Contador: «Se vengo al Giro d'Italia, voglio vincerlo». AUDIO

SALUTE | 20/01/2013 | 14:05
«Se vengo al Giro d'Italia, lo correrò per vincere. A una corsa così prestigiosa non si può andare solo per partecipare. Quest'anno è decisamente meno duro dell'edizione 2011, quindi penso sia compatibile con la mia partecipazione al Tour de France, che resta il mio principale obiettivo della stagione», dice Alberto Contador, l'uomo della «tripla corona».
Poi sull'immancabile domanda su Armstrong: «Credo che la tanto attesa intervista di Lance non ci abbia svelato molto di nuovo. La sua vicenda è stato un colpo durissimo per tutti noi, per tutto il ciclismo. Ma siamo obbligati a guardare avanti: dobbiamo pensare al presente e al futuro di questo sport. Chiudiamo al più presto questo capitolo doloroso». E il mondiale di Firenze? «Potrei correrlo solo se decidessi di disputare anche la Vuelta, altrimenti ci sarebbero corridori molto più in forma di me», come a dire: prima il Giro e il Tour, poi si vedrà. Anche se il mondiale sembra davvero l'ultimo dei suoi pensieri.
Domani inizierà la sua stagione 2013 al Tour de San Luis: «Sto bene e ho voglia di correre, ma non sono in forma. Ho iniziato ad allenarmi come si deve a ottobre, ma con tutti gli impegni invernali sono un po' indietro rispetto agli anni scorsi. Sapete tra incontri con la stampa e viaggi, tra fusi orario e cibo non adattissimo alla dieta di un corridore, anche se ho la fortuna di trovare in fretta un buon ritmo di pedalata, ogni anno è più dura trovare la condizione migliore. Rispetto all'anno scorso quando in questo periodo ero in attesa di sapere cosa ne sarebbe stato del mio futuro (il Tour de San Luis 2012 è stata la sua ultima corsa prima della squalifica per positività al clenbuterolo, ndr) sono molto più tranquillo. Al via ci sono corridori davvero forti, io sono qui da una settimana ad allenarmi al caldo, non con l'idea di vincere. Chiaramente se sarò davanti negli arrivi in salita ci proverò, ma tra i miei rivali europei e i corridori locali per i quali questa corsa è l'appuntamento più importante dell'anno non sarà semplice. Sicuramente tra i più combattivi mi aspetto Nibali, Rodriguez e Dani Moreno, che sono adatti ai finali che offre questa corsa, per la cronometro e la generale vedo bene Van Garderen».

da San Luis, Giulia De Maio


Copyright © TBW
COMMENTI
ti aspettiamo
20 gennaio 2013 16:32 limatore
alè..... speriamo sia vero, sarebbe veramente un bel Giro.

Bella storia
20 gennaio 2013 17:27 ertymau
Ragazzi, mi sa che il buon Alberto sta balenando l'idea di fare l'accoppiata giro-tour nello stesso anno.
Gli manca solo questo per essere tra i più grandi di sempre.
Maurizio

Non è propriamente tra i miei preferiti ma..
20 gennaio 2013 19:41 teos
In un ciclismo moderno, dove il Giro è sempre meno tenuto in considerazione, l'attenzione che Contador nutre per il Giro è decisamente lodevole. Bravo Alberto, una presa di posizione che ti fa onore!
P.S. Unico appunto (rivolto a tutti) evitiamo sterili polemiche come quelle di due anni fa con annessa mortificazione del Crostis..

Grande Alberto, ti aspettiamo.
20 gennaio 2013 21:28 The rider
Speriamo che Contador venga al Giro, sarà uno spettacolo!

Pontimau.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Arriva nella tappa finale del Sibiu Cycling Tour il primo successo da professionista per Stefano Gandin che porta a 9 il computo totale del Team corratec in questa stagione d'esordio nel ciclismo mondiale. Il corridore veneto ha gestito alla perfezione...


Wout VAN AERT. 10 e lode. Un due tre, alza… le braccia al cielo. Sorride Wout, sorride e allarga le braccia come un albatros o un gabbiano, forse un’aquila reale, che spicca il volo e se ne va, con apparente...


La vittoria nella prima tappa francese del Tour de France è andata a Wout van Aert che, in maglia gialla a 11 km dal traguardo ha preso l’iniziativa e, come se fosse una cronometro, è andato a tutta velocità verso...


Gli attriti che ci sono stati in Danimarca tra Fabio Jakobsen e Dylan Groenewegen sembrano ormai appianati e oggi a Calais Jakobsen - ai microfoni di Nos tv - si è scusato con  Groenewegen. Il motivo delle scuse va ricercato...


Per tre giorni ha trovato una ruota più veloce della sua e allora oggi, nella quarta tappa (Dunkerque - Calais di 171, 5 km) Wout van Aert ha fatto alla maniera dei campioni: se n'è andato tutto solo, ha staccato tutti sulle...


Si chiude con un brindisi il week end di gare del VO2 Team Pink e del Ciclismo giovanile VO2 Team Pink, inaugurato ieri dal diciassettesimo posto di Valentina Zanzi al campionato italiano Donne Juniores su strada a Cherasco (Cuneo).Le "panterine"...


  Qualche giorno fa Elisa Balsamo aveva messo la sua prima firma al Giro d’Italia donne sfrecciando a Tortolì rispettando tutti i favori dei pronostici. Oggi a Reggio Emilia la chiamata si è fatta ancora forte, una tappa praticamente piatta,...


L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani esprime la propria disapprovazione sulla perquisizione che è stata messa in atto dalla polizia nei confronti di una squadra impegnata al Tour de France alla viglia della Grande Boucle. A un anno di distanza da una...


Elisa Balsamo ha vinto allo sprint la quinta tappa del Giro d'Italia Donne, la Carpi-Reggio Emilia di 126 km, la frazione più lunga, piatta e calda della corsa rosa. La campionessa mondiale, oggi in maglia ciclamino, è uscita in testa...


Giovanni Aleotti sfrutta il suo grande momento di forma e bissa il successo ottenuto ieri sulle strade del Sibiu Tour. Il modenese della Bora Hansgrohe ha vinto infatti anche la cronoscalata di questa mattina, da Curmatura Stezii all'Arena Platos Paltinis...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach