SCUSATECI, SIAMO STATI TROPPO VOLGARI. QUESTO BODY È BELLISSIMO

DONNE | 14/09/2014 | 11:18
Adesso chi ha fatto informazione di cattivo gusto siamo stati noi. Il body delle ragazze colombiane è bello, elegante, rispondente a tutti i requisiti e noi di tuttobiciweb.it, quando abbiamo scovato su twitter la foto postata da una ragazza, siamo stati eccessivamente maliziosi e cattivelli anziché no a rilanciare la notizia chiedendo se eravamo noi eccessivamente bigotti, retrogradi, integralisti, miopi e trinariciuti o se era chi aveva avuto questa bella pensata un vero maestro di volgarità.

Io la questione l’avrei chiusa volentieri lì, dopo una giornata di esposizione mediatica, ma purtroppo ieri sera abbiamo però ricevuto un comunicato su carta intestata Giro della Toscana dove ci invitano a rettificare «a piena tutela dell’atleta come donna», perché chi ha mancato di rispetto alle ragazze siamo stati noi. E per dimostrare che tuttobiciweb.it  ha visto lucciole per lanterne,  allegano anche la fotografia. Insomma, noi abbiamo visto ciò che non c’era. Infatti siamo sobbalzati sulla sedia proprio per aver visto ciò che non c’era o meglio, ciò che c’era sembrava non ci fosse. È chiaro a tutti che erano coperte ed era nudelook, l’abbiamo anche scritto. È chiaro a tutti che abbiamo parlato di cattivo gusto, ma a voi piace tanto? A noi ci è sembrato e ci sembra tutt’ora una scelta di pessimo gusto. Se poi a voi questo body piace tanto, felici che vi faccia felici.                           p.a.s.

Per quelli che ne hanno voglia, questo è il testo del comunicato ufficiale dell’organizzazione.

Spettabile redazione,
preso atto di quanto pubblicato in data odierna sulla Vs. testata on line tuttobiciweb.it <http://tuttobiciweb.it>  con riferimento al titolo GIRO DI TOSCANA. CHE TRISTEZZA, IL NUDELOOK DELLA COLOMBIA, la direzione del comitato organizzatore del ventesimo Giro Ciclistico Internazionale della Toscana Memorial Michela Fanini, visionato il materiale fotografico da Voi, contemporaneamente in possesso di pari materiale fotografico a cura del service fotografico dell’organizzazione, è in grado di poter smentire quanto riportato, nel pieno rispetto delle squadre, delle atlete, nella piena consapevolezza che alcuna norma del comune senso del pudore sia stata neppure messa in discussione, nel contemporaneo pieno rispetto dell’etica sportiva e del rispetto della persona come valore primario a capo di quanto si ritiene primario tutelare.

La formazione colombiana Bogota Humana Solgar San Mateo si è presentata alla cerimonia di presentazione ed alle successivi competizioni sportive in programma nel Giro della Toscana con abbigliamento pienamente conforme alle normative dell’Unione Ciclistica Internazionale ed altresì pienamente rispettose del rigore di presenza e partecipazione da sempre richiesto ed ottenuto dagli organizzatori.
 
Si è pertanto a chiedere una Vostra pronta e completa smentita con riferimento a quanto riportato, da rivolgere in modo particolare alle atlete direttamente coinvolte nello spiacevole Vostro episodio mediatico, a piena tutela dell’atleta come donna e nella piena sintonia dei valori da sempre espressi da una competizione di livello internazionale come il Giro della Toscana Internazionale Femminile.
 
In attesa di Vostro gradito riscontro, distintamente salutiamo.
 
Si allega ns. foto con riferimento a quanto accaduto.


ARTICOLI CORRELATI

Che tristezza il newlook della Colombia
Copyright © TBW
COMMENTI
puro e semplice marcheting
14 settembre 2014 12:35 hahahaha
Volevano semplicemente fare notizia e ci sono riuscite complimenti per la fantastica e originale idea....

the question is...
14 settembre 2014 13:15 superpiter
Pier nn capisco se sei un pervertito o un prevostone?! :-)

Punti di vista
14 settembre 2014 13:35 TorrazzaForever
Nel mio commento di ieri mi sono preso del bigotto, va bè... Se però a Ponferrada i colombiani si presentano col body col "pirillo" al vento nessuno dica A. Per coerenza ribadisco quanto scritto ieri: una pessima trovata.

Tinto Brass?
14 settembre 2014 15:15 marcodlda
Scusate,ma chi ha disegnato il body, Tinto Brass....?

Body
14 settembre 2014 15:43 padre58
E' solo un effetto di ombre,dal vivo vedi soltanto un bellissimo Body.
Con la fantasia vediamo ciò che non c'è.
Allora cosa dire quando il corpo sudato,soprattutto su Body o pantaloncini bianchi, fa intravedere le forme del maschio?
Parliamo di cose più serie. Grazie!!!

Kabul
14 settembre 2014 15:57 adriespo
Oh maiale di un diaz per Kabul c\'è l\'aereo, andateci e non rompete più i cabasisi :D

Caro Direttore
14 settembre 2014 16:26 jaguar
Caro Direttore é la terza volta che ho provato a scrivere un commento ma è tre volte che mentre scrivo il commento parte da solo!!!!!un controllino al sito sarebbe una buona idea!!!!!ah dimenticavo .....al commento ci rinuncio ( è da ridere ora che lo vorrei inviare non parte)

"abbigliamento pienamente conforme"
14 settembre 2014 16:59 SoCarlo
proprio non ci arrivano.
Era ovvio che non fossero nude.
si discuteva dell'opportunita', non solo estetica, di sembrare tali, anche se solo quando giu' dalla bici.
auguro a tutti i quelli di buon gusto che cosi' le han fatto salire sul podio, che molto presto possano avere le figlie addobbate in tale maniera, con "abbigliamento pienamente conforme".

adesso vado a mare a guardare c--i e t---e (cosi' che non mi si possaaccusare di essere bigotto.

servizio completo
14 settembre 2014 17:33 sasa
Cari organizzatori, per fare un servizio completo la prossima volta le colombiane mettano fuori (oltre al pelo) anche il torace, almeno qualcosina di buono da vedere ci sarà per i tifosi...Quello che hanno mostrato è sinceramente prodotto scadente.

CHE BRAVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
14 settembre 2014 18:40 cicredete
Prendete una foto di questo tipo su Twitter. La pubblicate con commenti a dir poco irrispettosi e poi......ma chi è il giornalista che pubblica uno tale foto e con tali commenti senza verificare l'esattezza dell'informazione? Vorrei conoscerlo per citarlo come cattivo esempio per l'etica professionale dei giornalisti. Ma non si è firmato nel primo articolo!!!!!!!! Forse non ha avuto il coraggio???

SCUSATEVI SENZA FARE IRONIA. E' MEGLIO A VOLTE AMMETTERE GLI ERRORI.

14 settembre 2014 19:09 siluro1946
A quando il ritorno dei calzini bianchi, scarpe e mutandoni neri? Aggiungerei il Battesimo, la Cresima ecc. ma sì anche in Burka. Infine solo un rapporto, di trasmissione s'intende, e così andiamo avanti. Talebani!!!

UN ASINO VOLA
14 settembre 2014 19:30 cicredete
Su twitter c'è la FOTO DI UN ASINO CHE VOLA. Cercatela subito e pubblicatela gridando al miracolo così Voi di TUTTOBICIWEB farete un altro grande scoop giornalistico!!!!!!! Nemmeno un bambino di cinque anni crede più alle foto. Voi evidentemente si.

VERGOGNA
14 settembre 2014 19:33 AndreaGIANNI
C'è una incredibile discrepanza tra la visione reale e la foto: appurato.
Ma un giornalista che racconta un evento NON si può permettere di DIRE cose NON VERE: è stato presente qualcuno di Voi a qualche gara? ha visto dal vivo le atlete con le tute? alla partenza è stato notato che "più d'uno ha strabuzzato gli occhi..."? VERO o FALSO???
NON sarà stata costruita tutta la notizia solo dalla foto "scovata su twitter"?
Anche l'organizzazione della gara si è giustamente risentita perchè in quei vestitti non c'era niente di scandaloso nè di "cattivo gusto". Questo è quanto hanno visto anche i miei occhi dal vero!
Il sarcasmo delle "scuse" dell'attuale articolo è semplicemente ridicolo visto che è stata creata una "notizia" che NON esite e che NON corrisponde alla verità percepibile dagli occhi. VERGOGNA!
Ma sono state offese delle atlete, delle persone di un'altra nazione (ho sentito che la notizia è arrivata in Colombia facendo un certo scalpore, spero per Voi che la cosa finisca qui...), che non sappiamo quanti sacrifici hanno fatto per venire in Toscana... e, magari, le tute le ha disegnate una di Loro perchè e una piccola squadra...
Architetto Andrea GIANNI
P.S.: continuo a firmarmi e continuo a NON vedere firme dei Vostri Giornalisti perchè la sigla p.a.s. che compare in questo articolo credo che sia assolutamente insufficiente, non avendo trovato il comitato di redazione... cercherò meglio domani.

Che gente , vergognatevi
14 settembre 2014 19:49 venetacyclismo
Ma che esistono certa gente ....che cambino sport , non ci interessa avere tifosi del ciclismo così, solo a pensarlo , per me siete repressi , psicopatici , fatevi curare, solo sospettare di tale situazione, il ciclismo femminile è serio , una realtà , questa discriminazione sul femminile ..., insomma di cattivissimo gusto.

Per andreaGIANNI
14 settembre 2014 21:45 Romanofrigo
Il direttore del giornale si chiama Pier Augusto Stagi.
Può essere un indizio?
Buona ricerca

?
14 settembre 2014 22:48 warrior
Scusate ma stavolta non ho capito nulla. Tuttobici ha fatto un fotomontaggio? Non mi sembra. Il body era un disegno e non una trasparenza? Era comunque di pessimo gusto.

IL RE E\' NUDO. LA REGINA PURE...
25 settembre 2014 17:30 tonifrigo
Adesso mettiamo in discussione anche quello che vendono gli occhi? Va bene un ventennio di berlusconismo, ma non siamo ccretini. NOn è questione di bigottismo (ormai la la patata ci viene servita in tutte le salse in tivù e sul web) ma di buon gusto. Il cattivo gusto è un delitto contro l'umanità. Forza TuttoBici

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

La Trek Segafredo ha chiuso il 2019 come meglio non avrebbe potuto grazie alla maglia iridata conquistata da Mads Pedersen e Il Lombardia vinto da Bauke Mollema. La stagione 2020 è ormai alle porte e la formazione americana è radunata...


Il caso Schwazer continua a far discutere e in questa settimana sono arrivate due nuove sentenze, entrambe “sfavorevoli” al marciatore altoatesino con un passato nel ciclismo. Il tribunale federale svizzero, al quale Alex Schwazer si era rivolto per chiedere la...


Lunedì a Roma, alla presenza del premier Conte, si svolgerà la cerimonia di consegna dei Collari d'Oro del Coni. Tra le personalità premiate ci saranno i sindaci di Milano e Cortina, Giuseppe Sala e Gianpietro Ghedina, e i governatori di...


Michele Scarponi ha un posto speciale nei nostri cuori e la Fondazione che porta il suo nome ci fa un piccolo grande regalo per Natale. Nel video che accompagna queste parole, infatti, potete vedere un breve estratto del cortometraggio “Il...


Una carriera bruscamente interrotta da un problema di salute. E’ l’amara storia di Marco Landi, bolognese di Pianoro nell’ultima stagione in forza alla Zalf Euromobil, che, nel momento di compiere il grande salto tra i professionisti, si è dovuto fermare...


Il Team F.lli Giorgi si è riunito ieri sera al Ristorante Pio Nono di Erbusco per festeggiare l’annata 2019 appena andata in archivio con ricche soddisfazioni, ma anche per gettare le basi e presentare le nuove squadre per la stagione...


Il 2020 è già realtà nel quartier generale della Work Service Dynatek Vega: la formazione continental promossa da patron Massimo Levorato che si presenta ai nastri di partenza della nuova stagione con l'ambizione di ritagliarsi i propri spazi nel mondo...


Una serata di ciclismo, di amicizia, di premi e di sorrisi: tutto questo è stato il Galà del Ciclismo che ieri sera a Porto Sant'Elpidio ha avuto per protagonisti tanti esponenti del ciclismo nazionale e locale che hanno risposto all'invito...


La stagione di Pietro Aimonetto si concentra tutto da marzo a luglio, meglio sarebbe dire fino al 28 luglio a La Stella di Vinci, fuori Firenze: è in quella corsa che Aimonetto chiude la sua stagione per una brutta caduta....


Nella splendida cornice di  Villa Grasseni, a Flero nel Bresciano, è stata ufficialmente presentata la seconda edizione del Troreo Città di Flero gara di Ciclocross in programma domenica 6 gennaio 2020. La manifestazione, promossa dal Team Piton di Sara Pitozzi,...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy