Il Tas ha ridotto la squalifica di Patxi Vila

| 22/10/2009 | 17:20
Il passato martedì 20 di ottobre mi fu comunicato il lodo arbitrale del Tribunale di Arbitraggio Sportivo, Incudine, davanti alla risorsa che realizzai il 19 di maggio di 2009 per la sanzione di 2 anni imposta per la Reale Federazione Spagnola di Ciclismo, RFEC, dietro il controllo positivo per un'elevata tassa testosterona/epitestosterona che mi fu effettuato il 3 marzo di2008.  La decisione dell'Incudine è stata quella di ribassare la mia sanzione da 24 a 18 mesi con carattere retroattivo, per quello che questa terminerà il prossimo 5 di novembre.   Rispetto questa sanzione che credo mi ha fatto pagare abbondantemente la mia negligenza. In questi momenti, voglio ringraziare di cuore a tutta la gente che è stato al mio fianco per questo tempo e mi ha appoggiato su un'esperienza che è risultato dura e, anche, ai mezzi di comunicazione che hanno trattato il mio caso con assoluto rispetto. Durante tutti questi mesi non ho smesso di allenarmi ed ora penso solo di potere ritornare alle corse».
Copyright © TBW
COMMENTI
MA DAI!!!!!!!!!!!!!!!!
22 ottobre 2009 17:51 corvo
Guarda che gente come voi che si DOPANO diciamola tutta io non vi farei piú correre punto e basta!!! Neanche la tessera F.C.I vi farei, neanche le cicloturistiche vi farei fare, volete andare in bici beh andate senza piú correre!!! Il colmo é quando vedi gli ex-proff. alle granfondo beh la é scandaloso... Poi tutti pentiti BASTA STA STORIA ve la cavate sempre alla fine eh......MA NON PER NOI CHE VOGLIAMO IL CICLISMO PULITO!! Vergogna a casa!!!!

COMPRENSIONE
23 ottobre 2009 08:57 Capitano
COMPRENSIONE DAL PUNTO DI VISTA UMANO CI MANCHEREBBE, PERO' QUELLI CHE CORRONO ONESTAMENTE DI CHI HANNO LA COMPRENSIONE ? NON BASTA ASPETTARE LA FINE DELLA SQUALIFICA DIRE DI AVER CAPITO.. E TORNARE A CORRERE MAGARI LASCIANDO A PIEDI GENTE CHE NON HA MAI BARATO E CHE MERITA. SECONDO ME CHI SBAGLIA DEVE FAR DI PIU' CHE SCONTARE LA SQUALIFICA SI DEVE METTERE A DISPOSIZIONE DELL'AMBIENTE CICLISMO PER SUPERARE IL PROBLEMA DOPING ALTRIMENTI, SQUALIFICHE PIU' LUNGHE E PIU' SEVERE, SE NO COSI E' TROPPO COMODO E POCO ONESTO NEI CONFRONTI DI CHI FA IL SUO MESTIERE ONESTAMENTE, ANCHE CE NE FOSSE UNO SOLO....W IL CICLISMO E ABASSO IL DOPING . BERLESE ROBERTO

23 ottobre 2009 09:09 verita
vergognatevi per i giudizi che date!! questi ragazzi vengono squalificati due anni (che per la maggior parte significa squalifica a vita...) perdono lavoro e dico lavoro non divertimento come pensate voi....stipendio da oggi a domani e abbandonati da tutti!!
ma che lavoro fate? lanci la prima pietra chi non ha peccato!!!!
e' giusto che chi sbaglia debba pagare ma la crocefissione come volete voi no!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È festa grande in casa Salvador e c'è un bellissimo fiocco rosa che annuncia a tutti la nascita di Anastasia, la primogenita dell'ex ciclista Enrico, che ha pedalato fino al 2020, e di Jessica. La piccola e la mamma stanno...


Victor Koretzky trova squadra in extremis e con lui la Bora Hansgrohe completa il suo organico per la prossima stagione. Il 28enne francese, che finora ha ottenuto i suoi più grandi successi nella mountain bike, ha firmato un contratto per...


Un tuffo nelle acque placide di un lago, con una lenta risalita e la sensazione chiara che in quell’attimo, in quel preciso momento, la vita non sarebbe stata più la stessa. Un tuffo nella notte stellata di Ferragosto, nelle acque...


Dal 1° agosto sono ufficialmente aperte le trattative del ciclomercato 2022/23, le squadre sono attive e molti gli affari già annunciati ufficialmente annunciati ed è di questi che teniamo conto nel nostro tabellone, non delle voci o dei "si dice...


Una voce importante si unisce al coro dei ciclisti di ogni livello che chiedono con urgenza una modifica del Codice della Strada e un sistema efficace di piste ciclabili per garantire la massima sicurezza a chi pedala. La voce è...


Scatterà questa sera a Rotterdam l'edizione 2022 della Sei Giorni. Dopo due anni di assenza - l'ultima edizione nel 2020 è stata vinta da Yoeri Havik & Wim Stroetinga - stasera alle 18 ci sarà il colpo di pistola inaugurale...


Le organizzazioni delle gare ciclistiche su strada, il panorama normativo, i rapporti con gli Enti territoriali e le Autorità di Pubblica Sicurezza, gli aspetti di safety e di security, la gestione delle gare sotto il controllo del direttore di corsa...


Giovedì scorso vi abbiamo documentato i Beat Yesterday Awards 2022. Pochi minuti prima che la cerimonia avesse inizio, ci eravamo intrattenuti nello splendido giardino di Villa Necchi Campiglio con Alberto Villata, brand manager di Garmin: qualche rapida battuta sulla ratio...


Le grandi imprese e le sconfitte, le cadute e le risalite: storie di atleti che, in sella a una bicicletta, hanno segnato la storia dello sport, tra emozioni e grandi traguardi. Come mai tante persone seguono e praticano con passione...


In casa Olympia l’evoluzione non si ferma ed F1-X ne è un esempio lampante. La biammortizzata che si è fatta largo nei circuiti XC e Marathon assieme ad atleti come Claudia Peretti, Filippo Fontana e Daniele Braidot torna alla carica mantenendo immutata...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach