MTB. Presentato in Val Venosta il team Colnago Farbe Sudtirol

| 30/03/2012 | 20:13

Nell’elegante cornice dell’hotel Lindenhod di Naturno, nei pressi di Merano, in Val Venosta, uno dei cinque Dolce Vita Hotel della pittoresca Val Venosta, gestito e diretto dalla famiglia Nischler, dotato di 59 eleganti camere e suite, perfette per trasformare un soggiorno in Alto Adige in  una vacanza indimenticabile,  si è svolta oggi la presentazione della formazione femminile di mountain bike Colnago Sudtirol, la più vittoriosa e blasonata in campo nazionale, diretta dal giovane tecnico altoatesino Edmund Telser e con un organico atlico composto da 7 atlete: 5 (italiane Eva Lechner, Mariangela Cerati, Julia Innerhofer, Lisa Rabesteiner, Renate Telser) e 2  svizzere (Vivienne Meye e Nathalie Schneitter).  Le due atlete di spicco del team “Colnago Farbe Südtirol” sono la pluricampionessa bolzanina Eva lechner (unica italiana nella storia del nostro  ciclismo ad aver vinto il titolo tricolore nella prova in line su strada, nel ciclocross, nella specialità cross country e marathon della mountain bike)  e la campionessa nazionale “rossocrociata”, Nathalie Schneitter. Oltre a partecipare alle più importanti competizioni del panorama agonistico internazionale cross country MTB, fra cui la Coppa del Mondo, Europei, Campionati del Mondo ed Olimpiadi, la competitiva formazione presieduta dal manager Erminio Bolgiani prosegue nel progetto “linea Verde”, finalizzato alla valorizzazione delle giovani atlete. E non è certo un caso, che, quest’anno, due giovani “ragazze” altoatesine, Julia Innerhofer e Lisa Rabesteiner, senza ombra di dubbio due promesse del fuoristrada nazionale, abbiano deciso di difendere i colori del team “Colnago Farbe Südtirol”. Una scelta non certo casuale, quella operata da Julia Innerhofer e Lisa Rabesteiner, ma ponderata e  saggia, frutto di una precisa valutazione sulla managerialità  dello staff tecnico-dirigenziale e, soprattutto, sulla consapevolezza di aver la possibilità di crescere e maturare al fianco di due affermate campionesse, come la bolzanina Eva Lechner e la svizzera Nathalie Schneitter, senza l’assillo di dover conseguire risultati a tutti i costi, ma solo con l’obiettivo di acquisire esperienza in campo internazionale. La stagione agonistica 2012 riveste un’importanza particolare per i dirigenti del team “Colnago Farbe Südtirol”. Infatti, il prossimo mese di agosto, a Londra, in Inghilterra, si svolgeranno le Olimpiadi, a cui prenderanno parte sia Eva Lechner che Nathalie Schneitter , impegnate nella prova cross country di mountain, e l’ambizioso sogno dello staff tecnico-dirigenziale del team “Colnago Farbe Südtirol” coincide la conquista del podio alla competizione olimpica fuoristrada.

Dopo la simpatica presentazione odierna,  il team “Colnago Farbe Südtirol” si appresta a debuttare sulla scena agonistica nazionale, partecipando alla corsa femminile internazionale cross country, in programma domenica mattina, 1 aprile, a Nalles (Bolzano), che prenderà il via alle ore 11.45 e si svolgerà

su un tecnico e impegnativo percorso  di Km 5, oltre ad un giro di lancio di Km 1,7, che le atlete partecipanti dovranno ripetere cinque volte per complessivi Km 26,7.  Le speranze dello staff tecnico-dirigenziale del team “Colnago Farbe Südtirol” sono riposte, soprattutto, nella pluricampionessa bolzanina Eva Lechner   e nella campionessa nazionale “rossocrociata”, Nathalie Schneitter, attese ad un pronto riscatto dopo la recente e sfortunata prova di Coppa del Mondo Cross Country, svoltasi lo corso 17 marzo a Pietermaritzbur, in Sud Africa. Il compito che attende la coppia italosvizzera, formata da Eva Lechner  e Nathalie Schnietter, non si annuncia facile per la presenza alla corsa di Nalles di un lotto di concorrenti blasonate e competitive, capeggiate dalla fuoriclasse norvegese Gunn Rita Dahle e dalla temibile austriaca Elisabeth Osl.

 

 

Ufficio Stampa: Marzio Gazzetta – mar.gaz@tiscali.it  335 – 66.48.560

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Resta in terapia intensiva all'ospedale di Niguarda di Milano e la prognosi resta riservata, ma Johnny Carera, ricoverato a seguito dell’incidente stradale del 26 novembre scorso sull’A4 all'altezza di Agrate, mostra segni evidenti di miglioramento. Attorno al manager di Pogacar...


Il ciclismo lombardo ha festeggiato i suoi grandi attori al Teatro Città di Legnano Talisio Tirinnanzi con una festa in grande stile. Una giornata speciale dedicata ai migliori della stagione 2021 che con i loro risultati hanno esaltato la scuola...


Due italiani esperti come Filippo Fortin e Mauro Finetto continueranno la loro avventura ciclistica con il team Continental tedesco Maloja Pushbikers.Finetto (nella foto) arriva dalla professional francese Delko, mentre Fortin già correva nella categoria Continental con l’austriaca Team Vorarlberg. Con...


Per il 2021 la candidatura della Arkea Samsic per il Giro d'Italia non ebbe successo, ma il team bretone non molla la presa e rilancia la propria richiesta alla RCS Sport. Nessuna dichiarazione ufficiale in proposito, ma le parole di...


Nella sua giovane carriera ha dimostrato di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di bicicletta e terreno ma sabato 11 e domenica 12 dicembre a Vermiglio, in Val di Sole, Thomas Pidcock si troverà di fronte un’ennesima grande sfida: padroneggiare una...


«Abbiamo vinto una bella volata»: è il commento di Elia Viviani quando sa del buon successo ottenuto dalla vendita delle “Stelle di Natale” a sostegno della lotta contro le leucemie. Della Ail - Associazione italiana contro le leucemie - l’olimpionico...


È un ritorno, carico di suggestioni, perchè chi ama il ciclismo non può fare a meno di ricordare la Salvarani, una delle squadre più iconiche della storia del ciclismo. In attività dal 1963 al 1972, la Salvarani Vinse...


Caro Direttore, faccio slancio di diplomazia: lode e applausi, senza ironia, a chi organizza e dirige un Grande Tour. Con tutto quello che il Padreterno ci ha destinato negli ultimi tempi, non può essere che così. Mi permetto di aggiungere,...


Canyon ne è certa,  la nuova Torque non ha confini e può accontentare qualsiasi rider nei bike park di tutto il mondo o competere all’Enduro World Series. Vi sembra poco? Messi da parte il proclami una cosa è certa, gli ingegneri Canyon...


Si è spento Ferruccio Ferro, atleta e direttore sportivo di ciclismo. Era nato il 14 marzo 1952, aveva 69 anni. Abitava a Bertipaglia (Padova) e scoprì da dilettante Matteo Tosatto, il recordmen delle corse a tappe tra i professionisti e...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI