Passaporto biologico, analisi troppo semplicistiche

| 28/10/2010 | 16:16
Una nuova critica alla validità del passaporto biologico arriva dall’Olanda e porta la firma di Klaas Faber, esperto in analisi di dati scientifici dal 1980 e perito  l'istituto forense olandese negli anni ’90. Secondo Faber, l'UCI dovrà affrontare presto una serie di contenziosi su casi limite come quello di Franco Pellizotti.
«Le informazioni del passaporto biologico che l’Uci utilizza per aprire procedure è incompleta -  ha spiegato Faber al sito Cyclingnews -. Uno o due valori anomali sono troppo pochi per parlare di colpevolezza: sono necessari dati indipendenti che confermino le ipotesi fatte».
Che le azioni giudiziarie basate sul passaporto biologico possano portare problemi all’Uci, lo dimostrano le sentenze emesse in primo grado sui casi di Pellizotti e Valjavec e importante sarà la sentenza che il Tas emetterà sul caso di Pietro Caucchioli.
Nel 2007 - sostiene Faber - una nota interna all'interno del laboratorio antidoping di Losanna in discussione la validità delle procedure di passaporto.
«Se si osserva come vengono analizzati i valori - continua Faber - è facile notare come quella adottata sia una procedura troppo semplicistica che sopravvaluta la probabilità di colpevolezza. Ci sono documenti che provano come nel 2006 e nel 2007 fosse stata richiesta una revisione della procedura, ma il passaporto è andato avanti senza quanto era stato promesso. Cosa succede a Losanna? Semplice, stanno spremendo i dati in ogni modo per arrivare al risultato che vogliono».
Oltre al software, Faber critica anche gli esperti che analizzano i valori: «Non sono esperti di statistica, ma professori che da anni lavorano nella lotta al doping. Sanno di sangue, medicinali e urine ma non di numeri e della loro lettura».
Secondo Faber, comunque, il passaporto biologico non è da buttare: lo scienziato olandese sostiene che potrebbe essere utilizzato per controlli sanitari e per l’applicazione di una regola no-start, come accadeva per il tasso di ematocrito troppo elevato.
«Un calo del ricorso al doping c’è stato, è indubbio, ma resto convinto che il problema debba essere affrontato e risolto a livello culturale e non all’interno di un laboratorio».
Da parte sua, il presidente dell’Uci non ha fatto attendere la sua replica: «Del caso Pellizotti abbiamo seguito solo la prima puntata, ma vi assicuro che gli esperti dell’Uci non si sono inventati nulla. Quanto al passaporto biologico, confermo che sia un meccanismo molto complesso, del quale molti parlano senza conoscerne veramente il funzionamento. Tanti esperti o presunti tali si sono esperti al riguardo, ma lo hanno fatto senza conoscere la realtà dei fatti. mentre i tecnici della Wada, che lavorano la nostro fianco, continuano a sostenere la validità del nostro programma».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Ancora la Spagna nei programmi della Valcar Cylance. Esaurito il training camp di Chiva che ha riservato alle atlete condizioni ideali per migliorare il livello di impegno fisico, la formazione della categoria Donne Elite si appresta ad affrontare la Setmana...


Alla vigilia del 56° Trofeo Laigueglia, Davide Martinelli all'esordio stagionale, si è detto pronto per una stagione dove per prima cosa deve guadagnarsi il posto, corsa con corsa, nella vera e propria corazzata Deceuninck-Quick Step. Con il “figlio d'arte”, torniamo...


La stagione 2019 della Northwave – Cofiloc Under23/Elite si è ufficialmente inaugurata ieri nella splendida cornice di Ca’ Del Poggio con la presentazione al pubblico e agli sponsor della squadra e della società con un evento guidato magistralmente da Moreno...


Quello tra il Giro d'Italia e le Frecce Tricolori è un amore di lunga data che il prossimo anno vivrà uno dei momenti più belli: in occasione dei 60 anni della stagione acrobatica della PAN (Pattuglia Acrobatica Nazionale), infatti, una...


Sonny Colbrelli firma il capolavoro nella quarta tappa del Tour of Oman grazie ad uno sprint regale che gli ha permesso di superare Greg Van Avermaet (CCC) e il francese Clement Venturini. In casa Italia, settimo posto per Iuri Filosi...


Si è svolta domenica al Clover Disco di Lama (frazione di San Giustino in provincia di Perugia), in un clima di festa e di fronte ad una bella cornice di pubblico, la cerimonia di presentazione di tutte le nuove squadre...


Settimana intensa per gli #OrangeBlue, attesi dalla doppia trasferta Turco-Spagnola. Mercoledì 20 al via la Vuelta Andalucia Ruta del Sol, giovedì 21 il Tour of Antalya. Mentre 6 #OrangeBlue sono sulla via del ritorno dalla doppia trasferta sudamericana che ha...


Seconda corsa a tappe della stagione la Bardiani-CSF. Dopo il debutto al Tour Colombia, seguito a stretto giro dal Trofeo Laigueglia, il #GreenTeam si prepara ad affrontare dal 20 al 24 febbraio la Vuelta a Andalucia - Ruta del Sol....


Sabato prossimo con la 32^ edizione della Firenze-Empoli per soli Under 23 (190 gli iscritti) si apre la stagione ciclistica dilettanti in Toscana. Al Piazzale Michelangelo il ritrovo e la partenza (ore 12, 40), con 142 Km da percorrere, sei...


In questi anni il ruolo dell’Ambassador è diventato un fenomeno molto diffuso visto e considerato il suo ruolo nei social network e nelle varie community. LOOK è un marchio molto attento a questi fattori e dopo essersi mosso benissimo a livello internazionale,...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy