TORTONA e il ricordo di Carrea e Zanazzi. VIDEO

STORIA | 16/05/2014 | 08:36
Sono stati molti gli argomenti di conversazione, a sfondo ciclistico con, però, qualche variazione e divagazione sul tema, che si sono sviluppati durante il convivio che, ogni anno, in primavera, l’appassionato Gianni Rossi organizza sulle belle colline nei dintorni di Tortona, la sua città. E’ la terra dei Campionissimi, dove la passione ciclistica trova sempre nuovi spunti e motivazioni ravvivati dalla passione per le due ruote che si trasmette quasi geneticamente, verrebbe da dire, di generazione in generazione. Ne è la prova evidente la Milano- Tortona, una classica di blasone del ciclismo dilettantistico che, il 1^ maggio ha visto la vittoria (la sua prima nella  categoria), del piemontese Davide Pacchiardo, giunto solo al traguardo con 20” di vantaggio sul secondo.
La corsa si è svolta per intero nei dintorni di Tortona con il punto strategico sulla salita di Villaromagnano, proprio dove Gianni Rossi raduna gli amici. La corsa vanta un albo d’oro con nomi di primissimo rilievo del ciclismo italiano di varie epoche e ha salutato l’esordio, quale presidente della società organizzatrice, il Veloce Club Tortonese 1887 “Serse Coppi”, (1887 è l’anno di fondazione, giusto ieri….) del giovane Giovanni Ferrari Cuniolo. Un cognome che evoca il bisnonno, Giovanni Cuniolo, il famoso “Manina”, tre volte campione italiano, primatista mondiale dell’ora nel 1905, vincitore di un Giro di Lombardia e di molte altre corse importanti. Un recente, documentato libro di Claudio Gregori ne illustra da par suo le gesta sportive, ma non solo quelle. Infatti “Manina”, al termine della lunga carriera ciclistica, è diventato anche un imprenditore di successo. E qui è stato rivelato che l’appellativo di “Manina” non era riferito alla sua capacità d’aiutarsi in volata anche con l’uso delle mani, come comunemente si credeva, ma era una sorta di definizione distintiva dei molti rami di varie famiglie con il cognome Cuniolo.
La volontà di Giovanni Ferrari Cuniolo e dei suoi amici collaboratori è quella di ridonare alla Milano-Tortona l’antico percorso con la partenza da Milano e i contorni organizzativi e tecnici che sempre l’hanno specificamente caratterizzata.
Di questo e di molto  altro con al centro il ciclismo e la bicicletta si è parlato nel convivio con le abituali, fedeli, presenze di Marina Coppi con il marito, Gianni Bellocchio, Sante Gaiardoni con la signora Elsa, Marino Vigna (vincitore fra l’altro di una Milano-Tortona di….qualche anno fa),  Gianpaolo Ormezzano e signora Marlene, sempre  brillanti e coinvolgenti, Carlo Delfino e signora, cultore di memorabilia ciclistiche, meglio se datate.., Gino Bartalena, “la voce” del ciclismo tortonese. Dell’abituale compagnia, erano assenti giustificati per diversi motivi, Mario Dagnoni i giornalisti Claudio Gregori e Marco Pastonesi e, in tema canoro, Donatello e Gian Pieretti, colleghi della signora Gaiardoni, Elsa Quarta.
Assente, rimpianto, ma ricordato con commozione e amicizia da tutti, è stato Renzo Zanazzi, un fedelissimo di quest’appuntamento. E’ stato però “presente” rivisto in un video curato da Amilcare Fossati dove il “Vecchio” – così lo chiama Marco Pastonesi – distilla la sua straordinaria personalità e schietta, diretta, simpatia. E con Zanazzi è stato ricordato anche il suo grande amico Andrea “Sandrino” Carrea grazie a un filmato che, con l’occulta, affettuosa, regia di Gianni Rossi, ha visto “l’Orso” ammansito.
Il ricordo della memoria è un valore che dalle parti di Tortona e Novi Ligure non è mai disperso, ricordando anche Ettore Milano.

Proponiamo qui di seguito i due video:
clicca QUI per CARREA
clicca QUI per ZANAZZI

g.f.



Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Dicembre non è solo il mese di regali, lucine e Natale, ma anche il momento in cui i corridori scoprono il kit che sfoggeranno per i prossimi 12 mesi. Proprio come il lupo cambia il suo mantello, così il "Wolfpack"...


È stato il primo corridore, in 21 anni di storia della corsa, a conquistare per due volte consecutive il Tour Down Under. Ma Daryl Impey non si accontenta e vuol provare a fare la tripletta. «Penso che le mie possibilità...


Due giorni sulle pendici dell'Appennino-Piacentino per familiarizzare con tutte le novità che comporta il nuovo assetto del Team Casillo-Petroli Firenze-Hopplà: i corridori confermati e i nuovi arrivati della formazione Continental si sono dati appuntamento a Garbozza, località montana a 1000...


Parla correttamente finlandese, italiano, inglese, francese e svedese, ma se la cava anche col danese e lo spagnolo. Kjell Carlström è l’uomo al quale il ciclismo israeliano ha affidato le chiavi del suo futuro, dandogli in mano la Israel...


La strada che porta al professionismo per le atlete è iniziata , finalmente qualcosa si è mosso ma per arrivare al traguardo occorre sicuramente pedalare ancora. Ne sono convinte le rappresentanti di Assist, l'associazione Nazionale Atlete. In un comunicato...


E’ passata dal nuoto (4 anni di gare con due successi regionali) al ciclismo grazie alla società Santermo Imola che la fece salire in bicicletta in occasione di una gimcana, organizzata per una Festa dello Sport di...


Messa da parte la splendida giornata di Rivalta sul Mincio, con la doppietta di Stefano Leali e Lorenzo Farinati e quella di Faè di Oderzo grazie alle ottime prestazioni di Arianna Bianchi e Luca Furlan, il Team Piton Ciclocross è...


Da queste immagini pubblicate da Roberto Reverberi sembrerebbe che la formazione professioanl Bardiani CSF Faizanè potrebbe aver attuato un restyling molto importante del proprio look. Niente più arancio sulle divise dei corridori 2020. Per scoprire con certezza la nuova livrea...


Il raggio d’azione della funzione Garmin Pay™ sugli smartwatch Garmin si allarga anche ai clienti di FinecoBank: a partire da oggi, infatti, tutti i possessori di una carta Mastercard e Visa dell’istituto bancario potranno effettuare pagamenti contactless direttamente dal proprio...


Il cielo è grigio in questi gorrni sopra Crema ma c'è un insolito raggio di sole che regala emozioni e speranze. È un raggio che porta dritto al velodromo Pierino Baffi, il cui futuro ora è più sicuri e roseo....


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy