Il Tas conferma: Rebellin positivo ai Giochi Olimpici di Pechino

| 30/07/2010 | 16:59
Ecco il comunicato emesso oggi dal Tas

Il Tas ha respinto il ricorso presentato da Davide Rebellin contro la decisione del Cio che ha squalificato il corridore veneto dai Giochi di Pechino 2008 e gli ha ritirato la medaglia d’argento.
Il 5 agosto 2008, alla vigilia dei Giochi, Davide Rebellin era stato sottoposto ad un controllo antidoping e quattro giorni più tardi aveva vinto l’argento nella prova su strada. Il seguente esame - volto a ricercare l’ormone della crescita - del campione “A” prelevato aveva dato esito negativo. Nel gennaio 2009 il Cio ha deciso di sottoporre i campioni prelevati nel corso dei Giochi a nuovi esami per cercare EPO CERA. Sostanza che è stata trovata nel campione “A” di Rebellin ad un primo esame (balayage). Una analisi completa del campione è stata poi effettuata dal laboratorio di Châtenay-Malabry e questa ha stabilito ufficialmente la presenza di Cera nel campione ematico del corridore, circostanza confermata dalle controanalisi del maggio 2009. Il 17 novembre 2009, su proposta della Commissione Disciplinare del Cio, il Comitato Esecutivo de Cio stesso ha squalificato Davide Rebellin dalla prova su strada e gli ha ritirato la medaglia d’argento, chiedendo all’Uci di riscrivere l’ordine d’arrivo della prova.
Il 30 novembre 2009, Davide Rebellin ha presentato appello al Tas contro questa decisione. Il giudizio è stato affidato ad una commissione del tas composta da Bernard Foucher (Francia) presidente, Madame Michele Bernasconi (Svizzera) e Ulrich Haas (Germania). Una udienza si è svolta il 17 giugno 2010, nel corso della quale le parti e numerosi esperti sono stati ascoltati.
Per la sua difesa, Davide Rebellin ha invocato numerosi vizi di forma sulla procedura di analisi dei campioni e ha contestato la validità del metodo adottato dal laboratorio di Châtenay-Malabry. La Commissione del Tas ha respinto tutte le argomentazioni del corridore e confermato che le procedure della catena di sicurezza sono state rispettate e che non c’è stato scarto rispetto agli standard internazionali dei Laboratori (SIL). Inoltre, la Commissione del TAS ha confermato che la presenza di Cera è stata validamente rintracciata nei campioni sanguigni del corridore e che il laboraorio di Chatenay-Malabry non ha fatto altro che applicare un metodo di rilevamento già esistente e già convalidato al momento dell’analisi.
Per questo, la decisione presa nel novembre 2009 dal Cio viene integralmente confermata.
Copyright © TBW
COMMENTI
30 luglio 2010 18:48 ciceinge
Ma come mai per Vania Rossi si sostiene che il Cera degrada rapidamente ed è per questo motivo che non è stato trovato nel suo campione B , mentre per Rebellin sarebbe trovato il Cera nel suo campione B anche dopo diversi anni dal prelievo?

ciceinge
30 luglio 2010 19:18 limatore
nelle urine si deteriora, mentre nei campioni ematici no...... uno c'è rimasto e forse l'altra l'ha fatta franca. Dico forse

...
30 luglio 2010 20:36 fulvio
Perchè degrada nel'urina (Vania Rossi...) ma non nel sangue (Dvide Rebellin...)...
Basterebbe leggere le informazioni in modo critico e analitico...

GLI SCENZIATI DIMENTICATI
30 luglio 2010 21:41 bric
Scenziati di tutto il mondo e legioni di avvocati sono stati azzerati dai novelli scenziati di questo blog....il TAS vi reclama!!!!!!credevo che su questo blog ci fossero solo GIUSTIZIALISTI ora anche scenziati...ma che pacchia!!!!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Non solo è il primo sloveno ad aver vinto un Grande Giro, oggi Primoz Roglic diventa anche il primo sloveno a raggiungere la vetta della classifica mondiale dell'UCI. Grazie al successo colto alla Vuelta, arrivato dopo uno strepitoso filotto di...


Nessuna storia anche oggi in volata al Tour of China 2019: Marco Benfatto è stato nettamente il più forte partendo lungo e tenendo a bada i rivali che non hanno potuto far altro che rimanere in scia. La maglia blu...


Dopo quella di Vincenzo Nibali, arrivano altre due defezioni importanti per il Mondiale delloYorkshire: Egan Bernal e Michal Kwiatkowski hanno deciso di non disputare la sfida iridata perché non sono in condizione di essere competitivi. Bernal è stato incluso proprio...


Settimana da tripla attività per l’Androni Giocattoli Sidermec che alla Cina (conclusione il 22 settembre) aggiunge le classiche del calendario italiano e un importante appuntamento del calendario europeo. In Italia si comincia domani con il Giro di Toscana, per poi...


«La maglia azzurra per me è sacra e va rispettata. Non sono al top e non è giusto che porti via il posto a un compagno». Il senso del ragionamento di Nibali, al termine del week-end delle gare in Canada,...


Ancora un successo per Marco Benfatto che si è imposto nella prima tappa del Tour of China II 2019 dopo 141, 3 km con prima parte in linea e conclusione dopo sei giri di un circuito cittadino a Jianghua. Per...


La Ciclismo Cup è arrivata a dieci prove stagionali, dopo che nell’ultimo weekend si sono disputate con grande successo la Coppa Agostoni e la Coppa Bernocchi. La classifica a squadre è tutt’altro che definita, l’Androni Giocattoli-Sidermec resta al comando, ma...


Lo scalatore francese Kenny Elissonde sta per concludere la sua avventura con il Team Ineos e nelle prossime due stagioni difenderà i colori della Trek Segafredo. Passato professionista nel 2012, ha vinto una tappa nella Vuelta a España un anno...


Con la rassegna iridata che si avvicina, l’UAE Team Emirates sarà di scena in Italia per tre gare: il Giro della Toscana (18 settembre), la Coppa Sabatini-Gp Peccioli (19 settembre) e il Memorial Pantani (21 settembre). Il tecnico Marco Marzano...


La volata è partita e, come è naturale che sia, in testa c'è il più orte dei nostri velocisti: Elia Viviani pedala a tutta verso la conquista dell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Vittoria. Il veronese delal Deceuninck Quick Step conserva un...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy