POLEMICA BOONEN. «E il protocollo, dov'è?»

PROFESSIONISTI | 08/03/2016 | 09:55
Strascico pesante per la prima tappa della Parigi-Nizza. Ieri i corridori hanno dovuto affrontare freddo e neve e puntualmente si scatena la polemica. Ad alzare la voce è Tom Boonen, capitano della Etixx Quick Step.
«Il fatto più rilevante dei 200 chilometri affrontati è che non è stato nemmeno preso in considerazione il nuovo Protocollo sulle Condizioni Estreme. C'era neve a bordo strada, nevicava e faceva freddo, anzi diciamo che si gelava. Ma nessuno è intervenuto (il delegato del CPA alla corsa è Pascal Chanteur, ndr) e noi non abbiamo potuto parlare con gli organizzatori. E poi, che volete, una volta partita la tappa non c'è più modo di fare nulla, fa troppo freddo per fermarsi a discutere. Cos'avremmo dovuto fare? Sederci in mezzo alla strada? Il fatto è che c'è un nuovo regolamento ma nessuno sembra intenzionato ad applicarlo».

Copyright © TBW
COMMENTI
maltempo
8 marzo 2016 12:01 siluro1946
dalle stesse persone che hanno gestito il ciclismo negli ultimi 20anni, non si può sperare che possano portare delle modifiche significative nei loro comportamenti, è fin troppo evidente che pensano alla loro carriera ed alle loro prebende, infischiandosi completamente di corridori, organizzatori e sponsor ed appassionati. Fondare un nuovo movimento federativo è l'unica alternativa posssibile, per salvare il ciclismo.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Non solo i ciclisti ma tutta la carovana sta lucidando ottoni e attrezzature per rimettersi in moto in occasione delle prime gare di stagione, dopo il lungo lockdown che ha bloccato i ciclisti. E non fa eccezione casa Astoria che...


Proprio in questi giorni ha festeggiato i 45 anni della sua prima fotografia (scattata ad un vittorioso Beppe Saronni): Roberto Bettini - per tutti «Clic» - è uno dei protagonisti dell asedicesima puntata di BlaBlaBike. Il fotografo milanese, che sin...


Edvald Boasson Hagen scalda i motori e si prepara ad affrontare il suo decimo Tour de France. Il 33enne norvegese ha vinto tre tappe della Grande Boucle, due nel 2011 e una nel 2017. «Spero di far parte della selezione...


La gran voglia di riprendere l’attività è tangibile da tempo. Eppure la ripresa delle gare deve avvenire in sicurezza, soprattutto in questa fase di emergenza Covid-19 che stiamo attraversando. Ed il Comitato Regionale Umbria non si...


Gli anni che terminano con la cifra “0” hanno portato spesso grandi novità al Tour de France, hanno visto scrivere importanti pagine di storia, hanno portato alla ribalta personaggi e aneddoti. Ve li vogliamo raccontare, in attesa della corsa che...


La Toscana non sarà solo la prima regione in Italia ad ospitare una gara professionisti dopo il Lockdown (le Strade Bianche a Siena il 1° agosto). Lo sarà infatti anche per il ciclismo giovanile con la riunione su pista di...


Si è scritto in questi giorni, con ineccepibile rispondenza al vero, che l'Italia (politica e non) si è accorta solo ora di Mondragone, provincia di Caserta, per il focolaio di Covid che ha infierito sul nucleo di cittadini bulgari, presenti da...


Sono già due settimane di calvario per Alex Zanardi che nella terapia intensiva dell'ospedale di Siena lotta con la forza del suo fisico da atleta per vincere un'altra battaglia, dopo quella che lo ha visto sopravvivere al drammatico incidente automobilistico...


Davide Cassani interviene ancora a gamba tesa e chiede a gran voce di far ripartire l'attività. Lo fa con un intervento accorato che arriva ad avere anche toni drammatici. Lo fa con il solito trasporto che gli conosciamo, lo fa...


Brutta aventura per Nairo Quintana. Il colombiano della Arkea samsic, infatti, è stato vittima di un incidente mentre si stava allenando lungo la strada da Tunja a Motavita, all'altezza di Salvia. Secondo i primi rilievi della polizia municipale, subito accorsa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155