Agostini: «Una leggerezza, ma in buona fede. Ve lo dimostro».

PROFESSIONISTI | 20/09/2013 | 12:28
Un velo di crema, che può costare una carriera. Una leggerezza, che si trasforma in un incubo. Stefano Agostini, licenziato dal team Cannondale per una violazione del regolamento interno ad agosto, oggi è stato sospeso in via provvisoria dall'Unione Ciclistica Internazionale per positività al Clostebol in occasione di un controllo a sorpresa del 21 agosto scorso.

Il 24enne nato a Udine, tricolore under 23 nel 2010, in attesa che la Federazione Italiana apra un procedimento nei suoi confronti, spiega a tuttobiciweb la sua versione dei fatti.

Come spieghi quanto accaduto?
«Ho commesso una leggerezza, in buona fede, che sto pagando a caro prezzo. Tornato dal Tour of Utah, ho sofferto per uno sfogo al gluteo sinistro, e di notte non sopportando più il prurito ho chiesto aiuto a mia madre che mi ha suggerito di usare una crema che aveva utilizzato lei tempo addietro per un problema simile. Ho applicato quindi un velo di Trofodermin, un farmaco da banco, che mai avrei pensato potesse contenere un principio attivo vietato. Se non fosse stato un medicinale che si ottiene senza ricetta mia mamma non me l'avrebbe mai dato... Così, alle 3 di notte, non ho letto il foglietto illustrativo e dopo essermi spalmato la crema sono tornato a dormire. Neanche mi ha fatto guarire lo sfogo...».

Dopo qualche giorno ti sei sottoposto a un controllo a sorpresa.
«Esatto. Come dimostra il documento che vi ho inviato per la pubblicazione (lo trovate in basso nella photogallery, ndr) agli ispettori antidoping ho dichiarato di aver usato questa pomata, proprio perché non pensavo fosse nulla di grave. Terminato il controllo ho avvisato come di consueto la squadra. Il dottor Roberto Corsetti mi ha subito fatto presente che la crema conteneva Clostebol e che quindi sarei incappato in una positività. La società, giustamente, mi ha licenziato per aver contravvenuto il rigidissimo regolamento interno vigente e oggi la mia stupidità è stata resa pubblica dal comunicato dell'UCI».

Ora cosa hai intenzione di fare?
«Purtroppo posso fare poco se non dimostrare di essermi comportato in buona fede. Ovviamente non chiederò le controanalisi perché so che il Clostebol c'era nelle mie urine e vi ho spiegato come ci è finito. Colgo l'occasione per scusarmi nuovamente con il team Cannondale che ho danneggiato per una mia leggerezza e spero che chi dovrà decidere la mia pena capisca che sono semplicemente uno sciocco, non un baro. Amo il ciclismo e spero che la leggerezza che ho commesso non comprometta il mio futuro in bici».

Giulia De Maio
Copyright © TBW
COMMENTI
20 settembre 2013 14:27 foxmulder
Se tutto 'sto cancan è venuto fuori per questa roba qua, mi sento di dire che siamo alla frutta. Anzi, all'ammazzacaffé. E questo dichiara anche che è stato "giustamente licenziato dalla squadra". A morte i bari e i furfanti, ma qua si rasenta il ridicolo.
Piuttosto, curiosità mia, perché la cardioaspirina assieme a 'sto Trofodermin?

Curiosità
20 settembre 2013 14:35 Ruggero
Cardioaspirina ???
La cardioaspirina la prendo io che sono cardiopatico

20 settembre 2013 15:14 peter83
Ma io dico... perchè nn spiegare tutto subito pubblicamente un mese fa quando la squadra lo ah sospedo?!?

20 settembre 2013 15:25 LampoJet
la cardioaspirina non è altro che una normale aspirina a basso dosaggio di acetilsalicilico (0,1 g). hanno agiunto il nome cardio per essere più commerciali, una volta si chiamava aspirinetta. Serve a poco, cioè a chi la vende e la produce serve a molto....

Concordo con Peter83
20 settembre 2013 15:33 mdesanctis
Se aveva già capito tutto, doveva fare una bella conferenza stampa con la squadra ammettendo e anticipando tutti, invece di aspettare.
Ripeto, se confermate le controanalisi (visti i presupposti sarà così) radiazione. E a zappare la terra insieme ai parenti (compresi quelli che lo difendono anche su questo sito). Sono sempre loro i primi colpevoli, con i loro camper a seguito delle corse, etc
Siamo messi male: un frullatore al Tour, un nonno alla Vuelta e ho paura di subire un'altra delusione anche dal vincitore del Giro perché ormai non mi fido più di nessuno.
mdesanctis

Trofodermin
20 settembre 2013 16:04 Melampo
Sulla scatola del farmaco c'è il bel bollone rosso barrato con la scritta "DOPING", e nel bugiardino c'è scritto che l'uso del prodotto può dare positività ai test antidoping ... E poi, come dice giustamente "peter83", perchè non dichiararlo subito, ma soltanto adesso che la storia è uscita? Mah, qualcosa non torna. Sarà andata così? Quoto anche "Ruggero" per il post sull'altro articolo. Quando ci sono troppe disparità di forze negli U23, si vince facile, poi nei prof ...

XLampoJet
20 settembre 2013 17:07 gass53
Mi sà che di medicine te ne intendi poco..........la Cardio aspirina o Aspirinetta, l'ho presa per anni(prescitta dall'ospedale) in quanto soffro di brutta circolazione e dal luglio 2011,dopo l'ennesimo ricovero per embolia(la terza) mi hanno OBBLIGATO al Cumadin. Quindi affermare che la Cardioaspira non serve a un CA@@O mi sembra una minchiata. Certo che il Giovanotto a 20anni non dovrebbe aver bisogno di ANTICOAUGOLATORI, visto che tale medicina rientra in quella fascia..............mi sembra un pò come le caramelle dalla nonna di un ex corridore.

Melampo
20 settembre 2013 17:13 Ruggero
Bravo, poi nei prof ?????
Bisognerebbe dare a tutto il giusto peso a cominciare dagli under 23

per gass53
20 settembre 2013 17:35 LampoJet
Eccoti il foglietto illustrativo: come ho detto io 100mg di Acetilsalicilico. Li sente un gatto, un cane già meno.... Poi liberissimi di credere ancora alla Befana...Io smisi quando vidi mia madre che riempiva le calze e mi feci qualche domanda....


01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -Inizio Pagina

CARDIOASPIRIN

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - Inizio Pagina

Una compressa contiene:

principio attivo:

acido acetilsalicilico 100 mg

Read more: http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Cardioaspirin.asp#ixzz2fRnqoJI6
Under Creative Commons License: Attribution Non-Commercial No Derivatives
Follow us: Torrinomedica on Facebook

XLampoJet
20 settembre 2013 18:00 gass53
grazie professore del suo CONSULTO...........la prossiamvolta che mi risento male, informero i Professori dell'Ospedale di Pistoia di chiedere a lei!!!!!
Vaaaaaaaaaaaiiiiiiiiiaaaaaaaaaaaaaaaaaavvvvvvvvvvvvaaaaaaaaaaaaaiaaaaaa

Ma per piacere
20 settembre 2013 18:26 Ruggero
Non scherziamo, la cardioaspirina mi è stata prescritta dopo che ho avuto un infarto, fino ad allora nessun medico sportivo e non mi ha prescritto questo farmaco, quindi o questo ragazzo, che stà provando a fare il professionista ha seri problemi di salute o altrimeti non so.

Duri di comprendonio
20 settembre 2013 18:49 Bartoli64
Questa vicenda somiglia molto a una accaduta tanti anni fa, allorquando alcuni componenti del ns. quartetto della 100 km. a squadre risultarono positivi a una sostanza anabolizzante.

In quell'occasione i ns. corridori e dirigenti federali si difesero dicendo che avevano semplicemente usato una pomata per il soprassella, peccato per loro che gli analisti antidoping ribatterono che, dai picchi della sostanza riscontrati sul cromatografo, quella pomata i corridori italiani (quantomeno) l’avevano spalmata sul pane ;-)

Tutto ciò per dire che nel caso-Agostini andrebbe considerata la quantità di sostanza rilevata all’esame, giacché mi riesce difficile credere che una piccola applicazione del prodotto (Trofodermin) da sola possa bastare a determinare una positività… ma questa è una mia semplice considerazione, nella speranza (per Agostini) che possa dimostrare la sua scarsa cautela nell’utilizzare questo prodotto.

Quoto in pieno tutte le altre considerazioni espresse dai precedenti blogger alle quali aggiungo che, sia la Cardioaspirina, sia il Trofodermin, sono prodotti farmaceutici la cui composizione ed effetti sono fin troppo noti a chi fa ciclismo ad alti livelli.

Certo, doparsi col il Trofodermin mi sembra impresa ardua, però non è nemmeno la prima volta che accade (era successo anche ad un noto cestista italiano).

Il problema però è sempre quello: cari corridori, ma non avete ancora capito che prima di prendere un qualsiasi prodotto dovete pensarci mille volte se non siete stati prima autorizzati dal medico sociale?

No, mi sa che non l’avete ancora capito…

Bartoli64

Un po' di equilibrio
20 settembre 2013 19:00 TorrazzaForever
Signori, un po' di equilibrio. Ha sbagliato e lo ha ammesso,senza trincerarsi dietro alle caramelle balsamiche comprate dalla zia in Perù o dando la colpa alla bistecca troppo cotta della nonna. Cosa deve fare di più? Farsi fucilare in pubblica piazza? I mass-media danno addosso al ciclismo, ma mi sembra che pure noi appassionati esageriamo.

leggerezza
20 settembre 2013 19:08 colt
ha fatto una leggerezza? ma e un corridore professionista o un amatore.....

mi chiedo :
20 settembre 2013 19:10 effepi
ammesso che abbia detto la verità , mi chiedo : ma come può un professionista a non capire che anche per una caramella è meglio consultare il dottore ?
seconda cosa , come mai non è mai successo che in altri sport ( per esempio nel calcio ) con migliaia di controlli un atleta in buona fede sia incappato in questo tipo di "inconvenienti" ?

Per gass e per altri
20 settembre 2013 19:40 LampoJet
Scusate, non volevo turbare i vostri animi. Ma i numeri parlano chiaro, l'aspirina classica è 500mg, quindi come 5 cardioaspirine. E di quella classica, la posologia parla di 2-3 al giorno, quindi fino a 15 cardioaspirine. Questo non per innescare nessuna polemica, ma solo perchè vi rendiate conte dell'ordine di misura di cui si sta parlando. Punto. Gass si faccia curare dai medici e non venga da me che è certamente meglio. Per, scusi non mi ricordo il nome, dice che dopo l'infarto gli Hanno dato la cardioaspirina, è perchè l'acido acetilsalicilico tende a tenere il sangue più fluido, per cui tende ad evitare i coaguli. Tutto qua, senza litigare o offendersi. Quanto al clostebol, come ha detto un altro utente, è solo contenuto in quella pomata, non esistono preparati anabolizzanti a base di tale ormone.
Con queste mie considerazioni non voglio difendere nessuno, ma solo dire, che probabilmente qui ci si trova davanti davvero ad un caso di ingenuità (anche stupida se volete) e leggerezza.

P.S: Per fare una crono a 54 di media, allora bastan trofodermin e cardiosapirina? rispondete ;)

Bravo Bartoli
20 settembre 2013 20:49 Per89
Ben detto bisognerebbe sapere la quantità di sostanza riscontrata, il Trofodermin lo conosciamo e viene usato spesso come giustificazione proprio un mese fa si ironizzava su una ciclista che trovata positiva alla stessa sostanza aveva dato la colpa alla pomata dicendo che aveva ancora lo scontrino!!! Il regolamento Cannondale non transige Zani è stato il primo a introdurre il licenziamento in caso di positività e molto probabilmente così sarà.... E se davvero Agostini è stato ingenuo credo che questa ingenuità gli vale la carriera aveva un contratto pro tour ed è stato buttato via... Una cosa del genere può succedere ad uno junior o ad un allievo visto che manca il medico sociale, ma anche un allievo e uno junior sanno che se su un farmaco c'è scritto doping non devono prenderlo tre di notte o meno... Certo che è anche stato sfortunato se alle 3 di notte a messo la pomata e alle 7 hanno bussato gli ispettori.....

20 settembre 2013 21:31 emmebi61
Sarebbe piuttosto semplice verificare la veridicità dell'uso del Trofodermin: sarebbe sufficiente ricercare la neomicina che è presente nella pomata. Se così fosse si tratterebbe solo di una grande ingenuità.

XLampoJet
20 settembre 2013 22:17 gass53
""Per, scusi non mi ricordo il nome, dice che dopo l'infarto gli Hanno dato la cardioaspirina, è perchè l'acido acetilsalicilico tende a tenere il sangue più fluido, per cui tende ad evitare i coaguli.""
Come vedi, quello sopra l'hai scritto Tu, quindi Ti sei risposto da solo......fluidifica il sangue ed evita coauguli, Giusto?
Ecco perchè hanno vietato quei prodotti,diuretici compresi, che FLUIDIFICANO, propio perchè l'Epo e company diminuiscano e di PARECCHIO il sangue......le favole(che poi favole non erano) dicevano di ATLETI CHE SI ALZAVANO DI NOTTE PER FARE I RULLI o andavano a fare km con la pila...........Ti risulta??? A me si e molto da vicino!!! Comunque chiudiamola pure qua, tanto è inutile far polemica tra di noi, il pesce puzza sempre dalla testa! Buonaserata

gass53
21 settembre 2013 13:46 svlastas
l'unico che ha capito a che serve la cardio aspirina a un professionista!
poi scusate riporta tutto.. uno per l'ossigeno, uno per la forza.. a bassi dosaggi... pero' sempre dosaggi sono... e se nessuo fa niente... la differenza la fai con poco!"!!!
poi da u23 l'ultimo hanno a fatto le buche al giro bio.. mi sa che i comuni gli hann chiesto l'indennizzo per l'asfalto maciullato..........


forza agooooooooooooooooooooooooooooo!!!

sei
21 settembre 2013 13:50 svlastas
e rimani una moto... con quie polpacci che ti toccano al portaborracce

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

È un giorno triste per la famiglia Parsani e per tutto il Team LVF: ieri a tarda sera si è spenta infatti la signora Loredana, moglie di Mario Parsani che per tanti anni è stato il presidente del sodalizio bergamasco...


È tornato al lavoro da pochi giorni, Davide Villella: tre settimane di riposo assoluto e poi una lenta ripresa per preparare la prima stagione con la Movistar. «Ho staccato completamente la spina per venti giorni, che mi sono serviti per...


Si spegne definitivamente la voce di Bike Channel. Il Tribunale di Milano ha sentenziato il fallimento del canale televisivo dedicato al ciclismo con decisione del 15 novembre 2019. La prossima udienza, per l’esame dello stato passivo, è stata fissata per...


Si svolgerà al Devero Hotel di Cavenago Brianza (MB) il giorno sabato 23 novembre, con inizio alle ore 9:00, il tradizionale appuntamento con il convegno Adispro, l’Associazione che raggruppa i direttori sportivi professionisti del ciclismo italiano.L‘evento è organizzato in collaborazione con...


Comincerà dall’Australia la stagione 2020 del campione del mondo Mads Pedersen. Il danese della Trek Segafredo, infatti, sarà al via del Tour Down Under che si disputerà dal 21 al 26 gennaio 2020. Tra i corridori che hanno già annunciato...


  Da Indicatore, località situata a soli 10 km da Arezzo, ecco a voi Francesco Della Lunga. Un giovanotto di 70 chili ben distribuiti in 182 centimetri di altezza, con attitudini da grande velocista proprio come il suo conterraneo Daniele...


  È un periodo di intenso lavoro per il G.S. Cernuschese Tino Gadda, e ancora più intenso, emozionante e movimentato sarà il prossimo fine settimana. Domenica 24 novembre la Società presieduta da Piero Navoni festeggerà il cinquantesimo anniversario di fondazione....


Il bello della vita è che puoi trovarti di fronte ad una "prima volta" quando meno te lo aspetti. È capitato a Sacha Modolo e al suo procuratore Alex Carera che per la prima volta si sono trovati a firmare...


Una stagione ai massimi livelli, da protagonista in campo italiano e internazionale tra maglia di team e quella azzurra della nazionale italiana. E’ il 2019 da favola del VO2 Team Pink, sodalizio ciclistico piacentino che basa la propria attività interamente...


Arrivano le prime notizie sull'organico del Team Casillo-Petroli Firenze-Hopplà: cinque i  corridori che sarebbero confermati per il 2020. Si tratta di Andrea Cervellera, Marco Murgano, Luca Coati, Laurent Rigollet e Alex Raimondi.Ragazzi che hanno fatto bene nel 2019, e che...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy