POGACAR. «PER PREPARARE IL TOUR A ME BASTANO LA SLOVENIA, GLI AMICI, IL MIO GIRO»

PROFESSIONISTI | 16/06/2022 | 08:15
di Francesca Monzone

Ogni ciclista ha il proprio equilibrio e il proprio modo di allenarsi, così quando si avvicinano appuntamenti importanti come il Tour de France tutti i campioni seguono un percorso di avvicinamento ben preciso.


Anche Tadej Pogacar sta seguendo la propria strategia: essere alla gara (per lui) più bella del mondo e divertirsi e non partecipare a corse lunghe più di 5 giorni prima di andare alla Grande Boucle. Pogacar ha scelto ancora un volta la corsa di casa per ultimare la propria preparazione in vista del Tour e anche questa volta vuole vincere la maglia verde della corsa, come ha fatto lo scorso anno.


«Questa è la gara di casa, una delle più belle – ha detto Pogacar -: sono solo cinque giorni, non credo di aver bisogno di sette o nove giorni di gare per preparare meglio il Tour. Preferisco concentrarmi di più sull'allenamento, su questa corsa e poi andare tranquillo in Francia. Ma in futuro penso che mi metterò alla prova sia con il Delfinato che con il Giro di  Svizzera».

Il due volte vincitore del Tour de France aspetta con ansia la quarta frazione della corsa slovena, quella che da Laško arriverà a Velika passando per Komenda, la città natale di Pogacar. «La mia famiglia è stata un grande supporto per me sin dall'inizio, ma anche zii e cugini hanno contribuito. Quando passeremo per Komenda, mi alzerò sui pedali. Se non pedaliamo troppo velocemente, mi fermerò per qualche attimo. Non vedo l'ora».

Pogacar ha seguito con molta attenzione il Delfinato e ha osservato la Jumbo-Visma, la squadra di Roglic, che sarà la sua diretta rivale alla Grande Boucle.
«La Jumbo-Visma è stato veramente forte al Delfinato. Jonas Vingegaard e Primoz Roglic hanno mostrato la loro forza su tutte le salite. Hanno dimostrato la loro bravura, ma non ne sono sorpreso. Seguiranno sicuramente il Giro di Slovenia, visto che siamo rivali, ma il Tour de France sarà tutta un’altra storia. Ci saranno  tappe molto difficili come quella all'Alpe d'Huez e quella di Hautacam sui Pirenei. Ci saranno tante salite, soprattutto in quelle due tappe e sarà veramente difficile per tutti, ma allo stesso tempo non vedo l’ora che inizi».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Fin dai primi sussidiari ho sempre visto il Belgio come un Paese piccolino, diciamo come una grande regione italiana, o giù di lì. Improvvisamente, guardando il Mondiale australiano, ho compreso una volta di più che i concetti di piccolo e...


Remco EVENEPOEL. 10 e lode. Gioca con gli avversari e si diverte anche. Ci diverte, eccome. Ci tiene svegli e ci riempie il cuore. Vince un mondiale alla sua maniera (parte a due giri dalla fine e arriva con più...


Un autentico capolavoro, una gara straordinaria, l'ennesima impresa di un corridore giovanissimo che non ha certo finito di stupire. Remco Evenepoel è il ritratto della felicità: «È la mia seconda maglia iridata, ma non si può paragonare questa vittoria al...


Daniele Bennati commenta il suo primo mondiale da commissario tecnico: «E' un bilancio sicuramente positivo per l'atteggiamento dimostrato. Purtroppo c'è il rammarico per il poco che abbiamo raccolto in rapporto a quanto seminato. Abbiamo avuto due volte la possibilità di...


Tadej Pogačar era considerato uno dei favoriti assoluti per vincere il Mondiale australiano ma qualcosa non ha funzionato e lo sloveno, con l’amaro in bocca, ha chiuso in diciannovesima posizione. Tadej in questa corsa cercava il riscatto dopo un Tour...


Soddisfazione e un pizzico di rimpianto: sono questi i sentimenti che albergano nel cuore degli azzurri al termine del campionato mondiale 2022. A caldo, queste le considerazioni dei nostri rappresentanti. Lorenzo Rota è stato protagonista di una bellissima corsa: «Nell’ultimo...


Van Aert oggi poteva conquistare una medaglia e salire sul podio con il suo connazionale Remco Evenepoel, che ha conquistato la maglia iridata, ma qualcosa non ha funzionato e il fiammingo si è dovuto accontentare del quarto posto. Poteva essere...


Julian Alaphilippe non ha vinto il suo terzo Mondiale consecutivo ma non c’è nessun rimpianto da parte sua. La vittoria è andata al suo compagno di squadra Remco Evenepoel, con il quale ha un forte legame: «Ha vinto il più...


La Francia ha animato la corsa in linea maschile dei Mondiali di Wollongong 2022. Alla fine Evenepoel è stato troppo forte, ma un argento in volata con Christophe Laporte è arrivato. Questo il commento a Eurosport di Romain Bardet: «Volevamo...


Alexey Lutsenko è stato il corridore che è andato più vicino a rimanere alla ruota di Remco Evenepoel nella corsa in linea maschile dei Mondiali di Wollongong. Alla fine però il kazako, vincitore iridato Under 23 dieci anni fa, è...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach