Quello del Centenario è il Giro più veloce della storia

| 30/05/2009 | 17:28
Mancano ancora 14 chilometri e mezzo, ma la notizia è ufficiale: quello del Centenaario sarà il Giro più veloce della storia, il primo che supererà la media dei 40 chilometri orari. A dimostrazione che si è trattato di un Giro molto facile dal punto di vista altimetrico con una sola tappa - quella del Petrano - che ha proposto dislivelli importanti. Ricordiamo che fino a domani il record resta quello del Giro 1983 vinto da Saronni alla media di 38,937 davanti a quello del 2003 vinto da Simoni alla media di 38,917. Vuol dire che la corsa rosa di quest'anno è stata più veloce ddi oltre un chilometro all'ora, un dato enorme che ben può capire chi conosce la bicicletta.
Copyright © TBW
COMMENTI
....
30 maggio 2009 17:51 simyco
e ci credo han mozzato le salite dure...

per forza...
30 maggio 2009 18:13 rufus
Per forza, ad eccezione della tappa di Monte Petrano non ci sono state salite degne di questo nome! A mio avviso, uno dei giri più deludenti degli ultimi vent'anni. Speriamo che il prossimo anno si ritorni alla tradizione, con le salite della leggenda e, soprattutto, le Dolomiti nell'ultima settimana.
Flavio

Giro
30 maggio 2009 18:28 ale63
NORMALE CHE LA MEDIA SIA COSI' ALTA DOPO IL CAMBIO DI PERCORSO DELLA "CUNEO PINEROLO" E DELL' ARRIVO SUL "BLOCK HAUS".... VERE MONTAGNE SE NE SONO VISTE POCHE... ALE

Medie orarie
30 maggio 2009 20:46 Bartoli64
Mah, quanto vorrei che la media così alta di questo giro fosse stata determinata solo dalla scarsezza delle montagne proposte dal percorso.
Eppure i velocisti si sono lamentati perchè - su 21 tappe - solo 5 avevano arrivi adatti a loro....... forse non era poi un tracciato altimetricamente così semplice!
Diciamo che i materiali gli hanno dato una mano così come le nuove (?) metodiche di allenamento, le strategie alimentari ecc., ecc. e così, magari, abbiamo un motivo in più per comprendere il perchè si sia superata la barriera dei 40 Km/h.

p.s. ha me ha un pò inquietato l'ultima frase dell'articolo che stiamo commentando: "vuol dire che la corsa rosa di quest'anno è stata più veloce di oltre un chilometro all'ora, un dato ENORME che può ben capire chi CONOSCE la bicicletta".

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Pascal Ackerman firma il bis alla Clasica de Almeria ripetendo il successo conquistato lo scorso anno. Il tedescod ella Bora Hansgrohe è stato il primo a lanciare una volata lunghissima e ha saputo contenere molto bene il tentativo di rimonta...


Giulio Ciccone, superbo vincitore del 57° Trofeo Laigueglia, dopo le infinite premiazioni si concede ai taccuini e microfoni e racconta la sua giornata: «Sono molto soddisfatto, questa gara l’ho già fatta diverse volte e mi trasmette ogni anno una grande...


E’ stato Diego Rosa, capitano del Team Arkea Samsic, a far saltare il banco della 57a edizione del Trofeo Laigueglia. E’ stato lui ad accendere la miccia nella seconda delle quattro ascese finali al Colla Micheri. Però l’ottima azione, e...


Ancora una fuga vincente sulle strade dela Provenza. L'ultima tappa del Tour ha visto infatti il sucesso del britannico Owain Doull che ha regalato la prima gioia di stagione al Team Ineos. Doull ha preceduto i compagni di fuga Brandle...


Un lampo azzurro a Laigueglia, in una giornata dal cielo bigio: Giulio Ciccone, abruzzese della Trek Segafredo oggi in gara con la maglia azzurra, ha dominato il Trofeo Laigueglia firmando un'azione bellissima sull'ultimo passaggio a Colla Micheri. La corsa esplode...


L'iridata Ceylin Del Carmen Alvarado conquista anche l'ultima prova dell'Ethias Cross che oggi si è disputata ad Hulst, in Olanda. La campionessa del mondo, portacolori della Alpecin Fenix, si impone allo sprint superando la rivale di sempre Annemarie Worts. Completa...


Prova di forza di Eli Iserbyt nell'Ethias Cross di Hulst, in Olanda. Il belga della Pauwels Sauzen domina la prova dal primo all'ultimo metro trionfando nettamente davanti all'inglese Tom Pidcock (Trinity) e al connazionale Toon Aerts (Telenet Baloise).


Uno dei papabili alla vittoria è il trevigiano Andrea Vendrame. Subito dopo il foglio di firma il portacolori della AG2R La Mondiale non ha nascosto il suo obiettivo. “La condizione è buona, arrivo da un bel periodo in Australia dove...


Andrea Piccolo, il milanese classe 2001, è uno dei più attesi corridori della corazzata Team Colpack Ballan. Anche per lui la prima stagionale è tra i professionisti sulle strade della Riviera di Ponente. “Tanta emozione essere qui al via di...


Una squadra solida forte di 16 atleti in grado di imporsi su qualsiasi traguardo, due direttori sportivi abili ed esperti, un team manager di comprovata serietà e professionalità, sponsor appassionati, entusiasti e che amano il ciclismo. Non manca veramente nulla...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155