Donne: buono il bilancio della Gauss RDZ Ormu

| 30/03/2009 | 07:51
Ultima domenica di marzo all’insegna delle buone prestazioni delle atlete del Gs Gauss-Rdz-Ormu. Nella gara di Coppa del mondo a Cittiglio in provincia di Varese, dove il successo è arriso alla fuoriclasse Marianne Voss, la migliore delle atlete del club bresciano è risultata ancora una volta la campionessa russa Julia Martisova, quindicesima all’arrivo. In una giornata da tregenda, dove lo sforzo per concludere la corsa è stato improbo, la Martisova ha dimostrato per l’ennesima volta di potersela giocare con chichessia perché disponde di qualità tecniche e agonistiche nettamente superiori alla media.
Mentre le professioniste erano d scena nella città che ha dato i natali al primo Campionissimo del ciclismo mondiale, ovverossia Alfredo Binda, le allieve hanno corso la prima gara dell’anno a Vada in provincia di Livorno a un tito di schioppo da Rosignano Mare che recentemente ha ospitato una tappa delle celeberrima Costa Etrusca. Ebbene, le ragazze dirette da Gianni Simoncelli hanno dominato la scena pervenendo al successo con Valentina Mainardi, al suo secondo anno di militanza in questa categoria. A completare la giornata trionfale dei colori bresciani hanno contribuito pure: Alice Codeluppi, Lisa Gamba (febbricitante), Isabella Ferrari, Ana Maria Covrig, Samantha Marcassoli e Sara Boletti, rispettivamente sesta, dodicesima, quattordicesima, diciassettesima, diciannovesima e ventunesima all’arrivo. Out perché sofferenti Elena Lancini e Sara Mombelli. “Sono senz’altro molto soddisfatto – ha rivelato il presidente Luigi Castelli -. Le ragazzine ancora una volta non hanno deluso regalandoci la prima affermazione dell’anno proprio al debutto stagionale. Sono guidate magistralmente da Gianni Simoncelli e fanno squadra nel vero senso della parola, per cui mi attendo a breve altre soddisfazioni. Desidero pure elogiare il comportamento delle professioniste alla gara di Coppa del mondo a Cittiglio. Sono state davvero brave perché hanno portato a termine una competizione svoltasi in condizioni proibitive. Julia Martisova soprattutto ha ribadito il suo valore internazionale. Siamo solo alla quarta gara dell’anno e ancora una volta siamo entrati nel ristretto numero delle big. Avanti così che presto arriverà anche la vittoria. Complimenti a Luisiana Pegoraro, capace come poche a mettere le atlete nelle condizioni migliori per fare bene”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È festa grande in casa Salvador e c'è un bellissimo fiocco rosa che annuncia a tutti la nascita di Anastasia, la primogenita dell'ex ciclista Enrico, che ha pedalato fino al 2020, e di Jessica. La piccola e la mamma stanno...


Victor Koretzky trova squadra in extremis e con lui la Bora Hansgrohe completa il suo organico per la prossima stagione. Il 28enne francese, che finora ha ottenuto i suoi più grandi successi nella mountain bike, ha firmato un contratto per...


Un tuffo nelle acque placide di un lago, con una lenta risalita e la sensazione chiara che in quell’attimo, in quel preciso momento, la vita non sarebbe stata più la stessa. Un tuffo nella notte stellata di Ferragosto, nelle acque...


Dal 1° agosto sono ufficialmente aperte le trattative del ciclomercato 2022/23, le squadre sono attive e molti gli affari già annunciati ufficialmente annunciati ed è di questi che teniamo conto nel nostro tabellone, non delle voci o dei "si dice...


Una voce importante si unisce al coro dei ciclisti di ogni livello che chiedono con urgenza una modifica del Codice della Strada e un sistema efficace di piste ciclabili per garantire la massima sicurezza a chi pedala. La voce è...


Scatterà questa sera a Rotterdam l'edizione 2022 della Sei Giorni. Dopo due anni di assenza - l'ultima edizione nel 2020 è stata vinta da Yoeri Havik & Wim Stroetinga - stasera alle 18 ci sarà il colpo di pistola inaugurale...


Le organizzazioni delle gare ciclistiche su strada, il panorama normativo, i rapporti con gli Enti territoriali e le Autorità di Pubblica Sicurezza, gli aspetti di safety e di security, la gestione delle gare sotto il controllo del direttore di corsa...


Giovedì scorso vi abbiamo documentato i Beat Yesterday Awards 2022. Pochi minuti prima che la cerimonia avesse inizio, ci eravamo intrattenuti nello splendido giardino di Villa Necchi Campiglio con Alberto Villata, brand manager di Garmin: qualche rapida battuta sulla ratio...


Le grandi imprese e le sconfitte, le cadute e le risalite: storie di atleti che, in sella a una bicicletta, hanno segnato la storia dello sport, tra emozioni e grandi traguardi. Come mai tante persone seguono e praticano con passione...


In casa Olympia l’evoluzione non si ferma ed F1-X ne è un esempio lampante. La biammortizzata che si è fatta largo nei circuiti XC e Marathon assieme ad atleti come Claudia Peretti, Filippo Fontana e Daniele Braidot torna alla carica mantenendo immutata...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach