Evans: voglio il Tour e solo il Tour

| 29/10/2009 | 12:05
Cadel Evans non usa mezze parole per definire le sue ambizioni per la nuova stagione: «Sono stanco di essere considerato come l’atleta che termina il Tour de France al secondo posto - ha detto il campione del mondo all’agenzia AFP -. Ho avuto parecchia sfortuna, ma penso già al prossimo anno e sono più determinato che mai a vincere. E non sarò soddisfatto finché non avrò conquistato la Grande Boucle»
Copyright © TBW
COMMENTI
29 ottobre 2009 14:20 pickett
E io gli auguro,al Tour,di prendere la solita tramvata.Così impara a disprezzare la nostra corsa,lui che deve tutto all'Italia.

x pickett........
29 ottobre 2009 14:38 overend
e quand'è che evans ha disprezzato "la nosra corsa"?, come la chiami tu...? sei fuoristrada...evans non è certo persona che disprezzi cose,corse e persone. Poi, puo' darsi anke che debba molto all'Italia, ma , x tua informazione personale, ricordati ke l'australiano, prima di prendere la rosa al giro 2002, e prima dei podi al tour, prima del mondiale di mendrisio, è stato un biker di fama, vincendo due world cup... risultati ottenuti quando era ancora un aussie a tutti glieffetti. forza cadel.

30 ottobre 2009 00:08 pickett
Per tua informazione personale,dopo che il suo direttore sportivo Damiani aveva informato Zomegnan che Evans avrebbe partecipato al giro 2009,questo signore disse che non aveva mai pensato di partecipare a una corsetta come il Giro,e che gli organizzatori del Giro si erano inventato tutto per fare pubblicità alla nostra corsa.Ha fatto malissimo Zomegnan ad accettare ugualmente alla partenza la Lotto,e a non querelare Evans,come sarebbe stato legittimo e opportuno.

x pikett
30 ottobre 2009 12:09 overend
scusa ma non ricordo che evans abbia definito il giro una "corsetta".... dove hai letto questa dicitura?
e perche querelarlo? solo perche non ha partecipato al giro?capisco che non ti piaccia evans ( ognuno la pensa come crede no...) ma secondo me esageri

30 ottobre 2009 23:59 pickett
Ovviamente Evans non ha detto esplicitamente che il Giro è una corsetta,ma lo ha fatto capire col suo comportamento.La querela di Zomegnan sarebbe stata giustificata dal fatto che Evans lo accusò di essersi inventato la storia della sua partecipazione per fare pubblicità al Giro.E,questo sì,lo ha detto chiaro e tondo.E ciò significa accusare gli organizzatori di essere dei bugiardi e dei buffoni.Quindi la querela ci stava tutta,e ovviamente anche l'esclusione della Lotto.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Johnny Carera continua la sua battaglia per la guarigione. Il manager bergamasco, ricoverato al Niguarda di Milano dopo il gravissimo incidente di cui è stato vittima venerdì sera, ha trascorso una giornata tranquilla e al tempo stesso importante. «Le cose...


Grandi novità in rrivo in casa del Maglificio Rosti. Cosa bolle in pentola? Presto detto: un giorno Marco Saggia incontra Giovanni Alborghetti. Iniziano a parlare quasi per caso. Parlano per ore. Di tecnologia, mercato, identità, emozioni, progetti. Sono spinti dalla...


Il Team BikeExchange, che il prossimo anno si chiamerà Team BikeExchange Jayco, ha confermato il suo roster maschile di 28 corridori per la prossima stagione. "Possiamo essere molto soddisfatti del lavoro svolto quest'anno dallo staff delle prestazioni che ha svolto...


Natale si avvicina e la caccia al regalo perfetto è ormai lanciata. Niente panico, c’è tutto il tempo per sorprendere i tuoi cari con il dono ideale per loro. Se si tratta di sportivi una buona soluzione la offre il...


È una squadra kazaka la cui lingua ufficiale è l’italiano. Tutti i suoi membri comunque parlano l’inglese e se la cavano an­che con il francese, se proprio proprio all’inizio qualche straniero non conoscesse la nostra lingua, che presto o tardi...


The best of Cycling 2021 è un concorso fotografico e già questo lo rende speciale, perché le immagini hanno una capacità narrativa ed emotiva eccezionale. Se poi il concorso lo organizza un decano dei fotografi del ciclismo internazionale come Roberto...


La bella tradizione di Alé di scambiarsi gli auguri in occasione delle festività con una pedalata non competitiva ed aperta a tutti, è ripresa  domenica 28 novembre, dopo lo stop dovuto alla pandemia. Il celebre brand veronese di abbigliamento da...


L’inaugurazione della EOLO CdF Climb organizzata da EOLO insieme alla Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta ieri a Varese presso lo Stadio Franco Ossola di via Giuseppe Bolchini alla presenza di un folto gruppo di appassionati di ciclismo. L’evento...


In bicicletta si può davvero far tutto, anche affrontare il travaglio e arrivare alle soglie della sala parto. È accaduto alla parlamentare verde della Nuova Zelanda, già ministro delle donne,  Julie Anne Genter, da sempre convinta paladina della mobilità sostenibile. L'altra notte,...


"La pedalate gravel sono uno strumento di allenamento, ma anche uno modo per staccare la spina, per allontanarmi dalle auto, per immergermi nella natura... mi aiuta a rilassarmi", afferma un Nathan Haas, sempre più innamorato della specialità. A fianco di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI