling Team) 3. Deba Alex Aranburu (Astana-Premier Tech) 4. Matteo Trentin (Uae Team Emirates) 5. Gotzon Sanz Martin (Euskaltel – Euskadi) 6. Kristian Sbaragli (Nazionale Italiana) 7. Davide Villella (Movistar Team) 8. Mathieu Burgaudeau (Total Direct Energie) 9. Tao Hart Geoghegan (Ineos Grenadiers) 10. Mattia Bais (Androni Giocattoli)
16:04
Sonny Colbrelli della Bahrain Victorius ha vinto il 18° Memorial Pantani, davanti a Vincenzo Albanese della Eolo, terzo Aramburu dell'Astana, quarto Trentin
16:03
COLBRELLI!!!!!
16:03
Lanciata la volata ai 500 mt dall'arrivo
16:03
Ultimo chilometro per il gruppo dei 25
16:02
Niente da fare, la Bahrain ricuce il gruppo di testa
16:01
Prova l'attacco Zana della Bardiani ai 2000 mt
16:00
Mancano 3000 metri al traguardo. Saranno in 25 a giocarsi la corsa romagnola.
15:59
Davide Bais, uno dei protagonisti della corsa, dopo aver fatto forte l'andatura in testa al gruppo, si rialza.
15:57
Il gruppo di testa inizia l'ultimo giro. Mancano solo 5 km per designare il 18° vincitore del Memorial Pantani.
15:54
Il folto plotone di 26 corridori che guida la corsa ha un vantaggio di quasi 3' su quello che resta del gruppo.
15:52
L’austriaco Pernsteiner e il britannico Williams, compagni di Colbrelli della Bahrain Victorius, tengono alta l’andatura nel gruppo di testa al transito sotto il traguardo a 10 km dalla conclusione.
15:49
A Cesenatico continua a piovere per fortuna solo leggermente.
15:48
Il secondo gruppo transita al traguardo con oltre 2' di ritardo, in mezzo De Marchi sfortunato protagonista di una foratura che si trova a 1' circa dai battistrada.
15:47
Tra le ruote più veloci nel gruppo di testa ci sono: Aramburu, Ulissi, Trentin, Colbrelli, Sbaragli.
15:43
Due km al passaggio sotto il traguardo del gruppo di testa, il secondo gruppo oramai è tagliato fuori per la vittoria. Quasi 2' il ritardo
15:43
Foratura per Alessandro De Marchi (Nazionale Italiana)
15:36
Questa la composizione del primo gruppo in testa al Memorial Pantani: Aranburu, Kudus, Battistella, Pernsteiner, Colbrelli, Williams, Geoghegan Hart, Rubio, Villella, Ulissi, Trentin, Ravanelli, Bais Mattia, Gabburo, Zana, Albanese, Bais Davide, Christian, Martin, Angulo, Burgaudeau, Doubey, Ferron, De Marchi, Sbaragli, Piccolo.
15:30
26 i corridori che fanno parte del primo gruppo. Il secondo troncone ha un ritardo di 1'
15:29
Cambiano le condizioni meteo: la pioggia sta bagnando il rettilineo di arrivo.
15:29
Al km 169 in testa si raggruppano i due tronconi del gruppo.
15:26
Nel gruppo davanti ci sono tra gli altri anche Rubio e Villella della Movistar, Geoghegn Hart della Ineos, Aranburu dell’Astana, Gabburo e Zanda della Bardiani, Albanese della Eolo Kometa, Sbaragli (Nazionale Italiana)
15:17
Ora in testa alla corsa c'è un drappello di una dozzina di corridori. Tra i quali Colbrelli, Ulissi, Trentin.
15:15
il primo a rialzarsi è Angulo.
15:14
Si è praticamente conclusa la lunga avventura di Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi), in fuga sin dalle prime battute del 18° Memorial Pantani. Va fatto un meritatissimo applauso a questi corridori.
15:12
Sotto la spinta sempre della UAE Team Emirates sulla salita il gruppo rosicchia secondi ai fuggitivi: sono solo 15" da recuperare.
15:09
50" il ritardo del gruppo al km 155 di corsa.
15:07
L'ultima asperità di giornata, la salita di Longiano, sta per essere attaccata dai battistrada.
15:04
150 km percorsi, 46 all’arrivo. I 5 attaccanti Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi) e Andrea Piccolo (Nazionale Italiana) hanno 44 “ di vantaggio sul gruppo.
15:00
Fu proprio il circuito finale a risolvere l'edizione 2019 del Memorial Pantani quando Alexey Lutsenko dell'Astana piombò sul drappello degli attaccanti nei metri finali dell'ultimo giro e riuscì ad aggiudicarsi la corsa.
14:59
Media 36.400 Km/h dopo 3 ore di gara.
14:58
Sale a 37" il ritardo del gruppo nei confronti dei battistrada.
14:55
Gli ultimi 20 km di corsa prevedono il passaggio sotto il traguardo di via Carducci a Cesenatico, prima di iniziare un piccolo circuito cittadino da ripetere tre volte.
14:54
Secondo più, secondo meno, rimane praticamente invariato il ritardo del gruppo che ora è di 30".
14:49
Al km 141 del 18° Memorial Pantani i fuggitivi Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi) e Andrea Piccolo (Nazionale Italiana) vantano 23” di vantaggio sul gruppo.
14:46
Intanto migliorano le condizione sul traguardo di Cesenatico, con il sole che torna a fare capolino sulla località Romagnola.
14:45
Transitando tre volte sempre primo in cima alla salita Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi) ha conquistato la classifica finale del Gran Premio della Montagna
14:43
Terzo passaggio sul GPM di Montevecchio con Angulo che per la terza volta taglia primo il traguardo, seconda posizione per Mattia Bais e terza per Andrea Piccolo. Gruppo transita a 26".
14:42
Sulle ultime rampe della salita Angulo si riaccoda ai fuggitivi, il gruppo con Corbelli e Tao Geoghegan Hart nelle prime posizioni è però oramai vicinissimo.
14:40
Angulo si riprende e cerca di ritornare sugli altri attaccanti: si trova a soli 5" di distacco, il gruppo a 30".
14:40
Restano 4 i battistrada: Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Andrea Piccolo (Nazionale Italiana). Gruppo a 35” condotto dalla UAE Team Emirates.
14:38
Angulo si trova a 10" dai battistrada, il gruppo a 48".
14:36
Anche lo spagnolo Angulo, sempre primo nei due passaggi sul GPM, ora invece è in difficoltà e perde le ruote dei compagni di fuga.
14:34
Sulle prime rampe della salita tra gli attaccanti in difficoltà Vicente Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team) che si trova a 30" dagli ex compagni di avventura.
14:32
Andrea Piccolo, talentuosissimo milanese di Pontevecchio di Magenta, ha avuto un inizio di 2021 tribulato con problemi di salute che gli hanno impedito di gareggiare con l’Astana nei professionisti. Tornato in gruppo con i dilettanti da pochissimo tempo Piccolo, classe 2001, in maglia Viris Vigevano ha sfiorato alla prima corsa la vittoria nell’ambito traguardo del Gran Premio Capodarco dove si è piazzato secondo alle spalle di Raccani della Zalf Dèsirée Fior.
14:31
Sale ancora il distacco del gruppo che è ora di 1'15" all'inizio dell'ultimo GPM.
14:31
Ricordiamo il drappello in testa alla corsa che sta attaccando per la terza e ultima volta l’ascesa di Montevecchio: Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais e Vicente Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi) e Andrea Piccolo (Nazionale Italiana).
14:28
Il gruppo si rilassa e così il vantaggio dei fuggitivi torna a salire toccando il minuto.
14:22
Il gruppo si sta ricompattando ed ha un ritardo di 27".
14:21
Piccolo completa la sua splendida azione e raggiunge i battistrada che ora sono tornati ad essere in 6.
14:20
La prima parte del gruppo è a 37” dai fuggitivi, la restante parte a 45”.
14:19
Al km 123 i 5 battistrada vantano solo 15” di vantaggio sul milanese Andrea Piccolo (Nazionale Italiana) che con una bella azione solitaria è uscito dal gruppo e si sta riportando sugli attaccanti.
14:17
I 5 corridori al comando tra poco prenderanno per l’ultima volta la salita di Montevecchio lunga 5 km con pendenza media di 6/8% con punte massime del 13/14%.
14:11
Scende ancora il vantaggio dei 5 di testa che è ora di 36" al km 118.
14:09
Joab Schneiter (Vini Zabù) viene ripreso dal gruppo che dopo la discesa si è di nuovo frazionato. A Cesena il ritardo è di 46"
14:08
Tra i fuggitivi foratura per Joab Schneiter (Vini Zabù), il gruppo in rimonta ora ha 45" di ritardo.
14:00
Dopo 115 km Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais e Vicente Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Joab Schneiter (Vini Zabù), Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi) ora viaggiano con 54" di vantaggio sul gruppo.
13:59
Dopo 3 ore di corsa media 35,800 km/h
13:57
Intanto sta rapidamente cambiando il tempo a Cesenatico e c'è anche il rischio di un finale di corsa sotto la pioggia.
13:54
Al km 106 il ritardo del gruppo è ora sceso a 1'06".
13:53
Battistella si rialza e viene riassorbito dal gruppo inseguitore.
13:52
Sul secondo GPM di giornata transita ancora primo Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi), davanti ai fratelli Bais: Davide della Eolo-Kometa e Mattia dell’Androni Giocattoli-Sidermec. A1’03” Battistella dell’Astana, gruppo a 1’23”
13:44
In testa alla corsa sulla salita di Montevecchio ora ci sono 6 corridori: Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais e Vicente Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Joab Schneiter (Vini Zabù), Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi). A 50” Dapporto a 1’02” Battistella dell’Astana che è uscito dal plotone, il gruppo è a 1’25”.
13:43
La prima parte del gruppo è a 1'23" dai fuggitivi al km 100. La seconda parte del plotone è staccata di una ventina di secondi
13:42
Sulla salita perde la ruota dei primi Dapporto della Nazionale Italiana che accusa 20" di ritardo dai primi 6. Anche Magli della Bardiani è rimasto staccato a causa di una foratura.
13:39
Per concludere il breve racconto sui fuggitivi resta lo svizzero Joab Schneiter (Vini Zabù) classe 1998, il suo miglior risultato negli ultimi due anni è la vittoria nella prima tappa de Le Tour de Savoie Mont Blanc nel 2020 e nello stesso anno il 7° posto in una delle Classiche dei dilettanti il Piccolo Giro di Lombardia ad Oggiono nel Lecchese.
13:34
Dopo 94 km di corsa il gruppo si sta ricompattando e viaggia con 2'20" di ritardo dagli 8 attaccanti.
13:30
Tra i battistrada c’è Vicente Hernaiz Santamaria, spagnolo classe 1998, che pochi giorni fa concluso con un buon 13° nella classifica generale della breve corsa a tappe Volta a Valencia.
13:28
Solo i team Ineos Grenadiers e UAE Team Emirates nel primo gruppo a 2’56” dai battistrada, il resto del plotone han un ritardo di 3’20”.
13:20
Il gruppo è in fila indiana e si sono formati due tronconi: dalla testa alla coda ci sono circa una quarantina di secondi.
13:18
Fabien Doubey, uno dei corridori protagonisti del Memorial Pantani, è un corridore francese della Total Direct Energie, nato il 23 ottobre del 1993. In stagione si è classificato 15° al Campionato Nazionale.
13:12
Torna a salire il ritardo del gruppo che è ora di 3'35" sui fuggitivi.
13:09
Tra i corridori al via due atleti che hanno già trionfato sul traguardo di via Carducci a Cesenatico mettendo il proprio nome nell’albo d’oro del Memorial Pantani: l’attuale campione italiano ed europeo il bresciano Sonny Colbrelli (Bahrain Victorius) nel 2014 ed il toscano Diego Ulissi (UAE Team Emirates) nel 2015.
13:07
Il distacco del gruppo è ora di 3'22".
13:05
In testa al gruppo a fare l'andatura ora c'è la UAE Team Emirates che oltre alla carta Diego Ulissi può giocare quella di Gaviria in caso di volata di gruppo. Senza dimenticare le possibilità di Matteo Trentin e Riabushenko.
13:05
Tra i fuggitivi Antonio Angulo Sampedro, lo spagnolo della Euskaltel-Euskadi è nato nel 1992, nella recente Coppa Sabatini ha concluso al 17° posto.
12:59
35,500 km/h la media dopo le prime due ore di corsa.
12:58
Carollo intanto è stato ripreso dal gruppo che transita sul GPM con un ritardo di 3’35” dal drappello degli attaccanti.
12:54
Tra i fuggitivi e il gruppo c’è sempre il lariano Carollo a 3’14”
12:54
Sul primo GPM di Montevecchio transita primo lo spagnolo Angulo, secondo Mattia Bais, terzo Davide Bais.
12:48
Il gruppo attacca adesso l'ascesa di Montevecchio con 4 minuti esatti di ritardo dai fuggitivi.
12:45
Per i battistrada iniziata la salita di Montevecchio dove è posto il 1° Gran Premio della Montagna di giornata.
12:44
Nel drappello dei fuggitivi c'è Filippo Magli (Bardiani CSF Faizané), corridore nato nel 1999 che vive nella frazione Fibbiana di Montelupo Fiorentino, il paese di “Cuore Matto” Franco Bitossi. In stagione si è classificato 10° al Campionato Italiano Under 23 e ha vinto il Trofeo Comune di Lastra a Signa sulle strade della provincia di Firenze.
12:37
Terminata la salita di Monte Cavallo il drappello degli 8 attaccanti al km 58 di gara vanta 1’05” su Carollo, il gruppo si trova a 3’44”.
12:30
Tra i fuggitivi perde contatto Francesco Carollo (MG.K.Vis Vpm), Under 23 comasco di Faggeto nato a Como il 17 agosto del 2000, in questa stagione si era già messo in evidenza con una lunga fuga nella seconda tappa della Settimana Internazionale Coppi e Bartali, gara organizzata sempre del Gs Emilia di patron Adriano Amici.
12:26
Sale a 3'50" il ritardo del gruppo dai 9 fuggitivi dopo 53 km di corsa.
12:21
51km di gara: 9 fuggitivi con 3'20" di vantaggio sul gruppo
12:15
La media della prima ora di corsa è di 37,300 km/h.
12:15
Al km 47 di gara i 9 battistrada hanno 3'21" di vantaggio sul gruppo.
12:13
Tra i battistrada con la maglia azzurra della Nazionale c’è Davide Dapporto, giovanissimo ciclista di Cassanigo nel Faentino classe 2001, alla prima esperienza in carriera tra i professionisti. Al secondo anno tra gli Under 23 Davide sta ottenendo ottimi risultati: 2 vittorie e dieci piazzamenti nei top ten.
12:09
Nel drappello di testa i due fratelli trentini Bais. Mattia classe 1996 difende i colori dell’Androni Giocattoli-Sidermec del “principe” Gianni Savio, Davide classe 1998 indossa la casacca della Eolo-Kometa Cycling Team. Mattia Bais si è ben piazzato nella recentissima Coppa Sabatini conclusa al 23° posto. Davide Bais ha conquistato la classifica a pois arancio del leader degli scalatori del Tour du Limousin nello scorso mese di agosto.
12:04
Ricapitoliamo la situazione dopo una quarantina di km. Sono tornati 9 i corridori in fuga: Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais e Vicente Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Joab Schneiter (Vini Zabù), Davide Dapporto (Nazionale Italiana). A loro si è aggiunto il terzetto composto dallo spagnolo Antonio Angulo (Euskaltel-Euskadi), Filippo Magli (Bardiani CSF Faizané), Francesco Carollo (MG.K.Vis Vpm). Il gruppo accusa un ritardo intorno ai 3'.
12:03
In discesa però i tre inseguitori riducono lo svantaggio e si avvicinano molto ai battistrada: solo 27" da recuperare.
12:00
Al km 37 sale ancora il vantaggio dei sei fuggitivi nei confronti dei primi inseguitori ora di 1'46".
11:57
Dopo 35 km di gara i fuggitivi vantano 56" sui primi inseguitori, il gruppo è ancora più lontano a 3'36"
11:47
Al km 31 i sei fuggitivi hanno 46" di vantaggio su un terzetto composto da Magli, Angulo e Carollo. A 1'30" solitario Nesi e a 2'50" insegue il gruppo
11:46
La situazione in testa alla corsa è leggermente cambiata al km 29. Sono 6 i corridori in fuga: Mattia Bais (Androni Giocattoli), Davide Bais ed Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Joab Schneiter (Vini Zabù), Davide Dapporto (Nazionale Italiana). A 1’06” insegue un quartetto composto da Angulo (Eustaltel-Euskadi), Filippo Magli (Bardiani CSF Faizané), Francesco Carollo (MG.K.Vis Vpm), Nicolas Nesi (D’Amico Um Tools). Il gruppo in questa fase lascia fare e il vantaggio è salito a 2’46”.
11:36
Sulla salita del Borsano perdono contatto dai fuggitivi Iacchi, Nesi e Carollo che vengono raggiunti dallo spagnolo Angulo dell'Euskaltel-Euskadi
11:35
A Castrocaro Terme e Terra del Sole c’è il sole, la temperatura è di 24° con umidità del 65%. A Cesenatico sede dell’arrivo del 18° Memorial Marco Pantani stesso sole e temperatura con l’umidità leggermente più alta al 69%.
11:34
Nel circuito di Castrocaro prendono il largo nove atleti, il gruppo segue ad una trentina di secondi. I fuggitivi sono: Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Davide Bais ed Hernaiz Santamaria (Eolo-Kometa Cycling Team), Fabien Doubey (Total Direct Energie), Alessandro Iacchi e Joab Schneiter (Vini Zabù), Davide Dapporto (Nazionale Italiana), Nicolas Nesi (D’Amico Um Tools), Francesco Carollo (MG.K.Vis Vpm). Al km 21 di gara il vantaggio è salito a 1’ sul gruppo.
11:25
Subito tentativi di attacco e alta velocità in testa al gruppo.
11:18
PARTITI
11:12
Sono 159 i corridori che si preparano ad affrontare i 196 chilometri del percorso con partenza da Città del Sole e arrivo a Cesenatico.
11:11
Buongiorno amici e ben ritrovati all'appuntamento con le dirette di tuttobiciweb: oggi vi racconteremo il Memorial Pantani.
11:10
DIRETTA A CURA DI VALERIO ZECCATO

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Come è possibile far pedalare il quartetto dell'inseguimento su una barca di Coppa America? Ne parleranno a Radiocorsa oggi alle 18.50 su Raisport il CT dell'Italia Daniele Bennati e lo skipper di Luna Rossa Max Sirena. E poi tanto spazio...


Vestire una squadra di ciclisti professionisti, si sa, è piuttosto impegnativo: taglie, preferenze, necessità. E ancora: stagionalità e individualità, formazione maschile e formazione femminile. Insomma, il lavoro preparatorio e di gestione è imponente.  La partnership tra Santini e...


Nell'epoca delle crisi economiche e delle delocalizzazioni, Bianchi procede nel futuro del ciclismo "rigenerando" e potenziando la propria dimensione locale. Stamattina, infatti, in località Battaglie a Treviglio (BG) nella sede che da oltre 50 anni ospita la storica azienda (fondata...


Sarà una prima volta speciale, quella della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole. La neve e la bellezza delle montagne circostanti sono garanzia di spettacolo; il resto, domenica 12 dicembre a Vermiglio, ce lo metteranno gli atleti,...


Biciclette semplici, ma robuste, affidabili, duttili e facili da riparare: così sono le Buffalo Bike. Trek ha partecipato alla realizzazione del prototipo, creato proprio nella sede centrale di Waterloo, ma non le troverete in negozio: sono distribuite da World Bicycle...


Canyon presenta oggi la gamma Grail 2022, una gamma completamente aggiornata per gustare ancora meglio quella che è a mio avviso una delle migliori bici gravel di sempre, Leggera, veloce e pratica, la Grail in ogni sua versione conquista ogni praticante regalando...


A dieci mesi dal brutto incidente in moto, in cui ha combattuto una dura battaglia contro la vita che lo ha costretto a interrompere la carriera ciclistica, Juan Tito Rendon torna in sella con il team Orgullo Paisa.“Finalmente torno a...


Completata la procedura di registrazione delle formazioni professionistiche, l’Uci annuncia il quadro dei team per la stagione 2022, sottolineando come siano state attribuite ben sei nuove licenze UCI Women’s WorldTour.UCI Women’s WorldTeams (Prima Divisione)Attribuita una licenza per il biennio 2022-2023,...


Sono tre corridori liguri gli ultimi innesti che vanno a completare la formazione Juniores 2022 del Team F.lli Giorgi. Si tratta di Piergiorgio Cozzani, Luca Giaimi e Samuele Privitera. Nella nuova stagione il sodalizio presieduto da Carlo Giorgi avrà una...


Un nuovo progetto, nati per lanciare un messaggioe soprattutto per fare qualcosa di concreto per l'Africa. “Together We Ride, Together We Care” è il progetto di Q36.5 lanciato in collaborazione con l’African Wildlife Foundation (AWF). per continuare a leggere l'articolo vai su tuttobicitech.it


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI