TRAGEDIA NEL VICENTINO. DAVIDE REBELLIN INVESTITO E UCCISO DA UN CAMION. GALLERY

LUTTO | 30/11/2022 | 15:28
di tuttobiciweb

Una tragedia incredibile, un dolore incolmabile. Prima la notizia di un ciclista investito e ucciso da un camion lungo la Regionale 11, a Montebello Vicentino, in provincia di Vicenza. E poi la conferma che quel ciclista è Davide Rebellin.


L'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno, all'altezza del bar ristorante "La Padana". Secondo una prima ricostruzione un camion, nell'uscire dallo svincolo, avrebbe travolto un ciclista. L'autista si è allontanato, ma non è ancora chiaro se si sia accorto o meno di quanto era successo.


Sul posto è intervenuto il personale del Suem 118, ma per il ciclista non c'è stato nulla da fare e il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. I carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell'incidente e rintracciare il camionista.

Dramma nel dramma, davvero tragica la circostanza in cui è avvenuto il riconoscimento della vittima. Un fratello di Rebellin, Carlo, aveva appreso dai media che c’era stato un incidente nella zona di Montecchio, che si trattava di un ciclista travolto da un mezzo pesante. Si è recato subito sul posto, chissà se per un presentimento o cos'altro, e ha subito riconosciuto la bici del fratello, accartocciata.

Davide Rebellin, 51 anni, ha concluso la sua carriera agonistica - che lo ha portato a correre per trent'anni tra i professionisti, poco più di un mese fa proprio sulle strade del Veneto correndo la Veneto Classic. Proprio in occasione del suo ritiro aveva accettato l'invito di partecipare al nostro podcast: questa la sua ultima intervista a BlaBlaBike.

Dopo essere stato campione del mondo da juniores nella 70 km, Davide ha esordito tra i professionisti nel 1992 subito dopo le Olimpiadi di Barcellona approdando alla GB-MG che allineava allora Franco Chioccioli, Franco Ballerini e Mario Cipollini. L'anno successivo, il primo successo con la conquista della classifica finale della Hofbrau Cup in Germania.

Tante le classiche che ha conquistato, citiamo la Clásica San Sebastián, il Gran Premio di Svizzera, la Tirreno-Adriatico, il Gran Premio di Francoforte, poi nel 2004 diventa il primo corridore della storia a vincere in una settimana tutte e tre le classiche delle Ardenne, vale a dire Amstel Gold Race, Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. Per lui vittorie di tappa al Giro a anche sei giorni in maglia rosa nel 1996.

Nel 2008 conquista la medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Pechino, medaglia che gli viene tolta l'anno successivo per l'accusa di positività al Cera, ma dopo sette anni verrà assolto da ogni accusa dal Tribunale di Padova.

Davide, che ha sempre rivendicato la sua innocenza, ha continuato comunque a correre in formazioni minori fino al termine di questa stagione, nella quale ha difeso i colori della Work Service.

Copyright © TBW
COMMENTI
Ciao Davide
30 novembre 2022 15:38 Buzz66
Hai fatto ciò che amavi fino all’ultimo istante della tua vita.
Riposa in pace, campione

Nooooooooo
30 novembre 2022 15:52 Nicola1980
Mi dispiace tantissimo. Non ho parole.

amore per la bici
30 novembre 2022 15:54 AleC
Ciao Davide. Sei stato, oltre che un grande talento, un esempio di passione per lo sport.

Addio, e grazie
30 novembre 2022 16:02 Marco Bonatti
Ciao supercampione, riposa in pace... puoi aver commesso degli errori (e chi non ne fa!) ma per me sei stato sempre un riferimento, un duraccio che non ha mai mollato. Ho avuto l'onore di vederti in una delle tue ultime vittorie di prestigio, al Melinda di qualche anno fa, eri già un "vecchietto" che bastonava gente di 20 anni più giovane. E poi hai continuato ad essere un grande, sempre in bici con una dedizione incredibile. Mi mancherai un mondo.

Rip
30 novembre 2022 16:04 nikko
Rip

Condoglianze
30 novembre 2022 16:04 frakie
Non ci sono parole. Un simbolo del ciclismo. Un amante della bici come non ne avevo mai visti. La notizia mi fa star male. Come scritto da Buzz66 è morto facendo la cosa che più amava nella vita: pedalare sulle strade. Riposa in pace caro Davide. Non sarai mai dimenticato. Condoglianze alla famiglia ed ai parenti tutti. Che strazio.

senza parole
30 novembre 2022 16:07 fransoli
quando si dice che il destino è beffardo è la verità. Sentite condoglianze alla famiglia ed ai suoi cari.

A Buzz66
30 novembre 2022 16:07 tinapica
...forse se glielo avessero chiesto avrebbe preferito andarsene più tardi e su un comodo letto, ma quel che lei scrive è assolutamente vero.
Infatti il primo mio pensiero è stato: perché ancora si allenava se si era ritirato?
Perché non poteva farne a meno, come era già chiaro dal suo ritiro tardissimo (credo un primato mondiale) dall'agonismo professionistico.
Comunque: che sfiga!

Che dispiacere,
30 novembre 2022 16:12 noel
Un forte abbraccio ai famigliari...

Neanche
30 novembre 2022 16:13 canepari
un mese di pensione...povero Davide.

Davide Rebellin
30 novembre 2022 16:13 Bosc79
Sei di nuovo in fuga con il tuo amico Scarponi!!! Ma questa fuga ha un sapore amore! Riposa in pace Davide che to lo meriti!!!

Ciao Davide
30 novembre 2022 16:15 fido113
Assurdo una mattanza non degna di una società civile. Se è successo a te con tutta la tua esperienza figuriamoci cosa rischiano tutti quelli che vanno in bicicletta.RIP

Una vita...
30 novembre 2022 16:18 Gingi11
Una vita in bici che si è conclusa con la sua passione... R.I.P Campione!

Enorme tristezza
30 novembre 2022 16:19 GiorgioDF
Riposa in pace Davide. Ora potrai di nuovo tornare ad allenarti a ruota di papà Gedeone, come tante volte hai fatto lungo la tua lunghissima e bellissima carriera.

inconsolabile
30 novembre 2022 16:34 Max57000
quanti ciclisti dovranno morire prima che decidiamo di fare qualcosa di concreto? fermare il massacro!

Sono senza parole
30 novembre 2022 16:48 Cyclo289
Notizia terribile, assurda.

Rebellin
30 novembre 2022 17:12 Lunona
Grande campione sempre poco considerato, ora riposa in pace!!

Pietrificato
30 novembre 2022 17:33 lupin3
RIP Davide, hai dato tutta la tua vita alla bici. Basta tragedie, é tutto cosi terrível da troppo tempo. Che tristezza

Rebellin.
30 novembre 2022 18:09 Bullet
Un enorme dispiacere dover leggere certe cose sia per cosa ha rappresentato Davide per il ciclismo italiano, anche come esempio per i giovani di non mollare, sia perché le strade italiane stanno diventando un posto non più per le bici. Condoglianze a famiglia e amici

Ciao Davide
30 novembre 2022 18:25 9colli
Troppo dolore e Troppe disgrazie, Te ne sei andato facendo quello che di più nella vita, hai Amato fare. Ciao Davide R.i.P. Condoglianze di Cuore alla Famiglia

Esterrefatto...
30 novembre 2022 18:26 scorpions
Riposa in pace grande Davide.... Purtroppo siamo in Italia.... Non ci sta la cultura nel rispettare chi va in bici R.I.P.🙏

davide
30 novembre 2022 18:32 mandcu
quanti amatori sono usciti la domenica pensando a lui. quanti l'hanno preso ad esempio, quanti l'hanno preso ad esempio per dire "guarda, non sono vecchio, Rebellin corre ancora"

non ci credo

Davide
30 novembre 2022 19:03 Ugomari0505
Senza parole e ancora ora rimango incredulo.

Dispiacere immenso
30 novembre 2022 19:14 marco1970
La tragedia di Davide Rebellin mi rattrista tantissimo.Ho sempre ammirato questo campione per il suo valore e la sua grande passione.Mi ricordo l'epoca in cui Rebellin e Casagrande erano corridori vincenti a livello internazionale e se non vincevano,nelle classiche erano sempre tra i pioazzati e comunque protagonisti.Corridore longevo perchè integro nonostante qualche errore che gli è costato caro.Ha corso fino a 51 anni ed è morto in bici,la sua passione.

Una fine ingiusta
30 novembre 2022 19:59 Serpad
Ciao Davide, mi ricordo di averti visto a Trento una serata come in questo periodo e avevi solo vent'anni ma nei tuoi occhi brillava una passione per il ciclismo inesauribile, come quella che avevi oggi un istante prima che un destino crudele te la spegnesse per sempre, ma rimarrai sempre nei cuori di tutti quelli che seguono questo sport come un esempio di dedizione valido in ogni ambito della vita.. Grazie

la vergogna dei click
30 novembre 2022 20:58 maxlrose
sul sito di quella spazzatura di "giornale",danno già del pirata della strada e omissione di soccorso ,quando invece ancora non si sa bene la dinamica dell'incidente. E tutto per sbattere in prima pagine un mostro che forse nemmeno c'è. Spero che sia stato solo fatalità,la famiglia forse accetterebbe meglio la tragedia. Ma che schifo.... Riposa in pace campione

Tristezza
30 novembre 2022 20:59 Ciclismo onesto
Ciao Davide , campione vero di mille fatiche , rimarrai nei nostri cuori per sempre

Che dispiacere
30 novembre 2022 21:50 Enrico 81
A volte il destino è beffardo.. ha atteso la fine della carriera, quando le uscite si fanno meno intense, quando il dovere lascia il posto al piacere, quando uno può godersi i frutti di una vita. RIP

Riposa in pace
30 novembre 2022 22:38 Bortolot
Un caro abbraccio alla famiglia, per un campione di stile.

Condoglianze
30 novembre 2022 23:00 Carbonio67
Condoglianze ai suoi cari. Spiace davvero infinitamente.
@ maxlrose : vizio tutto Italico quello di dare addosso subito, senza nemmeno conoscere la dinamica. Quoto il tuo post e mi associo al tuo pensiero.

X maxIrose&Carbonio67
1 dicembre 2022 10:48 siluro1946
Commenti incommentabili! Spiace che di fronte ad una tragedia del genere siano disposti a difendere una categoria, probabilmente la loro, che ogni giorno semina terrore sulle nostre strade. Non ho letto ne visto mostri sbattuti in prima pagina.

X siluro
1 dicembre 2022 11:50 Carbonio67
L'unico incommentabile sei tu. Evita di far polemica su chi ha fatto le condoglianze ed una semplice osservazione. Vergognati

x siluro
1 dicembre 2022 17:36 maxlrose
si,ho una macchina .
ed ho anche una bici.
C'è un canale su youtube di due ex corridori che fanno dei video simpatici ed istruttivi. In uno di questi partivano dal mare fronte Catania e salivano fino alla vetta del rifugio Sapienza ( vetta fin dove si può arrivare con la bici),l'hanno definita la salita più lunga d'Italia. Beh,falla anche tu se ne sei capace e dopo di chè sarai pari a me! Non hai capito proprio niente di quello che ho scritto precedentemente ma non mi meraviglio ,il tuo Q.I. sarà quel che è

Carbonio67&maxIrose
2 dicembre 2022 09:00 siluro1946
Insultatori seriali. Faccio mio il celebre aforisma di Oscar Wilde.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tubolight, marchio distribuito in Italia da Ciclo Promo Components,  propone dalla sua nascita soluzioni innovative nel segmento delle coperture, un catalogo che abbraccia diverse specialità dalla mtb fino al mondo road. Innovazione e massima ricerca per la performance accompagnano il nuovo...


Il Giro d’Italia torna a Sappada 37 anni dopo la guerra tra Stephen Roche e Roberto Visentini, compagni di squadra alla Carrera. Il ciclismo è sport individuale o di squadra? Se lo chiesero in molti il 6 giugno 1987 dopo...


La tiratissima volata di Padova ha premiato questa volta il belga Tim Merlier con Jonathan Milan secondo dopo qualche esitazione nella fase di preparazione dello sprint. Nulla da segnalare per la classifica. § Oggi è una tappa tracciata per intero...


Wout van Aert è tornato a correre: ieri al Giro di Norvegia ha messo nuovamente un numero sulla schiena. Il belga della Visma-Lease a Bike ha tagliato il traguardo al sessantesimo posto a 2'52" dal vincitore di tappa Thibau Nys,...


Giovanni Carboni conquista il Monte Fuji. Il 28enne marchigiano del JCL Team UKYO, già vincitore martedì della terza tappa del Tour of Japan e leader della classifica generale, ha concesso il bis nella numero sei della corsa nipponica tagliando il...


Il Colle delle Finestre farà da finale spettacolare e scoppiettante per il prossimo Tour de l'Avenir, maschile e femminile nella stessa giornata, per un grandissimo festival delle due ruote. Se la Grande Boucle parte dall'Italia con tre tappe attesissime e...


Il 13 ottobre ritorna a Cantù lo spettacolo della Gran Fondo Il Lombardia Felice Gimondi Enel che, grazie all'accordo tra RCS Sports & Events e la Famiglia Gimondi, è stata intitolata al vincitore de La Classica delle Foglie Morte 1966 e 1973. La prova,...


Domenica 19, giorno della tappa con arrivo a Livigno, a circa settecento chilometri di distanza, in una clinica romana, è nato un altro Vegni. Ha scelto questo ciclisticamente impegnativo giorno per venire alla luce Tommaso Vegni, figlio di Fabio, a...


La puntata di Velò andata in onda giovedì sera su TvSei è stata particolarmente interessante, si è parlato di Giro d'Italia, delle imprese di Pogacar e di tanto altro ancora con Luciano Rabottini, Riccardo Magrini e Dario Cataldo. Come sempre a fare il...


“Un giro nel Giro”, il circuito di pedalate amatoriali, dedicato a clienti e appassionati ciclisti, sul percorso del Giro d’Italia organizzato da Banca Mediolanum, da ventidue anni sponsor ufficiale della Maglia Azzurra del Gran Premio della Montagna, è pronto a...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi