GIRO. Nuovo finale in salita a Lago Laceno, Seguite la diretta

| 13/05/2012 | 08:51
2.jpg
Si prospetta un’altra frazione dall’andamento altimetrico mosso con un tracciato che si snoda dall’Abruzzo, al Molise fino all’arrivo in Campania.
Sulmona vanta una lunga tradizione con il Giro d’Italia iniziata nel 1911 con il successo di Corlaita, nel 1925 Alfredo Binda, nel 1928 ancora Binda. Lungo salto fino al 1992 con la vittoria del laziale Franco Vona. Da ricordare anche due partenze di tappa nel 1952 e nel 2009. Il Piano delle Cinque Miglia, la nota stazione di Roccaraso, Castel di Sangro sono i passaggi salienti prima dell’entrata in Molise per affrontare il valico del Ma­cerone, ora difficoltà relativa ma che si ricorda per la famosa “croce” di Girardengo che, nel corso della Napoli-Chieti del 1921, scese di sella e tracciò una croce sulla strada bianca a significare che di lì non sarebbe mai più passato per le sofferenze patite. Passaggio per Isernia e quindi verso la Campania che si ritrova per Benevento, San Giorgio del Sannio, Dentecane, località nota per la produzione del torrone, Montemarano, Montella e Bagnoli Irpino, il comune al quale appartiene la località d’arrivo che sorge su un altopiano ed è un frequentato centro di villeggiatura estiva ed invernale che consente la pratica dello sci con vista mare, sul golfo di Salerno.
La salita, che termina ai 1087 metri di Colle Molella dove è posto il G.P.M., ha una media di pendenza del 6,1% con qualche punta al 12% e misura poco meno di 10 chilometri. Qui, nel 1976, ordine d’arrivo maestoso con Roger De Vlaeminck, Merckx e Gimondi che indossa anche la maglia rosa strappandola a Francesco Moser: il grande bergamasco avrebbe vinto poi quel Giro. Altro traguardo nel 1998 con la vittoria dell’occhialuto svizzero Alex Zulle nella Mad­daloni-Lago Laceno ed anche a lui riuscì la doppietta tappa-maglia.
È questo il punto più a sud della corsa rosa 2012 che inizia così la sua risalita della Penisola con una classifica che dovrebbe già essere indicativa.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ciao ragazzi, rieccomi puntuale con le notizie dal Nepal. In programma c'era la colazione alle 6 e poi dritti al Campo Base dell'Everest, invece è stato tutto un casino. Giorgio durante la notte è peggioratola febbre è tornata a salire...


A tre mesi di distanza dal bruttissimo incidente occorsogli alla Vuelta a España, Rigoberto Urán ha potuto finalmente risalire in bicicletta. Il colombiano della EF Educational First, ce è stato a lungo ricoverato in ospedale e ha dovuto affrontare numerosi...


Sudore più sacrificio uguale successo. È questo il motto di Andrea Vendrame, che si appresta a fare il grande salto nel World Tour e a vivere una nuova pagina della sua promettente carriera. Il 25enne trevigiano, passato professionista nel 2017...


Lo Schio Bike A.s.d. ha stabilito il percorso di gara dei Campionati Italiani di ciclocross del 10-11-12 gennaio 2020 riservato alle categorie amatoriali (venerdì) ai giovani (sabato) e agli agonisti (domenica) che si terranno presso l’Area Campagnola in via dell’Industria...


  "La grande cultura del ciclismo è quella di far ritrovare tanti amici che hanno come obiettivo la crescita dei ragazzi" e "questa stagione, ricca di risultati, è stata caratterizzata, fino ad ora, da 78 medaglie proprio nell'anno che precede...


  Tra le belle sorprese che ci ha regalato il 2019 c'è Nicola Venchiarutti. Ventuno anni, friulano di Osoppo, 30 chilometri a nord di Udine, Nicola è passista veloce che si difende bene anche in salita. Quest'anno con il Cycling...


La macchina organizzativa del Memorial Efisio Melis è già all’opera per realizzare una manifestazione che possa replicare il successo delle edizioni precedenti in ricordo di un grande dirigente della Polisportiva Capoterra che ha guidato una delle più gloriose società ciclistiche...


Il Velo Club Sovico ha iniziato il cammino verso la nuova stagione. Sabato i sei atleti che il prossimo anno formeranno la squadra Esordienti hanno passato alcune ore assieme ai tecnici Gabriele Buttini e Mattia Redaelli per gettare le basi...


I prodotti utilizzati dai team professionistici di ciclismo fanno sempre gola agli appassionati. Succede così che quando i team decidono di mettere in vendita il materiale utilizzato durante l'anno, ci sia sempre molto interesse da parte dei fan. La regola...


  Partì da Boston il 27 giugno 1894: aveva 24 anni, una bicicletta-cancello (Columbia) di una ventina di chili, la gonna lunga e una pistola. Arrivò a Chicago il 12 settembre 1895: aveva 25 anni, una bicicletta da uomo (Sterling)...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy