GIRO D'ITALIA. Addio maglia verde, c'è l'azzurro per i grimpeur

| 16/04/2012 | 15:50
Rivoluzione al Giro d'Italia, almeno per quanto riguarda il colore di una delle maglie più prestigiose: addio al verde per il re degli scalatori, la nuova maglia sarà azzurra. L'annuncio ufficiale verrà dato tra poche ore nel corso di un incontro organizzato con lo sponsor della maglia e sarà proprio Ennio Doris, il signor Mediolanum, a svelare che la maglia del miglior scalatore non sarà più verde ma azzurra, cioè il colore proprio della Mediolanum.
Cambia così il colore di una delle classifiche più amate dagli sportivi: nel 1933 fu Gino Bartali a conquistarla per la prima volta e dopo di lui, tra gli altri, l'hanno vinta Fausto Coppi, Koblet, Bobet, Nencini, Bahamontes, Van Looy, Taccone, Bitossi, Merckx, Fuente, Bortolotto, Van Impe, Fignon, Chiappucci, Casagrande, Rujano e Garzelli.
Copyright © TBW
COMMENTI
azzurra???
16 aprile 2012 16:58 ale782
la politica riesce a rovinare anche il nostro giro e le nostre tradizioni,la prima cavolata e stato il giro di padania visto che io non conosco nessuna zona chiamata padania, ed ora al giro cambiano colore ad 1 maglia come quella verde mettendo il colore del popolo della libertà che schifo!!!

Ma che bella trovata...
16 aprile 2012 17:18 Stoccolma
E un peccato dover constatare che il "business" senza scrupoli si faccia un baffo della storia...

è un peccato constatare che i dirigenti della RCS si facciamo comprare da chi paga di più...

a questo punto neanche il rosa è più sacro...dipende dalla cifra...

che amarezza...

16 aprile 2012 17:26 cannonball
ma cosa centra la politica adesso??? e poi perchè si tira fuori il giro di padania?? ha un nesso con questa notizia della maglia verde-azzurra??? ah ah ma fate ridere... davvero...

Altro che politica
16 aprile 2012 17:52 memeo68
Andate a vedere cosa è il cofanetto "dream box" a € 69.00......... si vedono perfino i pass per il villaggio! E ci stupiamo che si siano venduti la maglia verde? Il prossimo passo sarà il biglietto per assistere al passaggio dei corridori.............. Povero Giro

mi domando...
16 aprile 2012 18:06 Stoccolma
cosa avrebbe fatto uno come Torriani se gli sarebbe venuta la proposta di cambiare una delle maglie...in cambio di soldi...li avrebbe, credo, presi a calci nel sedere. Ma quella era un'Italia diversa. Questi di Mediolanum avranno i mezzi per decidere questo e quello, ma la cultura della bicicletta e il rispetto non c'è l'hanno. La RCS dovrebbe tutelare tutto questo...vedremo che scuse si tireranno fuori...


.....
16 aprile 2012 18:08 elmetto
Non sapeva cosa scrivere allora si è inventato il giro di Padania solo perchè doveva mettere il suo commento

16 aprile 2012 18:33 azalai
Nooo! la forza del ciclismo sono la storia, le tradizioni,in francia la maglia a pois non la cambierebbero mai per volere dello sponsor, anzi , sarebbe il contrario cioè lo sponsor si adatterebbe alla maglia. Capisco le esigenze di cassa degli organizzatori ma la piega che sta prendendo la RCS prima con l'invito nett-up e adesso con la maglia verde non mi piace.
comunque da appassionati di ciclismo saremmo sempre li... davanti alla tv o a bordo strada!

mah
16 aprile 2012 18:34 nessuno77
mah mah mah a quando la maglia tricolore allora?
non condivido la nuova scelta!

incredibile
16 aprile 2012 18:42 ciclismodelsud
E' vero che la Mediolanum finanzia il giro pero' andare a fare certe pretese fa capire solamente che chi sta dietro al giro ci sta solo per interesse e non per passione, e' come se uno sponsor della Ferrari decidesse di verniciare la ferrari non piu' rossa... mi dispiace solo che coloro che comandano al giro accettino ogni compromesso..

Cambiare, imperativo categorico!
16 aprile 2012 18:50 LampoJet
Ennio Doris???!!! Mamma mia, una maglia storica viene dismessa per via di Ennio Doris??!! Uno che fa cerchi per terra! Kum segna ardot!

16 aprile 2012 18:55 cannonball
a quello che ha fatto il primo commento vorrei chiedere...se la maglia era azzurra e diventava verde allora era colpa della lega? o magari del giro di padania? ah comunque non diamo la colpa a Doris che ha le sue esigenze pubblicitarie e fa la proposta, la colpa è di quelli che hanno accettato questo cambio di colore come stessimo parlando di una maglietta per andare a passeggio, complimenti (ironici) ai dirigenti del Giro...e poi vedo certa gente si lamenta di Davico che è mille volte meglio!!!!!

....mi vien da ridere...
16 aprile 2012 20:28 zara89
Caro ale 782, noto con dispiacere come ci sia sempre l'accanimento ignorante a politicizzare tutto...e poi ci si chiede il perchè di certe manifestazioni alle corse!

Non vedo come mai, dal momento che ci sono il Giro dell'Emilia o il Brixia Tour, non si possa organizzare un Giro della Pianura Padana, o Padania come si può anche chiamare (sono sinonimi, se sa usare un Devoto-Oli).
Se il motivo è che l'organizzazione è presumibilmente di stampo leghista, le ricordo che il GP della Liberazione (e non solo) è organizzato in collaborazione con L'Unità, de sempre quitidiano de partito comunista (anche se non più ufficialmente), e nessuno ha mai protestato per questo. Anzi, i veri sportivi dovrebbero essere contenti se di questi tempi qualcuno si prende la briga di organizzare una bella corsa...

Detto questo, che era dovuto per onor del vero, mi unisco a cannonball e con una risata rileggo i vostri commenti, mentre con un velo di malinconia ricordo la maglia verde CHE HA SOLO 35 ANNI, e aspetto con curiosità di vedere la nuova maglia e la lotta per averla !! w il giro e chi lo sostiene !!

Buuuuuuuu!!!!
16 aprile 2012 21:35 forzagibosimoni
Fare diventare la maglia verde, blu perchè mediolanum è blu è proprio una schifezza, qualsiasi sia la cifra che hanno sborsato!!!
Era tanto bello vedere nelle foto di rito la verde la bianca e la rossa vicine che facevano il tricolore....ora vedremo il tricolore francese.

Speriamo sia una bafula questa notizia
17 aprile 2012 08:10 superandy
Spero davvero che questa notizia sia una bufala, cambiare di colore alla maglia verde è come cambiare di colore alla maglia rosa. Si dice sempre che dobbiamo ritrovare i vecchi valori e cosa fanno? quei pochi valori rimasti li distruggono???

Ma siamo tutti impazziti? non ho piu parole!!!

dico la mia
17 aprile 2012 09:25 AERRE56
caspita, quest'anno al giro con le rivoluzioni non scherzano! il prossimo giro toccherà alla rosa. è aperta la caccia al nuovo colore.

io

p.s purché lascino stare la rosa tutte le altre sono ininfluenti

Ma bastaaaa......
17 aprile 2012 12:19 Cristallo
Sono d'accordo con la risposta intelligente di ZARA89.
Sapete solo lamentarvi...... siate più aperti ai cambiamenti, vedete la politica da tutte le parti, ma bastaaaaaaa........
Se amate veramente il ciclismo dovreste essere contenti se di questi tempi ci sono Sponsor che entrano nel ciclismo. Ben vengano!....
Il colore della maglia non è così tragico.
Penso che l'unica maglia che nessuno potrà mai cambiare è quella ROSA!.......
Buona giornata a tutti.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Si parla di cerchi magici, ma viviamo tra gironi e cerchi dell’inferno. Tra lussuriosi e golosi, avari e iracondi. Sono i peccati del nostro tempo, che sanno più di zolfo che di zafferano. Per rimanere in ambito culinario, tempi grami...


Il 6 luglio, giorno in cui il Tour de France partirà da Bruxelles con la Grand Départ, Continental inizierà il suo primo anno in qualità di uno dei cinque Main Partner del Tour – insieme a LCL, E.Leclerc, Krys e...


Il "piccolo principe” Damiano Cunego, ciclista veronese classe 1981, ha saputo togliersi enormi soddisfazioni nel corso della sua carriera, aggiudicandosi oltre 50 corse tra i professionisti. Oggi, a meno di un anno dal suo ritiro, Damiano è sempre presente all’interno...


La Federazione Ciclistica Italiana insieme all’Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma si impegna per una città migliore, più pulita, sicura e a misura di bicicletta e lo fa, come è suo stile, partendo dall’educazione nelle scuole. Firmato, presso...


In questi anni il ruolo dell’Ambassador è diventato un fenomeno molto diffuso visto e considerato il suo ruolo nei social network e nelle varie community. LOOK è un marchio molto attento a questi fattori e dopo essersi mosso benissimo a livello internazionale,...


È arrivata per ultima, con nobile distacco dalle colleghe e si è posta al centro dell’attenzione come una diva. È la nuova moto, a disposizione della Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, presentata nei giorni scorsi presso la sede di...


Parte dalla Sala Consiliare del Comune di Carmignano la nuova avventura della Big Hunter Beltrami TSA Seanese nel mondo del pedale per quella che sarà la stagione n. 46 della sua splendida storia iniziata nel 1973. Parte con gli auguri...


Anche per la formazione più giovane del Team Wilier Breganze è ufficialmente iniziata la preparazione su strada e, tra meno di due mesi, anche per loro si aprirà ufficialmente il calendario delle gare. L'organico del 2019 presenta ben dieci atlete....


Riparte nel segno dei giovani la stagione della Ciclistica San Miniato-S.Croce sull’Arno dopo il patto di collaborazione siglato con il gruppo sportivo Stabbia Ciclismo dal quale sono arrivati a San Miniato alla corte del presidente Franco Biagini un bel gruppo...


La Delio Gallina Colosio Eurofeed si sta comportando molto bene alla Boucles du Haut Var in Francia. Dobbiamo riconoscere che i ragazzi guidati da Cesare Turchetti hanno tanta qualità e voglia di fare. Tant'è che nelle prime due tappe, compresa...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy