Tutti per uno, tutti per Pantani

STORIA | 04/12/2013 | 08:54
Tutti per uno. Anche se quell’Uno purtroppo non c’è più. Nel nome di Marco Pantani, che fu il loro leader negli anni tra secondo e terzo millennio, gli uomini della Mercatone Uno si sono ritrovati a Dozza Imolese. Non tutti, ma più di sessanta fra coloro che hanno lavorato col Pirata di Cesenatico: i fedelissimi degli anni d’oro, i gregari dell’ultimo periodo, tecnici, meccanici e massaggiatori delle varie ere, chi ha diretto il team. Chi non è riuscito ad arrivare, aveva un motivo valido: non buono, visto ciò che si è perso.

A ricompattare l’unica squadra del ciclismo moderno che ha corso sempre per un solo capitano è stato Fabiano Fontanelli, uno di quelli che con Pantani non solo ha conquistato Giro e Tour, ma si allenava spesso. «Era da un po’ che mi frullava in testa questa idea: quando ho capito che parlandone e basta non si sarebbe fatto nulla, mi sono mosso».

Dal dire al fare c’è stato di mezzo un biglietto ad invito, con i nomi di tutti i tesserati del periodo fra il 1997 e il 2003. Nessuno escluso: al bando simpatie e antipatie, chi ha avuto cittadinanza nel team allestito dal grande patriarca Luciano Pezzi e da patron Romano Cenni quando ancora Pantani aveva le stampelle per l’incidente alla Milano-Torino, è stato convocato a Dozza.

Bell’idea, bella giornata, iniziata con gli aperitivi alla pasticceria Berti, lungo la via Emilia, conclusa all’enoteca Regionale di Dozza, due luoghi cult per chi si è colorato di giallo in quegli anni. Belle facce, anche se un po’ segnate dal tempo e da un¹attività sportiva che per molti si è decisamente ridotta. «È stato bello rivedere tanti compagni», commenta Fontanelli, uno dei più in forma essendo tra quelli che ancora pedalano con grinta.

All’appello hanno risposto i vari Conti, Siboni, Borgheresi, Artunghi, Della Santa, Podenzana, Pelliccioli, Settembrini, Coppolillo, Barbero, Della Vedova, Mazzanti, i tecnici Amadori, Martinelli, Giannelli, Maini, i meccanici Falconi e Mora, i massaggiatori Moro e Gradi, il manager Cornacchia e Fausto Pezzi, che nella squadra un ruolo definito non l’aveva, perché è stato di tutto: soprattutto, memoria storica di un gruppo difficilmente ripetibile.

da Il Resto del Carlino
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

C'è la firma di Jasper De Buyst sulla quarta tappa del Giro di Danimarca. Il belga della Lotto Soudal ha battuto, grazie ad un colpo di classe nel finale, il connazionale Capiot - all'ennesimo piazzamento in questa corsa - e...


La squadra di Bradley Wiggins, il Team Wiggins Le Col, chiuderà la sua avventura agonistica a fine stagione e precisamente con il Giro di Gran Bretagna. "Il team Wiggins Le Col annuncia oggi che non sarà operativo nel 2020. Dopo...


Volata vincente di Tomas Trainini nel 23simo Trofeo Comune di Vertova internazionale per la categoria JUniores che stamane ha inaugurato la Due Giorni di Vertova che domani si concluderà con il Trofeo Paganessi. Il bresciano del Team Lvf (dodicesima affermazione)...


Buon momento per Veljko Stojnic. Il serbo del Team Ballerini Albion, vincitore a Ferragosto della Firenze-Viareggio, ha vinto per distacco il 59simo Circuito Castelnovese per dilettanti che si è corso a Castelnuovo Scrivia in provincia di Alessandria. Stojnic è scattato...


Tappa breve e spettacolare, la penultima del Tour de l'Avenir: a Tignes - laddove il Tour de France è stato respinto per via di grandine e frane - si è imposto l'ungherese Attila Valter, 21enne di Cosmor della Continental CCC...


L’UCI annuncia in un comunicato ufficiale che Alessandro Petacchi è stato sanzionato con un periodo di inagibilità di due anni per violazioni del regolamento antidoping (VRAD) commesse nel 2012 e nel 2013 (utilizzo di metodo/sostanze proibiti) sulla base delle informazioni...


Il problema c’è da tempo, ma non si vede. Nel senso che si fa finta di non vedere e quel che è peggio si fa finta di non sentire. Non è il caso di demonizzare nessuno, ma è anche bene...


Lutto in casa Astoria. Si è spenta Mina Simonetto, vedova di Vittorino e madre di Antonella, Paolo e Giorgio Polegato. Aveva festeggiato da poco i suoi 90 anni. Originaria di Valdobbiadene, dopo il matrimonio ha sempre vissuto a Crocetta ed...


Nove arrivi in salita, un paio di cronometro, tappe mediamente brevi: anche quest’anno la Vuelta non si discosta dal cliché che nelle ultime stagioni l’ha resa intrigante e divertente. Assenti gli ultimi due vincitori (per scelta Simon Yates, per infortunio...


Una vita fa. Sono passati due anni, un mese e diciannove giorni da quando Fabio Aru attaccò a più di due chilometri dall’arrivo in salita sulla Planche des Belles Filles e andò a prendersi una splendida vittoria in solitaria al...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy