AL GIRO LA SVIZZERA TUDOR PUNTA SUGLI ITALIANI DAINESE E TRENTIN

GIRO D'ITALIA | 30/04/2024 | 13:39
di Comunicato Stampa

TUDOR Pro Cycling sarà al via del suo primo Giro d'Italia sabato 4 maggio a Torino: gli otto effettivi della squadra svizzera sono Alberto Dainese, Robin Froidevaux, Alexander Kamp, Alexander Krieger, Marius Mayrhofer, Michael Storer, Florian Stork e Matteo Trentin. Un gruppo ricco di esperienza che mette a disposizione dei direttori sportivi un ampio ventaglio di soluzioni per cercare di conquistare diverse tappe.


Il velocista italiano Dainese sarà l'uomo per le volate, pilotato dall'elvetico Froidevaux che è in squadra dal 2021 e sta per affrontare il primo grande giro della sua carriera, mentre capitan Trentin proverà a incrementare il suo bottino di vittorie di tappa nei grandi giri (finora sono 8) sui percorsi più "da classiche" così come i tedeschi Krieger e Mayrhofer, in cerca invece del primo successo in un grande giro.


L'altro tedesco Stork e l'australiano Storer (miglior scalatore alla Vuelta del 2021) saranno le opzioni migliori per le giornate di montagna. A completare il lotto, la forza e la versatilità del danese Kamp.

Il proprietario del team Fabian Cancellara crede molto in loro: "Questa è la formazione giusta per andare a caccia di vittorie e siamo a dir poco elettrizzati per il nostro primo grand tour."

Sarà un impegno importante per i corridori, certo, ma lo sarà anche per l'intero staff di 20 persone che lavoreranno per loro e per la gestione complessiva della corsa rosa, logistica compresa. "Essere arrivati fin qui ha già richiesto un enorme sforzo da parte del nostro personale, dei nostri partner e degli atleti - spiega il team manager Raphael Meyer - quindi siamo determinati a fare il possibile per disputare un Giro di successo."

La Tudor si sta per recare a Torino dove la gara avrà inizio, con la grande partenza da Venaria Reale sabato 4 maggio.

Copyright © TBW
COMMENTI
Domanda
30 aprile 2024 18:02 alerossi
Perchè dainese e non de kleijn, che ha dimostrato di essere 10 volte più forte dell'italiano e di essere un top mondiale?

Parliamone
1 maggio 2024 06:08 Buzz66
Top mondiale? Una Milano Torino e una tappa alla Parigi Nizza.
A 30 anni.
Mai vinto una tappa in un GT.
Se questo è un top mondiale, uno Jakobsen, un Ewan, un Philipsen, un De Lie…cosa sarebbero? Extraterrestri?
Voglio dire, Dainese si è già messo in evidenza al Giro…è più giovane ed è italiano.
Non vedo tutto questo scandalo, sinceramente…

Vabbe
1 maggio 2024 10:24 fransoli
Se tal de kleijn è un top mondiale... Fosse 10 volte più forte di danese avrebbe vinto una cinquantina di corse vita l'età.... Battuta divertente

Dainese
1 maggio 2024 10:48 Alfredo.Alcaldo
Dainese comunque non dev'essere sottovalutato, ricordiamoci che ha vinto due tappe al Giro d'Italia ed una alla Vuelta. Certo quest'anno De Klein ha ottenuto successi più importanti, ma non ha mai partecipato ad un grande giro. La scelta di Dainese non è così scandalosa; anzi, tutt'altro.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


Acuto vincente di Efrem Zamboni nel Trofei città di Asola per allievi svoltosi a Castelnuovo nel Mantovano. Il corridore veronese del team Luc Bovolone, al secondo successo stagionale, ha superato Matteo Serini della Scuola Ciclismo Mincio Chiese, mentre la terza...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi