DOWN UNDER. Ulissi: è stata una tappa molto intensa

PROFESSIONISTI | 25/01/2014 | 16:18
Ancora una grande prestazione da parte di Diego Ulissi, 2° nella importante 5^frazione del Tour Down Under.
La tappa proponeva agli atleti l’arrivo in salita di Willunga Hill, 151 km dopo la partenza da McLaren Vale: una frazione cruciale per la definizione della classifica generale, sfruttata al meglio da Richie Porte, capace di attaccare in salita e giungere al traguardo con 10″ di vantaggio sul duo Ulissi-Gerrans, con quest’ultimo tornato in testa alla graduatoria generale.

La prestazione di Ulissi (in foto Bettini, seguito da Gerrans) ha gran valore, soprattutto per la capacità di leggere la corsa e di far valere la buona condizione già raggiunta in questo inizio anno.
In classifica generale, il capitano della LAMPRE-MERIDA è 3°, a 5″ dal leader Gerrans e a 4″ dal 2° posto di Evans. Porte segue in 4^posizione a 5″.

“La tappa di oggi è stata molto intensa, tutti i migliori hanno giocato le proprie carte: sono proprio contento di essere stato ancora là davanti a lottare per un gran risultato - ha spiegato Ulissi . Ho voluto muovermi con cautela, così quando è partito Evans molto presto lungo la salita di Willunga Hill, n ho voluto reagire subito. Evans ha poi un po’ pagato lo sforzo, io ho potuto cogliere un bel secondo posto, dietro a un Porte scatenato, oggi davvero imbattibile. I miei compagni hanno fatto un gran lavoro per consentirmi di iniziare la salita in testa al gruppo, li ringrazio, con il rammarico di non avere con noi anche Valls, che sarebbe stato sicuramente un’ulteriore valida pedina in salita Ora non devo abbassare l’attenzione, perché la tappa di domani, seppur dal corta e dal profilo altimetrico semplice, può rivelarsi insidiosa, dato che ci sarà gran battaglia negli sprint intermedi”.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se n’è andato in punta di piedi, proprio come ha vissuto, senza manie di protagonismo, ma badando al sodo. Da bresciano di campagna, appassionato di ciclismo, Tarcizio Bregoli, 80 anni, terzo di una stirpe, i fratelli Bregoli (dieci fra maschi...


Stefan Kung ha conquistato per il quarto anno consecutivo il titolo nazionale svizzero a cronometro indidivuale riservato ai professionisti. Sul circuito di Belp, dopo 30 km di gara, il portacolori della Groupama FDJ ha fermato il cronometro in 37'36"precedendo i...


Lo avevamo già visto brillare al Giro di Svizzera e virtuale e lo ritroviamo protagonista al Tour de France: l'australiano Freddy Ovett, portacolori della Israel Start-Up Nation, ha vinto la quarta tappa della Grande Boucle precedendo il connazionale Nick Schultz...


Marlen Reusser, dell'Equipe Paule Ka, ha conquistato per il secondo anno di fila il titolo nazionale elvetico a cronometro individuale per donne elite, che oggi è stato assegnato a Belp. La 28enne di Jegenstorf, nei pressi di Berna, ha coperto...


April Tacey si conferma davvero come l'atleta più in forma e soprattutto più adatta alle velocità vertiginose e agli sforzi brucianti del Tour de France virtuale. La britannica, classe 2000, ha vinto infatti anche la quarta tappa della corsa francese,...


Ci sono gli organizzatori dei grani giri, e in particolare quelli del Tour de France, nel mirino di Patrick Lefevere e della sua rubrica settimanale su Het Nieuwsblad. «Il motto che ha scelto Aso quest'anno è: "ripido, ripido, ripido", ma...


È chiaro che mi devo dichiarare, senza se e senza ma: adoro da sempre Vasco Rossi. Sono tra quelli che ancora ragazzo, ancora corridore, lo incontra con “Non siamo mica gli americani”, nel 1979. Amore al primo ascolto. Un genio...


Tempo di ripartneza anche in terra svizzera e subito brillanti risultati per i ragazzi dell Vc Mendrisio diretti da Dario Nicolett. Nella corsa in salita Grono - Rossa, che ha difatto segnato la ripresa agonistica, infatti, si è imposto il...


E’ il 12 lugIio 1990, al Tour de France si corre la cronometro Fontaine-Villard de Lans, 33 chilometri con tratto finale in salita. La tappa se l’aggiudica lo specialista Erik Breukink, e Claudio Chiappucci, ventisettenne lombardo di Uboldo, diventa leader...


È un libro da sorseggiare, gustare e assaporare in tutte le sue declinazioni, che sono perlomeno tre, visto che Davide Cassani e Giacomo Pellizzari in sella alle loro biciclette ci indicano percorsi, ma ci suggeriscono anche cosa vedere o mangiare....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155