2013. Nasce il Cannondale Pro Cycling Team

| 20/09/2012 | 08:58
Cannondale, marchio premium di Dorel Industries (TSX: DII.B, DII.A), annuncia oggi il proprio significativo incremento di investimenti con Brixia Sport per diventare main sponsor del pro cycling team, dando vita così al “Cannondale Pro Cycling Team”. La partnership avrà inizio dal 1 gennaio 2013.  Per il 2013 e oltre, Cannondale e Brixia Sport si concentreranno sullo sviluppo di una squadra di giovani talentuosi, come Peter Sagan, vincitore della maglia verde al Tour de France 2012, Moreno Moser ed Elia Viviani.  Al loro fianco un campione di grande esperienza come Ivan Basso.
«Cannondale è felicissima di collaborare con Brixia Sport quale main sponsor del Cannondale Pro Cycling Team.  La leadership nell'innovazione fa parte del nostro DNA e negli scorsi sei anni è stato emozionante vedere il team superare i propri limiti in sella alle nostre biciclette, come noi spostiamo i confini di ciò che queste bici possono fare», afferma Bob Burbank, General Manager di Cannondale.  «Con il ruolo di main sponsor, i nostri rivenditori e consumatori possono aspettarsi lo sviluppo di programmi e opportunità che confermeranno il nostro continuo impegno nel ciclismo professionistico, con modalità nuove ma sempre con  l’inconfondibile stile Cannondale.»
Il rapporto di Cannondale con il team è iniziato nel 2007 come sponsor tecnico del Liquigas Pro Cycling Team.  Nel gennaio del 2010 Cannondale è diventata co-sponsor del Liquigas-Cannondale Team.  Dal 2007 il team ha vinto tre Grandi Giri, incluso il Giro d’Italia 2007 e 2010 nonché la Vuelta a Espana nel 2010, due maglie al Tour de France, quella a pois nel 2009 e quella verde 2012, oltre a innumerevoli e prestigiose altre gare.
Nel corso di questi anni di collaborazione, il team ha utilizzato la gamma di bici da strada Cannondale SuperSix, Slice, Slice RS, Synapse e SuperSix EVO Ultimate, recentemente nominata “Miglior Bici al Mondo” .  

«Gli appassionati di ciclismo e del marchio Cannondale possono attendersi di vedere uno dei migliori team al mondo in sella alle biciclette più performanti di sempre» ha detto Burbank.  «Sarà un rapporto all'insegna dell’innovazione ed eccellenza.»
«La scelta di Cannondale di proseguire e incrementare la sua partnership con la squadra è per noi motivo di grande soddisfazione – afferma il presidente di Brixia Sport dottor Paolo Zani -. L’obiettivo comune è quello di proseguire un progetto sportivo che, in questi anni, ha prodotto risultati esaltanti. Siamo convinti che il Cannondale Pro Cycling Team sarà una delle squadre più competitive nel panorama ciclistico mondiale. L’unione tra la tradizione italiana del ciclismo e la vocazione all’innovazione di un brand come Cannondale porterà alla nascita di una formazione internazionale capace di essere protagonista sempre e dovunque».

«Le prerogative con cui si aprirà il ciclo sportivo del Cannondale Pro Cycling Team  sono un grande stimolo per l’intera struttura di Brixia Sport – afferma il team manager Roberto Amadio -. L’esperienza maturata dal 2005 ad oggi è una solida base dalla quale partire per costruire il futuro della nuova squadra. Abbiamo obiettivi ambiziosi e una struttura in grado di poterli raggiungere. La rosa dei corridori sarà solida e all’insegna della linea verde, con una forte vocazione internazionale. Ripagheremo la fiducia di Cannondale con il massimo impegno e professionalità.»


A PROPOSITO DI CANNONDALE
Cannondale è un brand premium di Cycling Sports Group, una divisione delle Dorel Industries, Inc. (TSX: DII.B, DII.A). Fondata 50 anni fa, Dorel crea prodotti che sposano stile e avventura insieme a sicurezza, qualità e valore. Dorel registra vendite annue di 2,4 miliardi di dollari e dà lavoro a 5.000 persone in stabilimenti dislocati in ventidue paesi in tutto il mondo.  Costituita nel 1971, Cannondale è tra i leader industriali globali e vanta una forte eredità nel design, nello sviluppo e nella produzione di biciclette, abbigliamento e accessori ad alte prestazioni. Con fama di continua innovazione e qualità, il quartier generale di Cannondale è ubicato a Bethel, Connecticut, USA, con uffici in Canada, Olanda, Giappone, Svizzera, Australia, Regno Unito, Taiwan e uno stabilimento di assemblaggio/produzione a Bedford, Pennsylvania. Per maggiori informazioni visitate www.cannondale.com.
Copyright © TBW
COMMENTI
La retta via.
20 settembre 2012 09:27 Bastiano
No c'è che dire, questa è la strada giusta per il ciclismo del futuro, non credo che l'esempio sia quello di Astana, Katusha, Sky ed altri con budget smisurato. Per poter creare campioni affermati, occorre saper lavorare con budget limitati e saper investire sui giusti giovani, dandogli però spazio per farsi apprezzare.

Mah
20 settembre 2012 10:17 Andy77
I budget non influiscono sulla crescita dei talenti bensì la qualità dei tecnici e la cultura. Ieri un giovanissimo americano che correva la BMC... Ha sfiorato l'oro al mondiale a crono. Certa gente non Sto arrivando! Quello che scrive ... Un caso? La maglia bianca di quest'anno al tour?

Capita l'antifona
20 settembre 2012 13:35 pickett
Dire che si punta sui giovani,nel ciclismo come in altri sport,equivale a dire che non ci sono soldi per allestire una squadra competitiva.Chi farà classifica al Tour e alla Vuelta?Nessuno.E al Giro Basso,se tutto va bene,punterà a un piazzamento.Squadra assolutamente inadeguata al calendario Pro Tour,a meno di clamorosi acquisti dell'ultima ora.

per Picket
20 settembre 2012 13:59 fuser
beh, definire questa squadra "inadeguata per il World Tour" mi sembra proprio una caxxata . infatti questa squadra è attualmente seconda nel ranking (36 vittorie!) e negli ultimi anni non è mai stata fuori dai 5. vero che perderà un campione come Nibali ma astri nascenti come Moser e Viviani chi li ha ? e poi, un certo Sagan non ti dice niente ?.... piuttosto che sparare letame, rallegriamoci che una formazione seria come questa continua ad esistere! se questa è "inadeguata" cosa dovremmo dire allora della Lampre, o delle francesi o della Vacansoleil ???

Giri... di parole
20 settembre 2012 14:31 Jackass
Un bel comunicato x dire che mancano i soldi... speriamo nelle idee

giovani
20 settembre 2012 15:17 nikko
al contrario di quello che sperava il management italiano del nuovo team riguardo ad allestire formazioni anche continental per far fare esperienza ai giovani, tipo rabobank kathiusha.....il solo interesse strategico di cannondale è quello di r & b del prodotto e lo dichiara apertamente qui:
http://bicycling.com/blogs/boulderreport/2012/09/20/cannondale-assumes-sole-title-sponsorship-of-worldtour-team-as-liquigas-bows-out/

20 settembre 2012 19:18 ciceinge
Il senso finale di tutte queste belle parole è che uno sponsor importante come la Liquigas ha abbandonato il mondo dei ciclismo, e questa non mi sembra una bella notizia.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gianni Moscon lascerà oggi l'ospedale universitario Torrette Lancisi di Ancona con un sorriso in volto largo così: il trentino, infatti, non dovrà subire alcun intevento al cuore. Gli esami svolti ieri dal professor Antonio Dello Russo, affiancato dal dottor Roberto...


«Ero un ragazzino scatenato, uno "da collegio" e posso dire che la bicicletta e il ciclismo sono stati la mia salvezza, mi hanno evitato di prendere strade sbagliate quando avevo 16-17 anni». È un Vincenzo Nibali con tanta vogla di...


Alejandro Valverde non si ferma ma rilancia per l'ultima volta: «Lo dico con assoluta chiarezza: il 2022 sarà il mio ultimo anno da ciclista professionista. Non ci sarà una pagina ulteriore della mia storia in bici» ha detto il quarantunenne...


Athletica Vaticana è diventata membro ufficiale dell’Unione ciclistica internazionale e domani ci sarò il battesimo ufficiale. Il riconoscimento per Vatican Cycling (sezione della polisportiva Athletica Vaticana) è avvenuto venerdì 24 settembre a Leuven, grazie all'abile lavoro diplomatico sportivo di Renato...


Il Team BikeExchange si assicura la medaglia olimpica Kelland O'Brien per le stagioni 2022 e 2023. Il 23enne australiano ha conquistato il bronzo nell'inseguimento a squadre a Tokyo e ora concentrerà tutta la sua attenzione sulla strada con il team...


La stagione agonistica si è appena conclusa e ancora una volta chiediamo ai lettori di esprimere il proprio voto per eleggere il miglior tecnico italiano della stagione. Insieme ad alcuni grandi saggi, abbiamo selezionato una rosa di sette tecnici per...


L'Oscar tuttoBICI Gran Premio Mapei riservato alle Allieve vede quest'anno il netto trionfo di Federica Venturelli, portacolori della Cicli Fiorin Lombardia. Federica ha dominato la stagione chiudendo con 186 punti, ben 70 in più rispetto a Valentina Zanzi della POL....


Anticipata dal Resto del Carlino, la notizia del ritorno del Giro d’Italia a Reggio Emilia dopo cinque anni trova subito conferma in un messaggio via social del sindaco Luca Vecchi. «E’ ufficiale: il Giro d'Italia 2022 farà tappa a Reggio...


A poco più di sei mesi dallo spettacolo dell’edizione 2021, il Tour of the Alps è pronto a svelare le proprie carte per il 2022, quando dal 18 al 22 Aprile i più importanti campioni internazionali di ciclismo torneranno a sfidarsi sulle strade dell’Euregio,...


TUTTI ASSIEME APPASSIONATAMENTE. Dal Trentino alle Fiandre, una lunga serie di successi e di emozioni senza tempo che con il tempo hanno a che fare. Nel senso che Filippo Ganna si è confermato in Belgio per il secondo anno consecutivo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO
SONDAGGIO
OSCAR TUTTOBICI 2021. SCEGLIETE IL MIGLIOR TECNICO ITALIANO DELL'ANNO
I voti dei lettori saranno conteggiati insieme a quelli di una giuria di addetti ai lavori e giornalisti specializzati





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI