FESTEGGIATI (CON SORPRESA) I 44 ANNI DI ATTIVITA' DEL GRUPPO SPORTIVO OLANG DI MONTEBELLUNA

SOCIETA' | 25/11/2022 | 07:20
di Francesco Coppola

Festa di fine anno per il Gruppo Sportivo Olang di Montebelluna che ha completato il 44° anno di attività. E' stata una cerimonia molto bella, sentita e partecipata alla quale sono intervenuti, tra gli altri, il Sindaco di Montebelluna, Adalberto Bordin, l'Assessore allo Sport e alle Politiche Giovanili, Andrea Marin ed il Delegato allo Sport, Walter Baseggio; mentre a rappresentare la Federciclismo c'erano il Presidente del Comitato Veneto, Sandro Checchin e il componente la Struttura Tecnica Regionale, Mario Penariol. Grande la  partecipazione dei soci e degli sponsor del sodalizio con in testa Armando Sartor, titolare della Olang, Angelo Bolzonello, della Plastidue, Renato Guadagnin, della Guadagnin Accessori per Calzature e quindi Vittorio Pasqualin e Pietro Armellin della ditta Pasqualin Armellin Bosch Car Service.


Durante la cerimonia il presidente del Gruppo Sportivo Olang, Angelo Pasqualin, ha ricevuto con grande sorpresa e grande emozione, la Medaglia d'Oro al Merito Sportivo che gli è stata conferita dalla Federazione Ciclistica Italiana. A consegnarla è stato Sandro Checchin. La cerimonia è proseguita con le premiazioni del 14° Trofeo Fair Play che è stato assegnato a Walter Simonato, del Campionato di Partecipazione, valido per l'11° Trofeo Plastidue, che è stato vinto da Adriana Pizzolato (moglie di Angelo Pasqualin) a cui hanno fatto seguito nella classifica Franco Casarin, Fabio Garbuio, Ernesto Grotto, Angelo Pasqualin, Iorga Pizzolato, Michele Castellini, Roberto Gallina, Aldo Crema, Felicita Dall’armi, Luciano Fabretto e Domenico Positello.


Per il 13° Gran Premio Agonistico Pasqualin e Armellin, ci sono stati tre gruppi di categorie e nella fascia Master 3-4 si è registrata la vittoria di Roberto Gallina seguito da Marco Guizzo e Sandro Delbufalo; nella sezione Master 7-8 si è imposto Ernesto Grotto davanti a Luciano Parro e a Franco Casarin; nella Master 5-6 al primo posto Michele Castellini che è risultato anche il campione sociale per la stagione 2022 a cui hanno fatto seguito Angelo Basso e Fabio Garbuio. La giornata dei festeggiamenti era stata inaugurata dalle elezioni del nuovo direttivo e nei prossimi giorni, dopo lo spoglio delle schede, sarà reso noto il nuovo organico sociale che rimarrà in carica fino al 2024.

Il presidente, Angelo Pasqualin, nel suo intervento che aveva inaugurato la cerimonia ha toccato puntualmente le fasi che hanno contraddistinto l'attività sociale rilevando, tra l'altro, che "nel 2022 ho raggiunto il traguardo dei 40 anni di presidenza di questa onorata famiglia. Sono stati anni di grandi soddisfazioni sportive che hanno consentito alla nostra bacheca sociale di raggiungere 13 campionati italiani e regionali di mediofondo, 7 provinciali, 3 Coppe Italia con oltre cento affermazioni di squadra nelle manifestazioni nazionali e regionali". "Ho consegnato la tessera federale a oltre 700 soci che successivamente hanno collaborato attivamente all'organizzazione di circa 120 eventi ciclistici in vari settori oltre a 25 raid internazionali e nazionali - ha concluso - . I risultati ottenuti in questi anni da i collaboratori sempre disponibili, come Armando Sartor, titolare della ditta Olang, presidente onorario e sponsor ufficiale, Angelo Bolzonello, titolare della Plastidue, Giuliano Zanatta, presidente onorario, socio da sempre e sponsor fino a qualche anno fa e Renato Guadagnin titolare dell'omonima azienda, senza di loro non sarebbero stati conseguiti. A nome mio e del Consiglio Direttivo in carica li ringrazio vivamente per la generosità. Concludo sicuramente  soddisfatto della nostra attività in questa stagione, anche se in tono minore, e rinnovo i ringraziamenti di cuore a tutti augurando un buon proseguimento della stessa".

Prima delle premiazioni ci sono state da parte degli ospiti intervenuti le espressioni di elogio, per l’impegno profuso nei 44 anni di attività del Gruppo Sportivo Olang Montebelluna.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il dramma di Davide Rebellin sembra non voler trovare una conclusione: l'autopsia, inizialmente fissata dalla Procura di Vicenza per il 13 dicembre, è stata infatti spostata a lunedì 19. Ad eseguirla è stato chiamato il medico legale Vito Cirielli. Lo...


Chi pedala per necessità in città lo sa bene, freddo e pioggia possono diventare una vera noia da affrontare negli spostamenti di tutti i giorni. Il commuter urbano avrebbe bisogno di una giacca versatile, calda, impermeabile, antivento e dotata anche...


È tutto finito. La B&B Hotels abbassa la saracinesca, non ci sarà una prossima stagione. Lo ha comunicato questa mattina Jerome Pineau, come riporta il quotidiano Le Telegramme. In una call conference durata due ore con tutti i corridori e...


Non era mai stato fermo così tanto tempo: Primoz Roglic ha ripreso a pedalare la settimana scorsa dopo uno stop di otto settimane a seguito dell'inervento chirurgico subito alla spalla, lesionata nella caduta della 16a tappa della Vuelta España. «L'intervento...


Nairo Quintana si è deciso al grande passo: dopo quattordici anni di vita in comune e due figli, il campione colombiano ha chiesto a Yeimy di sposarlo. E per farlo ha scelto di rispettare le tradizioni: proposta fatta in...


E’ nata il 6 dicembre Sofia Sangalli. E’ la primogenita di Giovanni Sangalli, il figlio dello storico cartografo delle corse rosa e altro ancora, Cesare Sangalli, i cui lavori sono distinti dalla celebre sigla “C.San.”, riconosciuto marchio di qualità, scomparso...


Non ha ancora un contratto per il 2023, ma da più di un mese Edward Ravasi è tornato ad allenarsi a buona intensità in vista della nuova stagione. Il 2022 è stata una di quelle annate da lasciarsi rapidamente alle...


Dopo i Beat Yesterday Awards di giovedì scorso, abbiamo raccolto qualche battuta da Filippo Ganna, reduce dall'intervento agli occhi che gli permetterà di affrontare il ritiro Ineos di Maiorca e tutto il resto della sua carriera e della sua vita...


La morte di Davide Rebellin approda al Parlamento Europeo. «Il 30 novembre scorso, l'ex campione di ciclismo Davide Rebellin, è morto investito da un camion durante un allenamento in bicicletta in provincia di Vicenza. Secondo le ricostruzioni della procura, l'investitore...


Gli olandesi Nki Terpstra e Yoeri Havik sono i primi leader della Sei Giorni di Rotterdam. Per i due tulipani ès tata una serata perfetta, la prima di gara, vistoc he hanno guadagnato un giro sugli avversari grazie ai 100...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach