TRICOLORI 2015. Torino fa festa: sarà un evento Capitale

PROFESSIONISTI | 20/12/2014 | 07:18
La Federazione Ciclistica Italiana ha scelto Torino, prossima Capitale Europea dello Sport, quale sede di tre competizioni su strada. Il 27 giugno 2015 si disputeranno infatti il Campionato Italiano professionisti su strada ed i Campionati Italiani Donne élite e juniores.

Le tre gare arriveranno sul piazzale della Basilica di Superga. La partenza del Campionato Italiani Professionisti avverrà dalla città sede dell’Expo 2015, e saranno definiti nei prossimi giorni percorsi e luoghi di partenza anche per i Campionati Italiani Donne Elite e juiniores.

Il vincitore di ciascuna delle tre competizioni indosserà la Maglia Tricolore per un anno.

Il già ricco calendario di manifestazioni sportive nazionali e internazionali di Torino Capitale Europea dello Sport– ha detto il sindaco Piero Fassino – si arricchisce con i Campionati Italiani su strada di Ciclismo, competizioni che appassionano migliaia di sportivi in tutta Italia. Ancora una volta siamo stati premiati da una prestigiosa Federazione sportiva che ha creduto nelle capacità organizzative e di valorizzazione degli eventi sportivi che Torino sa mettere in campo. Sono convinto che i Campionati Italiani di ciclismo saranno un successo, sia sotto l’aspetto del valore sportivo, sia per la capacità di attrarre un grande  pubblico. Aspettiamo a Torino gli amici ciclisti, gli appassionati, i tifosi delle due ruote”.

Vorrei ringraziare il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco e il vicepresidente della Lega Ciclismo Professionisti Enzo Ghigo – ha sottolineato l’assessore allo Sport Stefano Gallo per aver scelto Torino quale sede di queste competizioni. Siamo contenti di poter collaborare nuovamente con l’Associazione Ciclistica Arona con la quale abbiamo organizzato le ultime tre edizioni della Milano – Torino. Sono sicuro che gli sportivi potranno godere uno spettacolo emozionante e affascinante proprio nell’anno in cui la città è Capitale Europea dello Sport”.

"La città di Torino è la Capitale Europea dello sport 2015  - ha dichiarato il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco - Essere parte attiva con uno degli eventi di maggior rilievo come il Campionato Italiano dei professionisti e delle donne è un valore aggiunto al nostro movimento, al territorio e agli atleti, grandi protagonisti. Ringrazio sentitamente il sindaco Piero Fassino e l'assessore allo sport Stefano Gallo per l'opportunità. Il ciclismo è sempre più il volano dell'Italia dei grandi eventi internazionali"
Copyright © TBW
COMMENTI
arrivo regolare?
20 dicembre 2014 14:08 delfino
Un bel arrivo non c'è nulla da dire ma si tratta pur sempre di un arrivo in salita riservato a 10 corridori.....la mia domanda è da uno che premetto non conosce le regole :è regolare un arrivo di un campionato mondiale o italiano in questo caso con un percorso che termina in salita?
Grazie per eventuali delucidazioni

provo a rispondere a delfino,
20 dicembre 2014 17:46 canepari
anche se pure io non conosco i regolamenti.
Se andiamo bene a vedere anche l'arrivo dell'anno scorso era in salita...in una lotta a due ha vinto il più forte e nessuno si è lamentato. Il campione italiano deve essere anche scalatore; come l'anno scorso si spera che vada al Tour e faccia bella mostra della sua maglia tricolore; se poi dovrà sovrapporre la gialla ce ne faremo una ragione.

dico anche io la mia
20 dicembre 2014 21:45 rufus
Dico anche io la mia; ricordo che nel 2011 il mondiale di Copenaghen era un mondiale piu' per pistard che per stradisti, e si sapeva dall'inizio che avrebbe vinto un velocista, verosimilmente Cavendish, come poi e' avvenuto.
Flavio

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Emozioni forti a Rotselaar dove si è disputato oggi il GP Vermarc Sport, corsa di riapertura del calendario belga. Emozioni perché si trattava della ripartenza, perché c’era il pubblico delle grandi occasioni, perché ad assistere c’era anche Eddy Merckx, perché...


Parla francese la seconda tappa del Tour de France virtuale grazie a Julien Bernard. Il portacolori della Trek Segafredo ha avuto la meglio in volata su Ovett, Edet e Woods con Giulio Ciccone, comagno di squadra del vncitore, che ha...


Nessuna imperizia, nessuna violazione del codice della strada, nessuna distrazione. Roberta Agosti, la ciclista uccisa nella mattinata di ieri durante un allenamento sul Basso Garda, è deceduta per una tragica fatalità. Dopo le prime, approssimative ricostruzioni, la testimonianza diretta dei...


Si sono presentate in cinque, sulla linea del traguardo della seconda tappa del Tour de France virtuale ed il successo è andato a Lauren Stephens del Team TIBCO - Silicon Valley Bank che ha preceduto Joscelin Lowden della Drops e...


Si torna finalmente a correre e per la D'Amico UM Tools di Ivan De Paolis e Roberto Portunato arriva il primo prestigioso successo. Merito di Nicolò De Lisi il talentuoso ciclistica di Acqui Terme, classe 2001, poi emigrato in Svizzera...


"Il mio rammarico più grande in carriera? L'aver perso il Giro Baby del 2000. La concorrenza era tanta, ma io mi addormentai un attimo durante una tappa di montagna e non recuperai più il margine sui fuggitivi". Così parlò Franco...


Vi siete mai chiesti quanto valga una grande corsa a tappe, in questo caso la più importante, dal punto di vista economico? E' quello che hanno analizzato alcune società specializzate in marketing sportivo e di siti di settore, come Sporteconomy,...


Proprio in questi giorni ha festeggiato i 45 anni della sua prima fotografia (scattata ad un vittorioso Beppe Saronni): Roberto Bettini - per tutti «Clic» - è uno dei protagonisti dell asedicesima puntata di BlaBlaBike. Il fotografo milanese, che sin...


Tra due settimane farà finalmente ritorno in Europa - il 19 luglio è in programma il volo che dalla Colombia porterà tutti i professionisti del Paese nel Vecchio Continente - e intanto Egan Bernal si allena sulle strade di Zipaquira...


"Potevo essere al mare, con un piatto di tagliolini, e invece scelgo di soffrire a quasi 400 watt..." Tra masochismo, speriamo sano, e piacere...  Questo video di Mario Cipollini merita i 3 minuti della sua durata. Guardalo! :-)


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155